Novembre 29, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Già la fine della plastica riciclata per gli stampi

Già la fine della plastica riciclata per gli stampi

Lego voleva usare l’RPET

Lego ha scommesso molto sull’RPET (abbreviazione di “polietilene tereftalato riciclato”), plastica ricavata da bottiglie riciclate. Ma la sorpresa, come rivela il CEO Nils Christiansen Financial Times Questo materiale richiedeva attrezzature aggiuntive, aumentando così l’impronta di carbonio.

A causa del suo impegno nel ridurre le emissioni di carbonio, Lego, che utilizza ampiamente la plastica, è rimasta bloccata. Invece di ridurla, l’impronta di carbonio sarebbe aumentata. Si stava avvicinando un paradosso che il colosso non si aspettava e che portò all’abbandono del progetto.

Enorme uso di olio nella produzione di mattoni

L’obiettivo iniziale di LEGO era ambizioso: eliminare tutta la plastica a base di petrolio entro il 2030. Ma la realtà è più complessa. Sapevi che l’ABS (acrilonitrile butadiene stirene), la plastica attualmente utilizzata da Lego, richiede circa 2 kg di petrolio per produrre 1 kg di plastica?

Il consumo di petrolio di LEGO, e quindi la sua impronta di carbonio, è in realtà enorme. Ogni anno la Lego produce 75 miliardi di pezzi per le sue scatole. I fondi di cui il gruppo vende in media 7 quote al secondo in tutto il mondo. Sono 604.800… al giorno!

Lego non abbandona del tutto il suo scopo

Il passaggio all’RPET è stato un miserabile fallimento per Lego. Ma il colosso danese non può fare altro che rispettare le esigenze ambientali.

LEGO finalmente non si arrende! Il marchio prevede di rendere l’ABS più sostenibile incorporando materiali di origine biologica e riciclati. E non è tutto! Lego investirà fino a 3 miliardi di dollari all’anno entro il 2025 nella sostenibilità. Un passo da gigante verso un futuro più verde!

READ  Meta registra un calo storico delle entrate

Un altro punto di sviluppo affrontato da Tim Brooks, responsabile della strategia di sostenibilità del gruppo, è la questione del riciclaggio delle parti. Negli armadi ci sono molti pezzi Lego, che possono essere riutilizzati nelle scatole. ” Stiamo cercando un modello di business circolare: come possiamo guadagnare riutilizzando i mattoni. È un grande cambiamento nel modo di pensare. », annuncia il regista Financial Times.