Giugno 13, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Un responsabile delle risorse umane, che aveva una relazione segreta con un collega, è stato licenziato per colpa grave

Un responsabile delle risorse umane, che aveva una relazione segreta con un collega, è stato licenziato per colpa grave

Secondo la recente decisione della Corte di Cassazione, del 29 maggio 2024, attraverso il Ricorso n. 22-16.218, i datori di lavoro hanno il diritto di licenziare i dipendenti in rapporto che nascondono il loro rapporto.

I fatti sono avvenuti all’interno di un’azienda dell’Ardèche, dove esisteva una relazione intima tra due dipendenti per più di quattro anni e mezzo, tra il 2008 e il 2013. Ha lavorato nei dipartimenti delle risorse umane, mentre il suo compagno era un rappresentante sindacale.

Come più del 55% dei francesi, questa coppia si è innamorata in ufficio. Ai due colleghi è stato chiesto di partecipare ad incontri che trattavano temi molto delicati in materia di piani sociali. Uno ha difeso i diritti dei lavoratori e ha condotto scioperi contro le proposte di riduzione della forza lavoro, mentre l’altro ha dovuto giudicare queste richieste. Tuttavia, questo rapporto non ha avuto alcun impatto sul lavoro dei coniugi o dell’azienda.

Del resto, il datore di lavoro è venuto a conoscenza di questo rapporto solo nel 2014, anche se il rappresentante dei dipendenti aveva lasciato l’azienda un anno prima, nel 2013. Il dipendente è stato quindi accusato di violazione dell’obbligo di lealtà, errore punibile con il licenziamento. . La condizione che ha Impossibile restare in compagnia “, secondo le dichiarazioni dell’amministrazione.

È stato licenziato per aver nascosto una relazione: una decisione controversa

Si tratta di una misura che non ha mancato di seminare discordia. “Questa decisione contraddice gravemente il diritto alla privacy che ogni dipendente dovrebbe avere. È necessario presentare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo, a meno che presto non si debba dichiarare al datore di lavoro tutti i rapporti personali tra colleghi.”, Lise Le Borgne mi ha creduto durante un’intervista con IL Figaro.

Da parte sua, Pauline Moreau ha condotto un’intervista con Il BFM funzionaSembra comprendere l’iniziativa della Corte di Cassazione. “I fatti sono abbastanza specifici, abbiamo un dipendente delle risorse umane che ha un rapporto con un rappresentante sindacale, sono in contatto diretto e non sempre hanno interessi comuni penso che sia questa specificità a portare a questa decisione.”, Ha sottolineato.

READ  Wall Street crolla tra le preoccupazioni geopolitiche - 13/10/2023 alle 22:33

L’avvocato ritiene invece che licenziare un dipendente perché ha avuto una relazione intima con un suo collega, “Potrebbe essere vittima di discriminazione”. Possiamo poi chiederci se ogni relazione intima debba essere dichiarata al datore di lavoro, come una relazione di amicizia o un’avventura di una notte. Si noti che la Corte di Cassazione ha deciso, il 29 maggio, di non eccepire questo capo. Ciò apre la porta ad altre decisioni in questa direzione.