Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Apple abbandonerà la sua famosa formula “Hey Siri”.

Se il brand Apple vuole semplificare l’applicazione dei comandi vocali, le modifiche non sono previste per diversi mesi.

Finora, l’assistente vocale Siri di Apple ha risposto alle domande e alle richieste dei proprietari di iPhone, iPad o HomePod con due parole: “Hey Siri” o “Hey Siri” in inglese. Invia un messaggio, richiedi informazioni, riproduci musica… Apple vuole semplificare le richieste degli utenti. Pertanto, tra pochi mesi, il colosso americano sostituirà la sua già famosa formula con un semplice “Siri”. Se il cambiamento non è di per sé significativo, ha a che fare con il brand Apple, che dovrebbe far capire a Siri che verrà richiesto solo citandone il nome. “Fare il cambiamento è una sfida tecnica che richiede una grande quantità di formazione sull’IA”, Spiega in particolare Bloomberg.

Quindi il gigante della tecnologia dovrebbe sviluppare questa mod in tutte le lingue e cambiare la sua applicazione in base ai dialetti. Perché Apple ha apportato questa modifica? Perché l’azienda vuole avvicinarsi ai suoi concorrenti. Amazon chiede ai suoi utenti di dire semplicemente “Alexa” per attivare il suo assistente vocale. Da parte sua, Microsoft ha cambiato il suo sistema da “Hey Cortana” a “Cortana”. Per ora Google mantiene il suo modello base: i suoi clienti possono chiamare il suo assistente vocale dicendo “Ok Google” o “Hey Google”. Tuttavia, ci vorrà del tempo prima che queste modifiche abbiano effetto. Secondo Bloomberg, Apple ha lavorato a questo cambiamento per diversi mesi e spera di implementare questa nuova funzionalità nel 2023 o addirittura nel 2024.

Guarda anche – iPhone, iPad e Mac… Apple avverte di una vulnerabilità di sicurezza che consente il controllo di determinati modelli

READ  Formula 1 | Horner vuole "sicurezza" se la Red Bull Powertrains (Porsche) fallisce nel 2026