Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Xbox / Activision: l’acquisizione da parte di Microsoft potrebbe fallire secondo diverse fonti | Xbox Uno

Il caso per l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft è attualmente ancora nelle mani delle autorità di regolamentazione della concorrenza in diversi paesi. Sebbene la Commissione europea annuncerà oggi un’indagine approfondita, dobbiamo ancora pazientare prima di vedere i primi risultati tangibili di queste indagini. Ma fonti vicine ad Activision stanno anticipando un nuovo scenario un po’ pessimista.

Investitori e analisti sono sempre più scettici sull’acquisizione di Microsoft

Gli addetti ai lavori e gli analisti di Activision hanno parlato con i giornalisti del New York Post dei progressi dell’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft da 69 miliardi di dollari. Secondo loro, il fatto che le indagini approfondite si stiano moltiplicando e che i recenti sviluppi non vadano nella direzione di Microsoft servirà da importante ondata di scetticismo da parte degli investitori.

Gli analisti affermano che Microsoft ha voluto sfruttare il suo buon rapporto con le autorità di regolamentazione per spingere facilmente l’acquisizione di Activision Blizzard senza considerare molte indagini approfondite. La pressione su Microsoft sta crescendo tra la forte opposizione di Sony e lo scetticismo delle autorità di regolamentazione.

Nonostante Microsoft abbia affermato di voler mantenere in più occasioni la licenza di Call of Duty su tutte le piattaforme, le autorità di regolamentazione restano sospettose su questo e c’è da dire che il comportamento di Redmond non aiuta la situazione. In vista dell’indagine approfondita dell’UE di oggi, Microsoft ha rifiutato di fornire rimedi legali alle autorità di regolamentazione dell’UE, ha riferito Reuters. Il gruppo ha avuto la possibilità di introdurre nell’UE le cosiddette terapie comportamentali, come la promessa ufficiale di mantenere la licenza di Call of Duty su PlayStation. Microsoft non ha voluto farlo, e nonostante l’azienda americana abbia sempre avuto la possibilità di farlo in un secondo momento, questo comportamento resta sospetto per gli investigatori.

READ  su un servizio di saggio ce nouveau

Gli addetti ai lavori di Activision chiedono a Microsoft di voltarsi

Di fronte a ciò, gli analisti di Activision chiedono pubblicamente a Microsoft di adottare una posizione più favorevole con le autorità di regolamentazione. Inoltre, gli azionisti del gruppo saranno pagati indipendentemente dal fatto che Microsoft faccia o meno concessioni. Ecco cosa dice un analista di hedge fund che ha seguito da vicino il caso:

“Se tu fossi Activision, vorresti che Microsoft dia tutto gratuitamente per sempre. Ma questo ovviamente distruggerebbe l’economia delle convenzioni”.

Dan Ives, amministratore delegato di Wedbush Securities, ha aggiunto

“La decisione di Microsoft di acquistare Activision riguarda l’esclusività. Se rinunciare all’esclusività è uno dei compromessi necessari, Microsoft dovrà pensare a lungo e duramente per vedere se è ancora l’affare giusto. Microsoft non sta acquistando quella risorsa in modo che altre aziende possano utilizzarla Activision gioca altrettanto.” Tutto si riduce a cosa sono le concessioni”.

Per Clay Griffin, Research Analyst presso MoffettNathanson, il risultato è simile:

Microsoft non può essere obbligata ad accettare termini rigorosi.

Ciò che spicca da queste testimonianze è che la possibilità di rendere esclusivi i giochi Activision per Xbox un giorno o l’altro rimane un’attrazione importante in questa acquisizione di Microsoft, nonostante le dichiarazioni di Phil Spencer. Se Microsoft firmerà un accordo legale assicurando che i giochi Activision non siano esclusivi delle console Xbox, l’acquisizione potrebbe perdere l’interesse di Microsoft e potrebbe costituire una violazione dell’accordo, secondo queste stesse fonti.

Ora, Microsoft è legalmente obbligata a fare tutto il possibile per completare l’acquisizione. In caso contrario, Activision potrebbe citare in giudizio il produttore di Xbox se ritiene che la società guidata da Satya Nadella abbia intenzionalmente contrastato l’acquisizione. I portavoce di entrambe le società trasmettono la responsabilità e rimangono molto fiduciosi. Questo è quanto detto da parte di Activision:

“Apprezziamo molto il nostro stretto rapporto di collaborazione con Microsoft. Siamo fiduciosi nell’accordo e nel suo sviluppo e sappiamo che Microsoft sta lavorando duramente per realizzarlo. Qualsiasi suggerimento contrario è nullo”.

Un portavoce di Microsoft ha dichiarato al New York Post:

“Dal momento in cui questa acquisizione è stata annunciata, abbiamo agito con urgenza per dimostrare che intendiamo fare affari e adottiamo le misure necessarie per ottenere l’approvazione, incluso l’assunzione di impegni proattivi su come gestiamo la nostra attività con giocatori e sviluppatori nell’hub. Il processo è progredito come previsto e continuiamo ad aspettarci di concludere l’accordo in tempo”.

Testimonianze che non sono molto interessanti rispetto al resto del numero, ma sono comunque rilevanti e importanti per ottenere una lettura più globale di questa acquisizione che ha causato e continuerà a versare molto inchiostro nei prossimi mesi. Activision e Microsoft hanno recentemente confermato la loro fiducia nella fattibilità dell’accordo, previsto entro giugno 2023.

READ  Street Fighter 6 presenta i suoi 18 personaggi - Novità