Maggio 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Continueremo fino al ritiro della legge, non abbiamo paura!  »

“Continueremo fino al ritiro della legge, non abbiamo paura! »

Come ogni sera da tre settimane, migliaia di persone hanno manifestato nel centro di Tbilisi la sera di venerdì 3 maggio per protestare contro un progetto di legge sulla…“Influenza straniera” Che è stata approvata dal Parlamento mercoledì in seconda lettura. “No alla legge russa!” », “L’Europa è l’unica via verso la civiltà!” » I manifestanti, riunitisi in prima serata in Freedom Square, di fronte al Paragraph Hotel, una delle proprietà del miliardario Bidzina Ivanishvili, fondatore e attuale leader del Georgian Dream Party, il partito al potere in Georgia da undici anni, cantato.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati In Georgia, la repressione inizia dopo la retorica antioccidentale delle autorità

Qualificato come “Legge russa” Secondo i critici il testo è simile a quello adottato dalla Duma nel 2012 per mettere a tacere l’opposizione al regime di Vladimir Putin. In Georgia, come in Russia, la legge richiede che i media indipendenti e le organizzazioni della società civile si registrino come entità “Perseguire gli interessi di una potenza straniera” Se ottengono più del 20% del loro finanziamento dall’estero.

“Essere etichettati come ‘agenti stranieri’ nel proprio Paese è umiliante, il che ci rende traditori”.“, si rammarica Keti Gojaridze, specialista ambientale della ONG locale Green Alternative. Per tre settimane, questa attivista di 52 anni è stata presente a tutte le marce, convinta che il futuro del suo paese si decida attualmente nelle strade di Tbilisi. “Nel 2008, la Russia ci ha invaso, era il nemico ed è stato semplice. Oggi siamo sotto attacco da parte del nostro governo, che cerca di mettere la museruola alla società civile e di isolarci dall’Unione Europea. Non resteremo a guardare”.Promisi.

READ  Un des « Beatles » dell'organizzazione Etat islamique condamné à la perpétuité aux Etats-Unis

“Ci sentiamo europei”

I giovani sono il motore della protesta. Bandiera georgiana sulle spalle, Nya, Salome, Tengu, Nodariko, studentesse o liceali, difficilmente si sentono attratte dal modello russo. Il nostro governo appartiene a Mosca, non a noi. “Ci sentiamo europei.”dice Salome Aladashvili, una studentessa liceale di 16 anni. “Continueremo fino al ritiro della legge, non abbiamo paura! »“Urla la sua amica Nia Khorstselava, 15 anni, il viso da bambina incorniciato da due trecce castane. Crede nella legge “Distrugge il sogno europeo” Del paese e “Danneggia il futuro” Dai giovani. In ogni modo ? “Tutti i settori, i media, le ONG e l’istruzione saranno colpiti. Soprattutto le organizzazioni che garantiscono lo scambio di studenti, ad esempio nell’ambito del programma Erasmus. Le nostre relazioni con l’Unione europea si indeboliranno, e questo è ciò che il governo vuole”.

Ti resta il 57,52% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.