Maggio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Gli Stati Uniti iniziano a costruire un molo navale per Gaza destinato a fornire aiuti umanitari

Gli Stati Uniti iniziano a costruire un molo navale per Gaza destinato a fornire aiuti umanitari

Funzionari americani hanno confermato giovedì che questo progetto, che mira a facilitare la consegna di aiuti umanitari a Gaza, non includerà “forze di terra”.

pubblicato

aggiornare


Tempo di lettura: 1 minuto

Il portavoce del Pentagono Pat Ryder risponde alle domande della stampa, ad Arlington (USA), il 15 aprile 2024. (WIN MCNAMEE / GETTY IMAGES NORD AMERICA / AFP)

Il Pentagono ha annunciato giovedì 25 aprile che gli Stati Uniti hanno iniziato a costruire un molo navale per Gaza. Questo progetto mira a facilitare la consegna di aiuti umanitari ai territori palestinesi bombardati e assediati da Israele. Navi militari americane “Abbiamo iniziato a costruire (…) il porto temporaneo e il molo”, Lo ha detto ai giornalisti il ​​portavoce del Pentagono, il generale Pat Ryder.

Di fronte ai ritardi e agli ostacoli da parte di Israele nella fornitura di aiuti umanitari via terra alla Striscia di Gaza colpita da una catastrofe umanitaria, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha promesso all’inizio di marzo di costruire un porto artificiale. Questo porto temporaneo dovrebbe consentire alle navi militari o civili di depositare il loro carico. Gli aiuti dovranno poi essere consegnati dalle navi logistiche ad un molo sulla costa.

AFunzionari americani hanno confermato che questo approccio non includerebbe… “Forze di terra” Nei territori palestinesi si assiste alla guerra. Tuttavia, i soldati americani saranno vicini alla Striscia di Gaza durante la costruzione del molo, che dovrà essere supervisionato dalle forze israeliane. Il 23 aprile Pat Ryder ha chiarito Durante una conferenza stampa Essi saranno “ONG che poi trasporteranno gli aiuti dal ponte all’area di raccolta e poi li distribuiranno in tutta Gaza”.