Ottobre 18, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La giustizia degli Stati Uniti ripristina la legge restrittiva sull’aborto in Texas

L’amministrazione Biden e gli attivisti per i diritti all’aborto hanno avuto solo due giorni di riposo. Venerdì 8 ottobre, una corte d’appello federale ha permesso al Texas di ripristinare una controversa legge che vieta la maggior parte delle interruzioni volontarie di gravidanza in questo stato degli Stati Uniti.

Questa legge molto restrittiva, entrata in vigore il 1egli è Settembre, l’aborto è proibito non appena viene rilevato il battito cardiaco del feto, intorno alle sei settimane di gravidanza, quando la maggior parte delle donne non sa di essere incinta. Non fa eccezione quando la gravidanza è derivata da stupro o incesto. Un giudice federale del Texas lo aveva temporaneamente bloccato, mercoledì, a seguito di una denuncia del governo Biden, che ha tempo fino a martedì per agire.

Il procuratore generale del Texas Ken Paxton, repubblicano, ha presentato ricorso alla corte federale di New Orleans – considerata una delle più conservatrici del paese – che gli ha dato ragione. “Grandi novità stasera”e Il signor Paxton ha twittato Una volta che la decisione sul ricorso è stata annunciata. “Lotterò contro gli eccessi del governo federale in ogni momento”., Ha aggiunto.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche Negli Stati Uniti la Corte Suprema ha minato il diritto all’aborto

Con ogni probabilità, il governo federale degli Stati Uniti contesterà la decisione della Corte d’Appello alla Corte Suprema degli Stati Uniti. Quest’ultimo nel 1973, nella sua sentenza simbolica Roe V. Wade, garantiva alla donna il diritto all’aborto, poi precisava che si applicava fino a quando il feto non fosse vitale, cioè intorno alle 22 settimane di gestazione.

READ  La Corea del Nord ha lanciato un altro missile

“Basta con questa follia”

Manifestazioni per il diritto all'aborto durante

Negli ultimi anni, leggi simili a quelle del Texas sono state approvate da una dozzina di altri stati conservatori e ribaltate in tribunale per aver violato questa giurisprudenza. Ma a settembre, per la prima volta in quasi mezzo secolo, La Corte Suprema ha rifiutato di bloccare l’entrata in vigore della legge del Texas.

La Corte Suprema ha giustificato la sua inerzia Nuove questioni procedurali., la legge del Texas consiste in un unico dispositivo: affidare esclusivo Spetta ai cittadini far rispettare la procedura incoraggiandoli a sporgere denuncia contro organizzazioni o persone che assistono le donne con aborti illegali.

La posizione della Corte Suprema su questo tema è stata vista come una “svolta a destra” per la Corte Suprema, che ha sei giudici conservatori su nove, di cui tre nominati da Donald Trump. Il 2 ottobre migliaia di manifestanti sono scesi in piazza in America per difendere il diritto all’aborto.

Leggi anche Decine di migliaia di americani manifestano per il diritto all’aborto

Il Centro per i diritti riproduttivi, che rappresenta molte cliniche per aborti in Texas, ha esortato la Corte Suprema a “Entra e ferma questa follia.”. ‘I pazienti sono ricaduti nel caos e nella paura’ha detto Nancy Northup, presidente dell’organizzazione.

Il Texas ha circa due dozzine di cliniche che interrompono volontariamente una gravidanza prima che la legge entri in vigore. Non tutti avevano ripreso il loro servizio nelle quarantotto ore durante le quali il testo era stato bandito, temendo una rapida svolta nella giustizia.

Leggi anche La legge sull’aborto molto restrittiva del Texas ci ricorda che i cacciatori di taglie esistono ancora negli Stati Uniti

Le Monde con AFP, The Associated Press e Reuters