Maggio 16, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Fornitore fuori commercio

Inserito domenica 23 gennaio 2022 – 15:30

Bulb è fallita e ha cessato le sue attività in Francia. Converte i suoi clienti in EDF.

L’impatto dei prezzi elevati dell’elettricità non è solo sui clienti, ma anche i fornitori devono affrontare difficoltà, soprattutto quelli più piccoli.

Bulb, una filiale di un gruppo britannico in bancarotta, ha perso il permesso di vendere energia in Francia, secondo un decreto pubblicato domenica 23 gennaio sulla Gazzetta Ufficiale, due giorni dopo che la società aveva annunciato la sospensione delle sue attività per questo motivo. Aumenti drammatici dei prezzi all’ingrosso dell’energia.

Questo mandato obbligatorio “in sospeso” definisce il decreto. La società ha pubblicato venerdì un comunicato stampa in cui annunciava la sospensione delle proprie attività e informava i propri clienti che si trasferiranno a EDF al prezzo regolamentato “dal 20 gennaio”, senza rischiare una riduzione.

“Dato il massiccio aumento dell’energia all’ingrosso, sta diventando chiaro che continuare a operare come non è un’opzione praticabile”, ha spiegato Boulp. La società era un attore minore in Francia, ma a fine novembre è stata messa in gestione una filiale del fornitore di energia Simple Energy, il settimo operatore britannico.

settore difficile

La cessazione della sua attività è attestata Le difficoltà incontrate dal settore in Francia, dove esistono una quarantina di fornitori alternativi a EDF, Rappresenta una quota di mercato del 28,1% al 30 settembre 2021 nel mercato residenziale, secondo l’Autorità di regolamentazione dell’energia (CRE).

E così E Leclerc Energie ha smesso di fornire elettricità ai suoi clienti il ​​31 ottobre. Il permesso di operare di Hydroption è stato revocato all’inizio di dicembre dopo che il tribunale commerciale di Tolone ne ha ordinato la liquidazione.

READ  La Borsa di Parigi ha battuto il suo record di 21 anni nella sessione

L’Associazione dei consumatori CLCV ha anche citato in giudizio quattro operatori alla fine di novembre per pratiche commerciali ingannevoli, come il passaggio senza il consenso esplicito del cliente a una visualizzazione indicizzata del prezzo di vendita regolamentato a una visualizzazione indicizzata delle fluttuazioni nel mercato all’ingrosso, che presenta ai consumatori una maggiore visibilità rischio e aumenta le bollette in caso di incidente Aumento dei prezzi all’ingrosso. Questa azione si rivolge a Ovo Energy, ekWateur, GreenYellow (Cdiscount) e Mint Energy.

28 fornitori su 50 sono in bancarotta in Gran Bretagna

In Gran Bretagna, secondo la British Energy Authority (Ofgem), almeno 28 fornitori di energia elettrica su cinquanta sono falliti nel 2021 dall’inizio della crisi a causa di un improvviso aumento dei prezzi del gas seguito da un aumento dei prezzi dell’elettricità. Per ridurre l’impatto di questo aumento dei prezzi dell’elettricità sui consumatori, il governo ha fatto questo Decide di limitare l’aumento programmato di febbraio della tariffa di vendita regolamentata del 4%, attraverso la riduzione delle tasse e il contributo EDF.

Senza queste misure, la tariffa regolamentata avrebbe dovuto aumentare del 44,5%.