Luglio 17, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Salute: 26mila bambini ricoverati negli ospedali lo scorso inverno.. Venerdì parte la campagna “vaccinazioni” contro la bronchiolite

Salute: 26mila bambini ricoverati negli ospedali lo scorso inverno.. Venerdì parte la campagna “vaccinazioni” contro la bronchiolite

Dopo un inverno rigido, venerdì inizia la campagna di vaccinazione dei neonati contro il virus della bronchiolite.

Quest’estate l’Alta Autorità della Sanità ha dato il via libera al rimborso del Beyfortus, un anticorpo monoclonale destinato a prevenire la bronchiolite nei neonati e nei bambini esposti al virus respiratorio sinciziale (RSV).

Questo venerdì, 15 settembre, inizierà la campagna di vaccinazione, prima che il virus inizi a diffondersi. “Questa è una delle principali sfide dell’inizio dell’anno scolastico”, ha sottolineato nei giorni scorsi il ministro della Sanità Aurelian Rousseau mentre veniva somministrato Bifortus. Tutti i bambini di età inferiore a 6 mesi.

Ricordiamo che il virus respiratorio sinciziale (RSV) è responsabile di infezioni respiratorie nei neonati e nei bambini che possono progredire fino alla bronchiolite. Questo è caratterizzato da un episodio di disagio respiratorio, i cui segni sono tosse, respiro accelerato e respiro sibilante, ricorda HAS. “Sebbene sia comune e spesso benigna, in alcuni casi la bronchiolite può causare gravi complicazioni e portare al ricovero ospedaliero”.

26.000 ricoveri lo scorso inverno

Lo scorso inverno è stato caratterizzato da densità molto elevate, soprattutto in termini di pVisite al pronto soccorso (73.262) et al (26.104) bambini sono stati ricoverati negli ospedali. La bronchiolite è molto contagiosa e colpisce molti bambini di età inferiore ai 2 anni ogni inverno. Pertanto, la sua prevenzione sembra essere una questione di salute pubblica, avverte HAS.

IL Bifortus non è un “vaccino”. Tuttavia, la profilassi utilizzando anticorpi monoclonali in una singola iniezione intramuscolare fornisce l’immunità passiva.

L’HAS conferma che «i dati mostrano che è stata raggiunta la concentrazione massima di anticorpi». Il sesto giorno dopo l’iniezionecon un punto Protezione notevole per almeno 5 mesi. Questa terapia completa così l’arsenale delle terapie preventive per la bronchiolite essendo il secondo anticorpo monoclonale ad oggi disponibile, dopo Synagis (palivizumab), indicato nei bambini ad alto rischio di infezione da RSV.

READ  le vaccin contro il papillomavirus encore trop méconnu

Ridurre i ricoveri dell’80%

Le autorità sanitarie avvertono inoltre che la sua somministrazione non sostituisce l’applicazione di misure di barriera (lavarsi le mani, ventilare gli ambienti, indossare una maschera in caso di raffreddore, ecc.), necessarie per prevenire l’infezione.

Inoltre, Beyfortus prende di mira neonati e bambini durante la prima stagione di esposizione al virus.

La campagna di vaccinazione proseguirà fino alla fine dell’epidemia, che generalmente si osserva alla fine di gennaio. L’obiettivo è ridurre dell’80% il numero dei bambini ricoverati in ospedale.