Luglio 16, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Aung San Suu Kyi è stata condannata a ulteriori 7 anni di carcere, per un totale di 33 anni

Aung San Suu Kyi è stata condannata a ulteriori 7 anni di carcere, per un totale di 33 anni

Il famoso oppositore di 77 anni è stato condannato dopo una procedura di 18 mesi.

Leader birmano deposto Aung San Suu Kyi Un tribunale militare lo ha condannato ad altri sette anni di carcere per corruzione, V.I L’ultima parte del suo esperimento fluvialeVenerdì una fonte giudiziaria ha detto all’AFP che un totale di 33 anni è dietro le sbarre.

Il famoso antagonista di 77 anni apparso in “buona saluteSecondo questa fonte, potrebbe finire in prigione una vita segnata dalla sua lotta per la democrazia. vincitore dentro premio Nobel per la pace 1991 è stato imprigionato dal colpo di stato militare del 1° febbraio 2021 che ha posto fine a un breve periodo di libertà in questo paese del sud-est asiatico dalla storia turbolenta.

Un tribunale della capitale, Naypyidaw, con sede eccezionalmente nel carcere dove Aung San Suu Kyi è stata messa in isolamento, ha dichiarato venerdì l’ex leader colpevole di cinque accuse di corruzione nei suoi confronti.

“perdita per lo stato”

Nel caso del noleggio di un elicottero a un ministro, è stata accusata di non aver rispettato le regole e di aver causato “perdita per lo Stato». «Tutti i suoi casi sono chiusi e non ci sono più accuse contro di leiha detto una fonte che ha chiesto di non essere nominata.

Corruzione, brogli elettorali, violazione dei segreti di Stato, restrizioni anti-COVID… Dall’avvio del procedimento giudiziario, iniziato nel giugno 2021, Aung San Suu Kyi è stata condannata per diversi reati.

La fine del suo processo di 18 mesi, che gruppi per i diritti umani hanno descritto come una resa dei conti legale, apre un nuovo periodo di incertezza in Birmania, con la possibilità di elezioni del 2023 promesse dalla giunta militare, in cerca di legittimità.

READ  Un tribunale dell’Arizona prende in esame una legge vecchia di 160 anni che vieta quasi completamente l’aborto

Risoluzione delle Nazioni Unite

Le ultime elezioni legislative, nel 2015 e nel 2020, hanno spinto al potere la Lega Nazionale per la Democrazia, il partito simbolo fondato da Aung San Suu Kyi alla fine degli anni ’80.

I militari hanno giustificato il colpo di stato del 2021 affermando di aver rilevato milioni di voti irregolari nell’ultimo scrutinio, che gli osservatori internazionali hanno ritenuto generalmente liberi. Il suo piano per nuove elezioni è stato criticato dagli Stati Uniti, ma la Russia, stretto alleato e fornitore di armi, lo ha accolto con favore.

il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite Hanno chiesto l’immediato rilascio di Aung San Suu Kyi questo mese, nella sua prima decisione da decenni sulla situazione in Birmania. L’appello, giunto in un raro momento di unità, è stato reso possibile dall’astensione di Cina e Russia, abituali sostenitori di Naypyidaw, che hanno abbandonato il loro potere di veto.

Disordine

Il consiglio militare ha immediatamente accusato le Nazioni Unite Vuole “Destabilizzazione” Paese. Dal colpo di stato, il detenuto è stato visto solo poche volte, in foto sgranate scattate dai media statali in un’aula di tribunale vuota. Gli esperti affermano che la vincitrice del premio Nobel per la pace potrebbe scontare parte della sua pena detentiva agli arresti domiciliari.

Aung San Suu Kyi rimane una figura popolare in Birmania, anche se la sua immagine internazionale è stata danneggiata dalla sua incapacità di venire in difesa della minoranza musulmana Rohingya, vittime di abusi da parte dell’esercito nel 2016 e nel 2017 -“GenocidioSecondo Washington. La Birmania post-golpe è precipitata in un periodo di caos, con violenze quotidiane tra l’esercito e sedicenti milizie che si accusavano a vicenda di aver ucciso centinaia di civili.

READ  Carlos Tavares, presidente di Stellantis, inventa l'antilobby

Più di 2.600 persone sono state uccise sotto la repressione della giunta, secondo una ONG locale. Diversi gruppi per i diritti hanno accusato l’esercito birmano di effettuare attacchi aerei sui civili, che costituiscono crimini di guerra. L’esercito, da parte sua, ha registrato l’uccisione di 4.000 civili.


Guarda anche Apertura del vertice annuale dell’ASEAN in Cambogia senza la Birmania