Gennaio 20, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Stato di emergenza e rivolte in un Paese tagliato fuori dal mondo, uccisi 8 poliziotti

Internet e cellulari sono stati bloccati mercoledì Kazakistan . Il Paese ha dichiarato lo stato di emergenza in tutto il suo territorio, in preda a diversi giorni di violente proteste e mentre la folla assalta gli edifici governativi dell’ex repubblica sovietica in Asia centrale.

La dichiarazione dello stato di emergenza è stata annunciata dalla televisione pubblica kazaka, secondo le agenzie russe, tra cui l’agenzia ufficiale TASS. Secondo il ministero dell’Interno kazako, citando i media locali, almeno otto membri delle forze di sicurezza e dell’esercito sono stati uccisi negli scontri e 317 “folle” sono rimaste ferite.

Rabbia dopo l’aumento dei prezzi del gas

Il presidente kazako, Kassym-Jomart Tokayev, aveva in precedenza condannato, in un discorso televisivo, i “massicci attacchi contro la polizia”, ​​sostenendo che tra le loro file erano rimasti morti e feriti. “Gruppi di elementi criminali picchiano e umiliano i nostri soldati, li trascinano nudi per le strade, attaccano le donne e depredano i negozi”, ha detto.

“Come capo di Stato e da oggi come presidente del Consiglio di sicurezza, intendo agire con la massima fermezza”, ha affermato.

La rabbia, scoppiata domenica in una cittadina della regione dopo l’aumento dei prezzi del gas, si è diffusa ad Almaty, la capitale economica e la città più grande del Paese, nella notte tra martedì e mercoledì.

Dopo una notte di disordini che hanno visto più di 200 arresti, migliaia di manifestanti hanno preso d’assalto il quartier generale dell’amministrazione di Almaty mercoledì pomeriggio, apparentemente prendendone il controllo.

La polizia ha sparato granate assordanti e gas lacrimogeni contro i manifestanti, alcuni dei quali erano armati con manganelli e scudi presi dalle forze dell’ordine, ma non sono stati in grado di impedire loro di entrare nell’edificio, secondo i giornalisti.

READ  Ufficiali di polizia in uniforme nazista per onorare la Germania

ha fatto irruzione negli edifici

Uomini in uniforme della polizia sono stati visti abbassare gli scudi e gli elmetti per abbracciare i manifestanti. “Stanno venendo dalla nostra parte!”, una donna è corsa fuori, abbracciando un altro manifestante.

I media locali hanno riferito che i manifestanti si sono poi diretti alla residenza presidenziale della città e che i due edifici hanno preso fuoco. È impossibile verificare immediatamente le informazioni sui disordini segnalati in tutto il paese e il sequestro dell’aeroporto di Almaty da parte dei manifestanti. La russa Aeroflot ha cancellato il suo volo da Mosca a questa città.

Nel tentativo di arginare la crisi, il presidente Tokayev ha già licenziato il governo e dichiarato lo stato di emergenza in diverse regioni tra cui Almaty e la capitale, Nursultan, che è stata recentemente ribattezzata in onore dell’ex presidente Nursultan Nazarbayev. Il coprifuoco è in vigore dalle 23:00 alle 07:00.

Più internet

Le proteste sono rare in Kazakistan, Paese autoritario dove gli assembramenti devono ottenere il permesso preventivo delle autorità. Mercoledì era impossibile avere una visione completa della situazione nel Paese e giornalisti e testimoni non erano più raggiungibili online o per telefono.

Il gruppo di monitoraggio Web NetBlocks ha dichiarato su Twitter: “È probabile che un arresto nazionale di Internet (…) limiti gravemente la copertura delle crescenti proteste anti-governative”.

I corrispondenti dell’AFP non sono stati raggiunti mercoledì sera. In precedenza, hanno riferito che le connessioni Internet erano irregolari e le app di messaggistica Telegram, Signal e WhatsApp erano tutte interrotte. “Le dimissioni del governo!” e “Il vecchio è fuori!” I manifestanti hanno cantato, riferendosi all’ex presidente.

Un Paese economicamente e geopoliticamente importante per la Russia

Nursultan Nazarbayev, che ora ha 81 anni, governa il paese dal 1989 ed è al potere da quando ha lasciato la presidenza nel 2019, pur mantenendo il suo status su misura di “leader della nazione. Kf.

READ  In Birmania, ha citato in giudizio Aung San Suu Kyi per "frodi elettorali" durante le elezioni legislative del 2020

Anche un alleato del presidente russo Vladimir Putin è rimasto a capo del potente Consiglio di sicurezza, ma mercoledì il presidente Tokayev ha annunciato che ora avrebbe esercitato lui stesso quel lavoro.

Il Kazakistan, il più grande dei cinque ex stati sovietici dell’Asia centrale, che ha una grande minoranza considerata etnicamente russa, è di fondamentale importanza economica e geopolitica per la Russia. Mercoledì Mosca ha chiesto una soluzione alla crisi attraverso il dialogo “e non attraverso rivolte e violazione delle leggi”.

– Crisi del gas –

La rabbia è iniziata, domenica, dopo che il prezzo del gas naturale liquefatto è salito, nella città occidentale di Zhanazin, prima di estendersi alla grande città regionale di Aktau, ai margini del Mar Caspio, e poi ad Almaty.

I residenti considerano ingiusti i prezzi elevati del gas, date le vaste risorse di petrolio e gas del Kazakistan. Il Kazakistan, la più grande economia dell’Asia centrale abituata in passato a tassi di crescita a due cifre, soffre del calo dei prezzi del petrolio e della crisi economica in Russia, che ha portato alla svalutazione del tenge kazako e all’elevata inflazione.

Gli Stati Uniti chiedono “restrizione”

La portavoce della Casa Bianca Jen Psaki ha detto mercoledì che il governo degli Stati Uniti chiede alle autorità del Kazakistan di “esercitare moderazione” e vuole che le manifestazioni si svolgano in “modo pacifico”, mentre il paese dell’Asia centrale ha appena dichiarato lo stato di emergenza.

Jen Psaki ha anche criticato le “folle accuse” della Russia sulla presunta responsabilità degli Stati Uniti per le rivolte in Kazakistan. Ha sottolineato che “questo è assolutamente sbagliato” e che era “parte della strategia di disinformazione russa”.

READ  Gli eurodeputati sono pronti a tenere alla testa Roberta Mezzola, eletta contro l'aborto