Ottobre 18, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Quattro domande sull’arresto in Italia del leader indipendentista catalano Carles Puigdemont

L’eurodeputato indipendentista ed ex presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, esiliato in Belgio dal 2017 dopo il tentativo di secessione della Catalogna, è stato arrestato giovedì 23 settembre in Italia. Perché la giustizia spagnola lo incolpa? Cosa sta rischiando? Recensioni Franceinfo.

In quali circostanze è stato arrestato?

“Il presidente Puigdemont è stato arrestato all’arrivo in Sardegna, dove si trovava in viaggio come deputato al Parlamento europeo”Il suo avvocato, Gonzalo Boye ha detto su Twitter, spiegando che il suo arresto è stato effettuato sulla base di un mandato d’arresto europeo datato 14 ottobre 2019. Del personale, Josep Luis Alli. Il politico doveva partecipare a un festival culturale e incontrare gli eletti della Sardegna.

Le autorità italiane hanno rivelato l’arrivo di Carles Puigdemont in Sardegna dal Belgio grazie al file passeggeri aerei (PNR), sQuale colore Nazione (in spagnolo). È un programma che effettua lo screening delle persone che entrano o escono dall’Unione europea per via aerea e rileva la presenza di sospetti terroristi e criminali, approvato dalla Commissione europea nel 2016.

Cosa sta rimproverando?

La figura principale nel tentativo di secessione della Catalogna nel 2017, Carles Puigdemont è stato espulso da Madrid dopo aver dichiarato l’indipendenza della regione, a seguito di un referendum di autodeterminazione ritenuto illegale dai tribunali spagnoli. Quindi è fuggito in Belgio per sfuggire al processo. La giustizia ha condannato diversi ex membri della sua squadra di governo a pene detentive per sedizione nell’ottobre 2019 (prima di graziarli due anni dopo).

Il 9 marzo 2021 il Parlamento europeo ha revocato a larga maggioranza l’immunità parlamentare di Carles Puigdemont e di altri due deputati indipendentisti, una misura confermata il 30 luglio dalla Corte di giustizia dell’Unione europea (CGUE). Ma la decisione del Parlamento europeo è stata oggetto di un ricorso che è ancora in attesa di una pronuncia definitiva nel merito da parte della giustizia Ue. Secondo l’interpretazione dell’avvocato di Carles Puigdemont, Gonzalo Boi, la decisione del Parlamento è dunque “sospeso”.

Quali sono le reazioni dopo il suo arresto?

L’arresto del leader dell’indipendenza ha causato un tumulto nel suo campo. Subito il nuovo presidente regionale della Catalogna, Pierre Aragones, separatista con tendenze più moderate di Carles Puigdemont – “Condanno fermamente questa persecuzione e questa repressione giudiziaria”, occupazione Twitter. Chiama Kim Torra, ex presidente della regione catalana “disastroso” Possibile estradizione di Carles Puigdemont in Spagna e ha invitato i separatisti a farlo “In massima allerta.” Circolano anche sui social gli inviti a manifestare venerdì, giorno festivo in Catalogna, davanti al consolato italiano a Barcellona.

READ  Rispettivamente 200 nuovi casi e 10 decessi

A Madrid, il governo spagnolo si è espresso da parte sua al socialista Pedro Sanchez “Il suo rispetto per le decisioni delle autorità e dei tribunali italiani”. “L’arresto di Puigdemont è coerente con una procedura legale in corso che si applica a qualsiasi cittadino dell’UE che deve essere ritenuto responsabile delle sue azioni in tribunale”.Lo afferma in una nota il Palazzo Moncloa, sede del governo spagnolo.

Cosa sta rischiando?

Il presidente sarà servito [vendredi matin] ai giudici della Corte d’Appello di Sassari, competenti a decidere se rilasciarlo o estradarlo”. Alla Spagna, ha detto il capo di stato maggiore del governo spagnolo.

L’offerta di secessione della Catalogna nell’ottobre 2017 è stata una delle peggiori crisi della Spagna dalla fine della dittatura di Franco nel 1975, e il governo spagnolo ha invitato Carles Puigdemont a farlo. “Per sottomettersi all’opera della giustizia come qualsiasi altro cittadino”. Ma l’arresto del leader indipendentista arriva appena una settimana dopo la ripresa dei negoziati tra il governo centrale di sinistra e l’esecutivo regionale catalano, con l’obiettivo di trovare una soluzione alla crisi politica in Catalogna. Quindi l’estradizione sarebbe un segnale politico molto potente, rendendo impossibile che questi negoziati procedano senza intoppi.

L’arresto del politico non è il primo, ma anche allora i partner europei della Spagna non hanno osato estradarlo, preferendo attendere la decisione finale della giustizia europea. Nel marzo 2018, Carles Puigdemont è stato arrestato per la prima volta in Germania, su richiesta della Spagna, mentre tornava dalla Finlandia. Ma è stato rilasciato pochi giorni dopo, dopo che la magistratura tedesca ha fatto cadere l’accusa di “ribellione” contro di lui. Carles Puigdemont ricorda che è andato anche in Francia, senza avere problemi con la giustizia Twitter Il giornalista Henri de Laguerre è il corrispondente di Europa 1 in Spagna.