Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Bolsonaro chiede l’apertura delle strade ma incoraggia i manifestanti

Jair Bolsonaro ha continuato il suo doppio discorso, mercoledì 2 novembre, Il giorno dopo il suo primo discorso dalle elezioni Che ha perso contro l’ex presidente Luis Inacio Lula da Silva, dice Lula. Il presidente brasiliano uscente ha chiesto ai suoi sostenitori di aprire le strade sostenendo “Legittime dimostrazioni”Alla fine di una giornata i suoi sostenitori si sono radunati davanti ai posti di comando e hanno chiesto l’intervento dell’esercito.

“Vi imploro: aprite le strade. Non mi sembra che questo faccia parte delle legittime manifestazioni”Lo ha detto il leader di estrema destra, in un video postato sui social, riferendosi alle barriere che erano mantenute in più della metà degli stati, anche se il giorno prima erano meno.

“Le altre manifestazioni che si stanno organizzando in tutto il Brasile, in altri luoghi, fanno parte del gioco democratico, sono le benvenute”Ha aggiunto.

Mercoledì ha visto un episodio violento: a un posto di blocco vicino a Mirasol, nello stato (sudorientale) di San Paolo, un automobilista ha speronato i manifestanti, ferendone almeno sette, secondo la CNN. E alcuni estremisti si sono rivelati una minaccia per i giornalisti, tra cui una squadra dell’Agence France-Presse, in particolare a San Paolo, dove il numero dei manifestanti ha iniziato a diminuire verso la fine del pomeriggio.

Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti In Brasile, di fronte alla minaccia del caos, Bolsonaro rompe il silenzio e gioca con calma

Bolsonaro ha rotto un silenzio di due giorni martedì per dirlo “Sarai rispettato” Costituzione e ha dato il via libera a muoversi con il suo successore di sinistra Lula. Ma ha anche lanciato un messaggio di incoraggiamento dai suoi sostenitori: Le proteste pacifiche saranno sempre ben accette. » Secondo lui, loro “Il frutto della rabbia e del senso di ingiustizia riguardo allo svolgimento del processo elettorale”frase ripetuta mercoledì dal suo vice, Eduardo Bolsonaro, in un post su Instagram che mostrava una veduta aerea della manifestazione di Rio de Janeiro.

READ  «Le projet de Madame Le Pen nécessite un “Frexit”»

Saluto nazista

E a San Paolo, migliaia di “polisoniani” hanno manifestato davanti al comando militare del sud-est, chiedendo l’intervento dell’esercito con grida di “intervento”. immediatamente la federazione., ha osservato un giornalista dell’Agence France-Presse. Una manifestazione simile davanti al quartier generale dell’esercito a Brasilia ha anche raccolto migliaia di manifestanti, secondo un fotografo dell’AFP, alcuni dei quali hanno applaudito. “resistenza civile”.

I sostenitori del presidente brasiliano Jair Bolsonaro, sconfitto alle elezioni presidenziali, chiedono l'intervento dell'esercito davanti al 63° reggimento di fanteria, a Estreto, nello stato di Santa Catarina (Brasile), il 2 novembre 2022.

Lo stesso scenario a Rio de Janeiro, dove migliaia di manifestanti hanno cantato davanti al comando militare: “Se non fosse per te, ladro, saresti in prigione.”Secondo un corrispondente dell’AFP. “Chiediamo (…) un intervento militare affinché il nostro Paese non diventi comunista”Rodrigo da Mata, un venditore di 41 anni, ha detto all’AFP di San Paolo. Non riconosciamo il risultato elettorale perché sappiamo che è stato fraudolento. Come tutto ciò che fa il Partito Laburista”., aggiunge su PT Lula. Il saluto nazista è stato filmato durante le proteste nello stato meridionale di Santa Catarina.

Secondo il sito di notizie UOL, mercoledì si sono svolte manifestazioni a favore dell’intervento dell’esercito davanti agli edifici militari in 11 stati (su 27) del Paese. “Inutile piangere, abbiamo perso la partita”Tuttavia, ha detto al giornale Lo scienziato, Il vicepresidente Hamilton Muraw, che ha spesso mostrato uno spirito di indipendenza dal capo dello stato.

difficoltà di approvvigionamento

Il numero di blocchi stradali è diminuito di quasi la metà mercoledì: la polizia stradale federale (PRF) ha affermato che rimangono circa un centinaio di blocchi stradali che interessano 12 stati, secondo un rapporto pubblicato mercoledì sera. Ha aggiunto che 776 di queste proteste sono state disperse.

READ  Omicidio di Daria Dogwina: il governo ucraino ha "permesso" l'attacco, secondo Washington
Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti Elezioni presidenziali in Brasile: i sostenitori di Lula esultano dopo aver battuto il filo del loro eroe su Bolsonaro

Il loro numero si è notevolmente ridotto quando la polizia ha iniziato a usare la forza con l’approvazione della Corte Suprema, che li ha esortati a usarla “Tutti i mezzi necessari” per aprire strade.

A San Paolo, la polizia ha dovuto usare gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per riportare indietro il traffico sul Castelo Branco, la strada principale che collega il polmone economico del Brasile al centro-ovest del Paese, un luogo chiave per il lavoro agricolo.

Le dighe hanno causato difficoltà di approvvigionamento in Brasile, che dipende quasi esclusivamente dal trasporto su gomma per trasportare merci e prodotti alimentari. Lo ha avvertito martedì la Federazione nazionale delle industrie “Rischio di carenza e carenza di carburante” Se le barriere non vengono alzate rapidamente. Il sito web di informazione G1 da parte sua ha stimato che il 70% dei supermercati stava già riscontrando carenze di alcuni prodotti.

Lo scienziato