Febbraio 6, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Declino all’orizzonte in Europa, timori di recessione – 19/01/2023 09:54

Brogniard Palace, ex Borsa di Parigi

Brogniard Palace, ex Borsa di Parigi

di Claudio Shingo

PARIGI (Reuters) – I principali mercati azionari europei dovrebbero scendere giovedì in apertura dopo la chiusura di Wall Street del giorno precedente, un forte peggioramento degli indici negli Stati Uniti, in particolare delle vendite al dettaglio, dopo il riaccendersi dei timori per un atterraggio duro negli Stati Uniti economia.

I futures sugli indici sono scesi dello 0,56% per il CAC 40 di Parigi, dello 0,51% per il Dax di Francoforte, dello 0,47% per il FTSE 100 di Londra e dello 0,55% per l’EuroStoxx 50.

Le banche centrali potrebbero ancora una volta dominare la sessione. Una decisione di politica monetaria è attesa dalla Banca di Norvegia, mentre Christine Lagarde, presidente della Banca centrale europea, dovrebbe parlare alle 10:30 GMT al World Economic Forum di Davos.

Giovedì, le successive dichiarazioni di James Bullard e Loretta Mester, due funzionari della Federal Reserve statunitense, sulla necessità di aumentare i tassi di interesse oltre il 5% negli Stati Uniti hanno smorzato l’entusiasmo degli investitori per il raffreddamento del costo del credito.

Queste affermazioni sono passate in secondo piano rispetto al calo dei prezzi alla produzione registrato a dicembre negli Stati Uniti e hanno rafforzato le preoccupazioni sull’evoluzione della congiuntura economica oltre Atlantico, poiché le vendite al dettaglio nel Paese si sono contratte più del previsto, alimentando lo spettro della recessione. Tanto più che la produzione industriale statunitense è diminuita significativamente più del previsto il mese scorso.

Tapas Strickland, Head of Economics presso National Australia Bank, commenta: “Il calo delle vendite al dettaglio e della produzione industriale si aggiunge al tema del rallentamento dell’economia e della recessione nel 2023. Ciò respinge lo scenario di atterraggio morbido che ha dominato i mercati da gennaio.”

READ  Papier toilette, essuie-tout, mouchoirs: augmentation du prix ou pénurie, voici à quoi s'attendre

Allo stesso tempo, le emissioni finanziarie delle imprese continuano con successo variabile, soprattutto nel settore bancario. A tal proposito, i risultati attesi da Netflix dopo la chiusura saranno un banco di prova per il settore delle nuove tecnologie. Prima di allora, il gigante dei beni di prima necessità Procter & Gamble avrà consegnato i conti del quarto trimestre.

Wall Street

Mercoledì la Borsa di New York ha chiuso in ribasso dopo che i dati economici deboli e i dati dei funzionari della Federal Reserve hanno favorito un altro aumento dei tassi.

L’indice Dow Jones è sceso dell’1,81%, o 613,89 punti, a 33.296,96 punti.

Il più ampio indice S&P-500 ha perso 62,11 punti, o l’1,56%, a 3.928,86 punti.

L’indice Nasdaq Composite è sceso di 138,1 punti (-1,24%) a 10.957,01 punti.

Microsoft ha inoltre annunciato la perdita di 10.000 posti di lavoro per far fronte ai minori costi per i suoi clienti nel calcolo dematerializzato (“il cloud”) e al contesto economico incerto.

In Asia

Alla Borsa di Tokyo, l’indice Nikkei ha chiuso in ribasso dell’1,44% a 26.405,23 punti e il più ampio indice Topix è sceso dell’1%, a 1.915,62 punti.

In Cina, lo Shanghai SSE Composite è salito dello 0,49%, mentre il CSI 300 è salito dello 0,62%.

i cambiamenti

In valuta estera, il dollaro è pressoché piatto (-0,07%) rispetto a un paniere di valute internazionali.

La valuta giapponese si sta dirigendo verso l’alto rispetto al dollaro, a 128,14 yen per dollaro, poiché gli operatori prevedono un aggiustamento di marzo o aprile della politica di super-aggiustamento della Banca del Giappone (BoJ) dopo la sua inaspettata decisione del giorno prima di sceglierla. la situazione attuale.

READ  Rinnovati gli scioperi a TotalEnergies ed ExxonMobil, eccezioni alle stazioni di servizio

Il dollaro neozelandese è sceso dello 0,74% a 0,63975$ dopo il sorprendente annuncio delle dimissioni del primo ministro neozelandese Jacinda Ardern.

L’euro viene scambiato a $ 1,0784 (-0,07%).

Una media

Il rendimento del Treasury USA a 10 anni è sceso di quasi cinque punti base al 3,32%, il livello più basso da settembre.

Ovvero, il Bund tedesco della stessa scadenza, chiuso mercoledì in ribasso di otto punti, sta ancora producendo quasi tre punti, all’1,98%.

il petrolio

I prezzi del petrolio sono di nuovo in calo nel contesto di rinnovati timori di recessione: un barile di greggio Brent è sceso dello 0,95% a 84,17 dollari e un barile di greggio leggero statunitense (WTI) è sceso dell’1,14% a 78,57 dollari.

Condizione di mercato:

(Alcuni dati potrebbero mostrare un leggero spostamento)

(a cura di Claude Chandjou, a cura di Kate Enteringer)