Settembre 18, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

TotalEnergies si aggiudica un contratto da 27 miliardi di dollari in Iraq

Postato domenica 05 settembre 2021 alle 17:21

Il ministro iracheno del petrolio ha annunciato che tale importo copre gli investimenti nella produzione di gas e petrolio e lo sfruttamento dell’energia solare.

Questo enorme contratto dal valore totale di “27 miliardi di dollari”, ha indicato Ihsan Ismail durante una conferenza stampa a conclusione della cerimonia di firma a Baghdad con l’amministratore delegato di Total Energy Patrick Boyani. O circa 23 milioni di euro.

Il gruppo francese non ha rilasciato commenti e non ha confermato il valore del contratto. “Questo è il più grande investimento di una società occidentale in Iraq”, ha detto Ihsan Ismail.

“Implementare questi progetti è la sfida che stiamo affrontando ora”.

Si dice che sfruttare l’energia solare riduca la dipendenza dell’Iraq dai combustibili fossili.

L’Iraq ha vaste riserve di petrolio e gas. È il secondo Paese dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC), ma sta affrontando una grave crisi energetica e infiniti blackout che alimentano il malcontento sociale. I funzionari iracheni cercano di giustificare la mancanza di investimenti e il cattivo stato della rete con il calo dei prezzi del petrolio, che rappresentano oltre il 90% del reddito del Paese.

Pertanto, l’Iraq è fortemente dipendente dal suo vicino iraniano, che gli fornisce un terzo del suo fabbisogno di gas ed elettricità. Una dipendenza inquina la nota: Baghdad deve a Teheran 6 miliardi di dollari di arretrati per le sue forniture di energia. Una fonte per il ministero del petrolio iracheno ha detto prima di firmare il contratto domenica che il contratto firmato con Total Energy copre quattro progetti.

READ  L'inflazione può causare un leggero aumento del salario minimo

Il primo obiettivo è portare l’acqua di mare dal Golfo ai giacimenti petroliferi nel sud dell’Iraq. L’acqua viene utilizzata per estrarre l’olio interrato nelle cantine. Altri due progetti riguardano l’estrazione e lo sfruttamento del gas nei giacimenti meridionali dell’Iraq pieni di combustibili fossili.

Infine, il quarto progetto è relativo all’installazione di un campo per pannelli solari ad Artawi, vicino a Bassora (sud). Questa fonte irachena ha detto che i pannelli dovrebbero alla fine produrre “mille megawatt”, l’equivalente dell’energia rilasciata da un reattore nucleare. “L’Iraq non pagherà nulla”, ha detto.

L’ex Total, una delle società “Big Five” del mondo, si è appena ribattezzata TotalEnergies per simboleggiare la sua diversificazione e trasformazione in energie più pulite. Il gruppo, che rimane in gran parte concentrato su petrolio e gas, mostra la sua intenzione quest’anno di destinare il 20% dei suoi investimenti di crescita all’elettricità e alle energie rinnovabili.