Luglio 16, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

nuovi aiuti militari dal Regno Unito;  La NATO invita gli alleati a “fare di più” per l’Ucraina

nuovi aiuti militari dal Regno Unito; La NATO invita gli alleati a “fare di più” per l’Ucraina

Dopo essere stato approvato dall’Unione Europea, il co-fondatore di Yandex ha detto addio

Il co-fondatore della società tecnologica russa Yandex, Arkady Volog, ha salutato ufficialmente i 20.000 dipendenti del gruppo venerdì, dopo Si è dimesso a giugno Sulla scia delle prime sanzioni internazionali associate all’invasione dell’Ucraina.

È ora che io scriva una lettera d’addio. (…) Sai, non guido Yandex Russia da molto tempo e quest’anno ho dovuto lasciare tutto [mes] posizioni » All’interno del dipartimento, ha scritto in una lettera interna all’azienda, che ha confermato ad AFP (AFP).

All’inizio di giugno si è dimesso dalla gestione di Yandex, il principale motore di ricerca russo, che ha co-fondato nel 1997, dopo che era stato ratificato unilateralmente dall’Unione Europea (UE) sotto le sanzioni legate all’Ucraina. “Yandex è il progetto della mia vita, non solo mio. Per trent’anni l’abbiamo fatto insieme fin dall’inizio, nel corso della competizione globale”ricorda Arkady Volozh, 58 anni.

come regola “Assolutamente ragionevole e necessario.” Piano di ristrutturazione aziendale “Nelle circostanze attuali”. All’inizio di dicembre, Alexey Kudrin, un confidente di Vladimir Putin, ha dichiarato di essersi unito a Yandex come “consulente per lo sviluppo” Per l’azienda, pochi giorni dopo il management ha annunciato la riorganizzazione del gruppo.

Ora, infatti, la società sarà divisa in due entità, una delle quali gestirà le attività in Russia e l’altra all’estero. Yandex è il principale motore di ricerca in Russia, ma è anche un attore dominante nei servizi di taxi e di consegna in molti paesi di lingua russa.

Il settore digitale russo è stato duramente colpito dalle sanzioni occidentali contro Mosca. Da allora il Cremlino ha cercato di sostituire i prodotti dei colossi occidentali che hanno lasciato il Paese, consolidando al contempo la sua presa su questo settore strategico.

READ  L'Egitto consentirà l'evacuazione di circa 7.000 stranieri attraverso il valico di Rafah