Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Svizzera rimane il paese più attraente al mondo per i talenti, Francia 19

Selon l’Insead, “I paesi europei dominano i primi 25”. Dennis Rudy / stock.adobe.com

La Francia, che da un decennio avanza costantemente nel Global Talent Competitiveness Index, è ancora nella stessa posizione dell’anno scorso.

La Svizzera rimane il Paese più in grado di attrarre, produrre e trattenere talenti, secondo l’edizione 2022 del Global Talent Competitiveness Index (GTCI) pubblicato giovedì da Insead, Portulans Institute e Human Capital Leadership Institute. Subito dietro di te, segui Singapore, la Danimarca e poi gli Stati Uniti. Questa è la prima volta che il paese scandinavo è entrato tra i primi tre. “I paesi europei dominano i primi 25” Da questa classifica che ha preso in esame 133 paesi, si sottolineano le istituzioni.

Dobbiamo ancora aspettare il 19° posto per vedere arrivare la Francia; Come l’anno scorso. “In 10 anni, ad eccezione del 2017, la posizione della Francia è costantemente migliorata, riflettendo una migliore competitività”Benvenuto a Bruno Lanvin, co-fondatore di Index presso Insead, il prestigioso istituto di istruzione superiore. Si noti che la Cina è salita al 36° posto, “Diventa il paese a reddito medio-alto più competitivo per i talenti”.

Il risultato della Francia si spiega soprattutto perché fa parte della top ten per produzione di talenti (9° posto). Questo, secondo lo studio, si basa su un’istruzione di alta qualità (il quindicesimo); Ma è soprattutto uno dei leader mondiali nel (IV) life coaching, anche per dirigenti. Anche la Francia è in una buona posizione Competenze professionali e tecniche. Il bilancio mostra invece un rallentamento di apprendistato, tirocinio e studio, molto in ritardo rispetto ad altri Paesi europei, come la Germania o la Svizzera, anche se si sono sviluppati in modo significativo negli ultimi tre anni. Inoltre, la flessibilità del mercato del lavoro è ancora inferiore a quella dei suoi vicini. Infine, vi sono alcune preoccupazioni riguardo all’attuale carenza di competenze e alla difficoltà di reperire dipendenti qualificati (classificati al 43° posto in termini di occupabilità).

READ  Kiev ha affermato che "la situazione è critica" dopo gli attacchi russi alle centrali elettriche

qualità della vita

Anche gli indicatori lo dimostrano “La Francia è un bel paese in cui vivere e alcune città di medie dimensioni attraggono davvero talenti”, conferma Bruno Lanvin. Il problema francese viene più della sua capacità di attrarre talenti, “La colonna con il punteggio più basso in Francia”, secondo lo studio. Suggerendo che potrebbe migliorare con una maggiore “apertura verso l’esterno” verso i talenti stranieri (la Francia è al 22° posto) e una maggiore “apertura interna” (26). “Grazie a una maggiore tolleranza verso le minoranze e gli immigrati”, Appunti di studio. Bruno Lanvin cita l’esempio del Canada nell’iniziativa Search for Foreign Residents. Infatti, per soddisfare il fabbisogno di manodopera, lo Stato ha ideato un piano per trovare più lavoratori e attirare stranieri più qualificati in settori chiave di attività, come quello manifatturiero e sanitario. La Francia sta appena iniziando a muoversi in questa direzione. I ministri del Lavoro e dell’Interno, Olivier Dusupet e Gerald Darmanin, hanno annunciato mercoledì che stanno valutando la possibilità di impegnarsi maggiormente con i lavoratori migranti nel tentativo di superare le difficoltà occupazionali esplose in Francia due anni fa. Ciò includerà, in particolare, la creazione di un permesso di soggiorno.Lavora in una situazione stressante».


Guarda anche Immigrazione: Darmanin chiede di “combattere la gravità sociale” per Mayotte