Novembre 30, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Covid-19: per la prima volta in due mesi, il tasso di infezione è di nuovo in aumento in Francia

primario
Per la prima volta da metà agosto, il tasso di infezione dell’epidemia di Covid-19 è di nuovo in aumento nel corso di una settimana in Francia. Tuttavia, la soglia di allerta, che è di 50 casi ogni 100.000 abitanti, non è stata superata.

Dare la colpa al ritorno della freschezza e dell’umidità autunnali in Francia? Per la prima volta da metà agosto, il tasso di infezione da Covid-19 è di nuovo in aumento nel corso di una settimana in Francia. Il tasso di infezione è aumentato del 4,1% negli ultimi sette giorni, raggiungendo circa 46 casi positivi ogni 100.000 abitanti, raggiungendo i 43 casi nella prima settimana di ottobre.

Al momento, circa due dozzine di amministrazioni francesi hanno varcato la soglia di allerta. Ancora una volta, la regione Ile-de-France sembra essere la regione più colpita da questi tremori causati dall’epidemia di Covid-19, mentre il miglioramento della salute è durato solo poche settimane.

Leggi anche:
Grafici. COVID-19: la diffusione del virus si è fermata in Francia, dobbiamo preoccuparci?

Verso la ripresa dall’epidemia?

Da qualche giorno, inoltre, il calo dei casi di coronavirus sembra essere stabile e non più in calo. Ma questo non significa che il numero dei casi sia alto o che l’epidemia di Covid-19 sia ricominciata. Nel dettaglio, il numero di casi positivi giornalieri di coronavirus in Francia rimane stabile nell’arco di una settimana, circa 5.200 casi al giorno, secondo i dati pubblicati dalle autorità sanitarie e trasmessi da CovidTracker.

Ecco il tasso di sviluppo dei casi positivi. Notiamo due colonne positive sulla destra: il numero di casi pubblicati oggi è superiore a quello pubblicato una settimana fa, e non si verificava da metà agosto. pic.twitter.com/DUhVa7IuLv

– GRZ (@GuillaumeRozier) 14 ottobre 2021

Nuova ondata in Europa orientale

L’Europa dell’Est è colpita da una nuova ondata di Covid-19. Romania, Ucraina e Slovacchia sembrano essere i paesi più colpiti da questo rapido aumento del numero di casi dall’inizio di ottobre. Questi paesi orientali hanno un tasso di vaccinazione relativamente basso: il 29% dei rumeni è completamente vaccinato secondo il sito EuroVaccinazioneMentre gli slovacchi solo il 41%.

READ  Le infezioni causano più effetti collaterali del vaccino

Sabato 16 ottobre, la Russia ha contato più di 1.000 morti a causa di Covid-19 in 24 ore, un numero record dall’inizio dell’epidemia nel Paese, che ha registrato più di 220mila morti.