Dicembre 1, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’inflazione costringe i francesi a concedersi una vita?

In ottobre, i francesi si concedevano più le calze di lana di quanto mettessero da parte i soldi. La raccolta di Livret A è stata largamente negativa in ottobre con -1,1 miliardi di euro per tutte le reti.

È questo un disastro e l’inizio della piaga dell’inflazione sul potere d’acquisto delle nostre famiglie?

Non sono sicuro in realtà.

In effetti, ottobre è un brutto mese per il libro A perché è un periodo di spesa, non di economia. Le persone spendono per gli acquisti di ritorno a scuola, per pagare le tasse sulla proprietà o il resto della tassa sulla casa, per non parlare delle compensazioni dell’imposta sul reddito da pagare.

Pertanto, il deflusso del Livret A in ottobre è un fenomeno ben noto e quest’anno è stato meno forte del solito e uno dei più deboli degli ultimi 10 anni.

Con l’aumento del tasso salariale specificamente correlato all’aumento dei tassi della BCE in aumento a causa dell’aumento dell’inflazione, il Distretto A potrebbe vedere una raccolta annuale più forte del previsto.

Infine, per il momento, non solo possiamo dire che l’inflazione fa scivolare i francesi nei loro calzini di lana, ma può essere paradossalmente il contrario. I francesi risparmieranno di più per ogni evenienza e perché sono attenti. È assolutamente una buona idea. Attenzione o sicurezza.

Carlo Snat

Questo è un articolo ‘giornalistico’, cioè esente da riproduzione totale o parziale a condizione che questo paragrafo venga riprodotto successivamente.Insolentiae.com è il sito dove Charles Sannat si esprime quotidianamente e fornisce un’analisi spudorata e senza compromessi delle notizie economiche.Grazie per aver visitato il mio sito. Puoi iscriverti gratuitamente alla nostra newsletter quotidiana su www.insolentiae.com »

fonte Le Figaro.fr è qui

READ  Il capo del sindacato infermieristico ha gridato di fronte alla carenza di carburante