Marzo 1, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

[Salvador] La rivoluzione dei valori nell’università contemporanea

[Salvador] La rivoluzione dei valori nell’università contemporanea

Geografia: che bella scienza! Studio delle regioni e dei paesaggi e della loro composizione; La sua popolazione e lo sviluppo nel tempo. Vedi in Scienze della Terra i contorni di una vita liberata dagli umani. Questo è il senso del metodo dei geografi, no?

E cosa potrebbe esserci di più legittimo che voler semplicemente servire il proprio Paese osservando, disegnando e proiettando incisioni per consentire agli eserciti di diffondersi in terre lontane. Anche se i sistemi GPS hanno ormai invaso da tempo gli spazi privati, l'interesse per le mappe è ancora dietro l'angolo. Era solo perché da qualche parte avevamo la capacità di vedere il mondo come lo avevano dipinto i nostri antenati molto tempo fa?

La geografia interviene gradualmente
Nel dibattito pubblico.

Tuttavia, la geografia è diventata una scienza umana. Ora, fondendo geografia “biologica” e “umana”, la geografia si definisce come “ecologia” che pensa alla geografia solo nella sua dimensione sociale. Gli esseri umani non sopportano più il paesaggio nella geografia moderna: lo modellano.

Inoltre, oggi i dipartimenti di Geografia sono stati integrati nelle Facoltà di Lettere e Filosofia di tutte le università. Guarda al lato più politico della scena e passa gradualmente dalla descrizione alla ricetta.

Quindi non ci sorprenderemo nel vedere i corsi di geografia offrire prima moduli dedicati all' Comprendere l’ambiente e i suoi cambiamenti. Legge sullo sviluppo sostenibile dei territori; Pensa all’organizzazione dello spazio (movimento e migrazione delle persone) Ambiente e migrazione: la geografia, una scienza sociale, entra gradualmente nel dibattito pubblico sulla base dell'attività politica meritevole di sostegno prima di essere dichiarata di grande importanza per l'organizzazione politica.

Ma c'è di meglio.

Lo studente di geografia non vede più il mondo così com'è, ma si preoccupa dei suoi eccessi, che condanna. Ciò rafforza la sua ferma convinzione che il mondo sia sull’orlo dell’apocalisse. C'è troppa gente, le risorse sono esaurite, l'universo vacilla: lui non ci crede più, lo sa.

E in tutto ciò è legittimo, perché, come scriveva un celebre geografo in una guida essenziale, dallo spazio di genere allo spazio queerizzato Il geografo appartiene alla categoria degli esperti autorevoli e non può ignorare il fatto che contribuisce a creare ciò che descrive. Dobbiamo rileggere questa frase e rifletterci sopra: Nasce un esperto, un investitore “Il geografo non è solo uno scienziato, è un mago. La distanza è ormai molto sottile tra lo scienziato e l'attivista il cui obiettivo è proprio la modificazione del comportamento attraverso l'esperienza e il cui potere di trasformazione quasi magica (“performance”) deve essere messi al servizio della causa della trasformazione urbana.

Ma c'è di meglio.

Il corpo umano stesso, che tu ed io potremmo quasi riconoscere come territorio dell'immagine, è diventato un territorio geografico e la geografia della sessualità pretende di essere un legittimo campo di indagine. Sulla base di questa idea semplicistica, la pornografia è vista come uno strumento di movimento nello spazio pubblico. La geografia, convinta di praticare la scienza, divenne nota per i suoi nudi eventi educativi.

Tutte le discipline umanistiche stanno subendo una trasformazione
Per il campo epistemologico
Verso l'attività politica

Tutte le discipline umanistiche stanno assistendo a un tale spostamento dal campo cognitivo verso l’attività politica. In una delle ultime giornate organizzate in “Genere e Linguaggio”, si legge come focus della domanda di ricerca dei giovani ricercatori: “ Come possiamo posizionarci come ricercatori di studi di genere all’interno delle nostre strutture di ricerca, quando un attacco corsivo conservatore attacca i nostri quadri teorici? »

READ  Non è finzione, è scienza

La reazione conservatrice è chiaramente rivolta a tutti coloro che si interrogano su questo brutto cambiamento. Il loro “quadro teorico”, che non è uno, ma chi può dirlo? – Non è senza alcuna contraddizione. In un altro convegno organizzato nel 2019, che era il suo obiettivo com.queeriser Estetica Leggiamo la seguente domanda: “ Come può il pensiero queer restituire alle opere d’arte l’infinita “apertura” che ne fa il loro stesso essere? Cosa sono i resistori? ».

Un’altra conferenza sulla storia medievale ha rivelato questa confessione: “ Pensatori e attivisti hanno guardato alla storia e messo in discussione l’esclusivo binario di genere dei secoli passati “, che secondo noi è modernizzazione” L'archeologia delle identità trans ».

Una rivista psicoanalitica lancia un appello perché “Come tutte le scienze sociali e umane, anche la psicoanalisi vede oggi messa in discussione la sua pretesa di universalità [par] Mobilitazione femminista, LGBT, decoloniale e antirazzista L’elenco delle caratteristiche sorprendenti della decostruzione nelle discipline universitarie potrebbe continuare all’infinito.

Non ci sorprenderemo quindi quando nel 2021 troveremo un invito a tenere una conferenza sulla questione del Natale presso l’Università di Parigi Nanterre. La scienza si dedica con entusiasmo alla bella impresa”. Decostruire questa finzione letteraria per rivelare i meccanismi attraverso i quali lusinga il nostro amore per il racconto ».

Perché vedete, l’idea di passaggio e di autodeterminazione di genere non è affatto una fantasia letteraria universitaria: è una dottrina immateriale. Ma Natale? È un mito “pagano”, “consumista”, odioso, “laico” e abominevole. Allora ridiamo finché c'è tempo, e soprattutto: non dimentichiamoci di augurare a tutti un Buon Natale!