Luglio 12, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Stiamo cercando di trovare una via d’uscita e di deviare dalla soluzione più ovvia”.

“Stiamo cercando di trovare una via d’uscita e di deviare dalla soluzione più ovvia”.

In occasione dell’inizio della COP 28 a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, dal 30 novembre al 12 dicembre, abbiamo intervistato diversi importanti scienziati del clima sulle loro speranze e previsioni. Le precedenti 27 conferenze sui cambiamenti climatici non sono riuscite a catalizzare un’azione globale e coordinata a favore di un pianeta più sostenibile. Qual è l’opinione di uno dei principali autori del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici negli ultimi anni?

Dopo aver raccolto i commenti ottimistici del climatologo dell’IPSL Davide Faranda, e poi quelli più deludenti del ricercatore Cerege Joël Guiot, questa volta è uno dei principali autori dell’IPSL degli ultimi anni a darci la sua opinione. Roland Severian est Scienziato del climaScienziato del clima e ricercatore presso il CNRM (Università di Tolosa, Bollettino meteorologicoBollettino meteorologico-Francia, Centro Nazionale per la Ricerca Scientifica). È anche l’autore principale del rapporto del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici del 2018, come parte del sesto rapportoH Fase di valutazione. Ci spiega perché ha deciso di boicottare la COP28.

Quest’anno parteciperai alla COP?

Roland Severian: Ho avuto l’opportunità di partecipare a COP precedenti, di persona o da remoto. Ho creato eventi per il Padiglione Europeo di queste COP, ma ho rifiutato di partecipare alla COP28. La comunità scientifica resterà presente e sarà rappresentato il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici.

Cosa è mancato nelle COP precedenti e cosa vorresti vedere cambiato alla COP28?

Roland Severian: Non direi che non ci siano riusciti, semplicemente mancavano di ambizione. Perché, BeneQueste COP hanno ottenuto qualcosa, ma ovviamente molto meno del necessario. Ciò che manca è la considerazione degli interessi non governativi: come possiamo difendere gli oceani e la biodiversità? Il processo COP è concepito per difendere gli interessi delle persone, non del pianeta così com’è GayGay.

READ  L'Italia estende il permesso di vaccinazione a fronte dell'onda variabile Omicron

Siete ancora interessati ai progressi fatti alla COP28 e alle decisioni che verranno prese?

Roland Severian: Ho uno stato d’animo ottimista, quindi continuo a cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno. Questa COP servirà come momento di valutazione, con un processo di verifica degli impegni a livello di impegni TrasmissioneTrasmissione dei gas serra. Questa valutazione sarà condotta per la prima volta formalmente. Una volta notata questa osservazione, ci sarà consapevolezza? Lo spero. Dobbiamo ricordare che dal 2015 sono accadute cose buone e che la traiettoria del riscaldamento globale non ha preso una svolta così estrema come si temeva. Questa COP sarà anche un’opportunità per dare credibilità alle ONG che lottano affinché i nostri governi agiscano.

Quali sono le tre principali misure che vi aspettate alla fine della COP28?

Roland Severian: Le tre misure principali che vorrei vedere implementate sono:

  • Uscire immediatamente dal carbone, cosa che non è ancora avvenuta, ma ritirare anche tutti i sussidi per i combustibili fossili;
  • Stop all’esplorazione per nuovi progetti di estrazione: deve esserci un chiaro divieto alla costruzione di nuove centrali elettriche e a qualsiasi progetto di sfruttamento legato ai combustibili fossili. Ciò dovrebbe far parte della preoccupazione di combattere la disuguaglianza. Bisogna tenere conto del rischio di danni per coloro che vivono in zone rurali e che dipendono dai combustibili fossili;
  • Sistema di incentivi finanziari per la diffusione delle energie rinnovabili. Dobbiamo trovare un modo per rendere i combustibili fossili meno redditizi e fare in modo che le banche smettano di finanziarli.

Tenere questa COP a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, un Paese che ricava parte della sua economia dal petrolio, non avrebbe un forte impatto sulle decisioni che verranno prese?

Roland Severian: Se gli scienziati del clima stanno evitando di tenere questa conferenza, altri ne hanno compreso l’importanza. Negli ultimi anni c’è stato un numero crescente di lobbisti da parte di olioolio Chi partecipa alle conferenze dei partiti. Hanno troppo potere per compromettere l’output del testo. Il settore petrolifero si propone sempre più come una possibile via d’uscita dal problema Cambiamento climaticoCambiamento climatico.

READ  Volodymyr Zelenskyj ammette la situazione “molto difficile” in cui versano le forze russe

Ricorda il film Il disastro : L’umanità viene salvata dalle trivellazioni delle petroliereasteroideasteroide. Stiamo assistendo allo stesso scenario con le compagnie petrolifere che sostengono la tecnologia di cattura dell’anidride carbonica.2.

L’attuale Presidente della COP vuole promuovere un sistema in questo senso di trasformazione ambientale. A mio avviso è una cortina di fumo. Sono migliaiaAnno luceAnno luce Essere in grado di camminare su una scala così grande. D’altra parte, rischiamo di pagare i sussidi alle compagnie petrolifere due volte di seguito: per eliminare l’anidride carbonica2 E poi isolarlo nel terreno! Per gli Emirati Arabi Uniti è necessario implementare questo sistema. Prima di iniziare a impegnarci, cerchiamo di trovare una via d’uscita e di deviare dalla soluzione più ovvia.