Giugno 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Un caso di arbovirus che ha provocato un trattamento antivirale per la zanzara tigre

Un caso di arbovirus che ha provocato un trattamento antivirale per la zanzara tigre

DottSi chiede, tante domande e, infine, una spiegazione fornita da Laurent Flament, direttore del dipartimento dell’Agenzia regionale per la sanità, al Sud Ouest la sera di lunedì 4 settembre: Se il servizio antizanzare del Servizio antizanzare di la Charente-provincia chiede un intervento marittimo, la mattina di mercoledì 6 settembre Perché un paio di settimane fa, una persona affetta da una malattia virale (dengue, chikungunya o zika) si è infettata all’estero ed è rimasta abbastanza a lungo nella zona della stazione di Saintes…

DottSi chiede, tante domande e, infine, una spiegazione fornita da Laurent Flament, direttore del dipartimento dell’Agenzia regionale per la sanità, al Sud Ouest la sera di lunedì 4 settembre: Se il servizio antizanzare del Servizio antizanzare di la provincia della Charente chiede un intervento marittimo, la mattina di mercoledì 6 settembre. Questo perché due settimane fa, una persona affetta da schizofrenia (dengue, chikungunya o zika) è rimasta fuori, nella zona della stazione di Saintes, abbastanza a lungo da essere morsa da una tigre zanzara. E poi l’insetto diventa portatore del virus.

Ho fatto rapporto tardi

Ed è per questo che, questo venerdì 1Lui è Nel mese di settembre, gli apicoltori hanno ricevuto questa e-mail: “Su richiesta dell’Agenzia sanitaria regionale (ARS) Nouvelle Aquitaine, il trattamento contro Aedes albopictus dovrebbe essere effettuato a Saintes mercoledì 6 settembre tra le 4:00 e le 18:00. I destinatari di questa e-mail informazioni perché siete proprietari di arnie, dichiarate entro un raggio di 5 km dalla zona di intervento. Al fine di ridurre i rischi legati agli animali impollinatori, tale trattamento sanitario verrà effettuato nelle ore notturne, quando le api sono protette nelle arnie .Ricordiamo che il principio attivo utilizzato è Deltametrina (Aqua-K-authrin) alla dose di 1 g/ha.Se le vostre arnie si trovano a meno di 150 metri dal perimetro di trattamento, si consiglia di spostarle o coprirle.In in questo caso vi invitiamo ad informarci della loro presenza in modo da poter valutare insieme a voi eventuali modifiche per garantire la sicurezza del vostro gregge. »

“Non farò niente, non è necessario coprire gli alveari.”

Tra i beneficiari c’è Renaud Boyer, apicoltore di Dompieres-sur-Charentes e proprietario di alveari nella valle di Arenas a Saintes. Per gli apicoltori, questa dichiarazione “meno di una settimana prima della sua attuazione” rappresenta, a suo avviso, “un passo d’azione molto antidemocratico”, ha scritto in una lettera indirizzata al servizio di controllo delle zanzare della Charente. La lettera è circolata in numerose e-mail indirizzate all’opposizione eletta Pierre Modu. Più politicamente, si chiede se il sindaco Bruno Drabron ne fosse a conoscenza. Si è unito lunedì 4 settembre. Quest’ultimo non ha risposto alle nostre richieste e Charlotte Toussaint, assistente ambientale, non era disponibile.

READ  I disturbi del sonno degli anni '30 causano problemi cognitivi

Renault Boyer avverte: “Non farò nulla; dice indignato, pensando anche ai suoi colleghi che potrebbero scoprire troppo tardi il controllo delle zanzare. Le sue strutture non riguardano in precedenza una distanza di 150 metri dove è prevista la lavorazione nell’area della stazione.

Non c’è posta informativa

Un abitante di Coeur-Paul-Daumier ha scritto, dopo essere stato informato da un apicoltore, al quotidiano Sud Ouest. “Non abbiamo ricevuto alcuna informazione su questa campagna: né nel vostro giornale al quale siamo abbonati, né in un messaggio informativo nelle nostre caselle di posta da parte del municipio. Che ne pensate di questa operazione e dei pericoli di questa irrorazione sui nostri frutti, verdure e animali? ?”

Également presidente de L’Abeille verte, associazione per un’apicoltura rispettata e un’educazione all’ambiente in Charente et en Charente-Maritime, Renaud Bouyer sarà nominato depuis vendredi 1ᵉʳ settembre per prevenire l’uso d «un potente insetticida che tutti troppi insetti. Aggiunge la sua incomprensibilità, unendosi alla sua indignazione altri connazionali come Chantal Fernandez, Charlotte Rossi, Monique e Roland Bellesi, così come due eletti dell’opposizione municipale René Benchimol-Loribe e Didier Martin. Nel pomeriggio di lunedì 4 settembre si sono incontrati simbolicamente davanti all’Albergo degli Insetti nel Giardino Pubblico.

“Tutti gli insetti, gli altri animali selvatici e gli esseri umani sono colpiti. Che cos’è un’emergenza sanitaria? Che cos’è? Come e da chi è stata valutata? Si chiedono, temendo che il controllo delle zanzare diventi un luogo comune, senza cercare alternative. Sarà una situazione molto fa caldo dal martedì al mercoledì sera ed è probabile che i residenti lascino le finestre aperte in quest’ora “fredda” della giornata. Un’altra assurdità è che questo gruppo si sia formato spontaneamente.

READ  Azione di solidarietà a favore della scienza e del pianeta

Secondo Laurent Flament, i residenti sono stati debitamente informati e invitati a chiudere le finestre mentre è in corso l’operazione di controllo delle zanzare. Per quanto riguarda il prodotto in sé, si tratta di un “insetticida sul mercato”. Sono necessarie precauzioni, come la pulizia delle verdure. Il direttore del servizio antizanzare aggiunge che “purtroppo” una sessantina di operazioni di questo tipo sono state effettuate in Nuova Aquitania e che il controllo della zanzara tigre, la mattina di mercoledì 6 settembre, sarà il sesto nella Charente-Maritimes .