Novembre 30, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Scopri un granchio dell’era dei dinosauri intrappolato nell’ambra

Gli archeologi che esplorano una regione boscosa del sud-est asiatico hanno fatto una scoperta che segnerà senza dubbio un momento importante nella loro carriera: trovano una carcassa di granchio intrappolata in un pezzo di ambra risalente a 99 milioni di anni, un periodo in cui i dinosauri erano tra i loro predatori quotidiani. Questa è la prima volta che viene scoperto un esemplare di granchio conservato risalente a questo periodo.

E questo non è l’unico record che questo “viaggiatore del tempo” sorprendentemente ben conservato ha infranto, poiché è anche il fossile di granchio più completo mai scoperto, secondo i ricercatori, che osservano che l’esemplare, Cretapsara athanata Con una lunghezza di 5 mm, è notevolmente simile ai granchi moderni.

Altri ricercatori avevano riportato la scoperta di un fossile di aragosta in un pezzo di ambra risalente a 15 milioni di anni fa in Messico. Tuttavia, questo nuovo campione, proveniente dal Myanmar, colma importanti lacune nella nostra comprensione dell’evoluzione dei tumori, comprese le differenze tra i diversi tipi di cancro. I dettagli sono stati pubblicati sulla rivista progresso scientifico.

“È semplicemente mozzafiato”

« Parliamo di conservazione eccezionale, cioè non manca un capello dice Javier Luc dell’Università di Harvard. ” E nonostante le sue piccole dimensioni, abbiamo visto molti grandi dettagli, comprese le branchie. È semplicemente mozzafiato ».

Sebbene le stime molecolari pongano l’origine dei granchi non marini a circa 130 milioni di anni fa, finora non è stata trovata alcuna prova di questi granchi dopo 75 milioni di anni. Poiché questo fossile sembra un granchio d’acqua dolce, può far risalire la storia di questo gruppo a quasi 25 milioni di anni.

READ  Perché la NASA sta lanciando una missione di deviazione degli asteroidi?

La scoperta ha rappresentato una nuova specie che il team ha chiamato Cretapsara. “Creta” per riferirsi al periodo Cretaceo e “Apsara” per evocare lo “spirito delle nuvole e dell’acqua” nella mitologia del sud-est asiatico, per onorare la cultura e il patrimonio locale. Quindi il nome completo diventa C. athanata (Cretapsara athanata).

dettagli fossili C. due I ricercatori lo hanno scoperto. © Lida Xing / China University of Geosciences

Luque e i suoi colleghi hanno analizzato il campione al microscopio standard e al microscopio a raggi X, quindi hanno identificato chiaramente gli occhi, le antenne, le chele, l’apparato boccale, i peli fini e otto zampe dell’animale, inclusa una che si è staccata dal corpo, dice Luque. se stesso dalla resina dell’albero che aveva ingoiato “come una capsula del tempo”.

Comprendere l’evoluzione dei tumori e delle specie simili

Nonostante le piccole dimensioni di questo esemplare (largo appena 2 mm), che potrebbe essere un giovane, ha molti punti in comune con i tumori esistenti. ” Ha questo guscio [coquille supérieure] Gambe rotonde e molto sviluppate, occhi grandi e una piccola coda piegata sotto il corpo “Lui spiega.” Tutte queste caratteristiche sono di tipo moderno ».

Tuttavia, secondo Lucky, questa specie presenta anche alcune differenze distintive che la collegano alle sue origini primitive, tra cui profonde scanalature sul guscio, in contrasto con le cime lisce dei granchi di oggi. Il petto è molto più stretto, come i gamberi o l’aragosta, rispetto al petto largo di un moderno granchio. ” Questo non è un anello mancante, ma un lontano cugino dell’attuale granchio ‘, lui spiega.

Le branchie del granchio indicano che vive principalmente nell’acqua, a differenza dei granchi terrestri di oggi le cui sacche d’aria simili a polmoni condividono lo spazio del corpo branchiale. ” È davvero un punto sconcertante ed eccitante “dice Locke. Come può un animale acquatico entrare nella linfa di un albero in una foresta? Dà spunti di riflessione ».

READ  10 pepite da afferrare con urgenza questo giovedì 🔥

« La spiegazione plausibile è che il granchio fosse in un breve viaggio di terra tra due corpi d’acqua quando è rimasto intrappolato. La spiegazione di Loki. « Tuttavia, la sua sfortuna ha rivelato un tesoro scientifico “inestimabile”: la resina si indurisce rapidamente in acqua – “come una super-colla”, quindi raramente produce fossili.. È triste per l’animale, ma era praticamente l’unica possibilità che avevamo di sapere che esisteva ».

La ricerca di Luque e colleghi mira a capire come alcune specie antiche si siano evolute in granchi, così come si siano evolute e diversificate nel tempo nelle forme moderne che vediamo oggi. ” Ogni fossile che scopriamo sfida i nostri preconcetti su quando e dove sono sorti molti organismi, spingendoci spesso a tornare indietro nel tempo.s”, conclude Luque.

Risorse: progresso scientifico & Università di Harvard