Marzo 1, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Quali sono i rischi, quali i benefici per la nostra salute?

Quali sono i rischi, quali i benefici per la nostra salute?

Queste pratiche ci aiutano a migliorare la nostra salute, a perdere peso, ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue o a metterci in forma? Cosa ci dice la ricerca scientifica su tutte queste diete? Alcune risposte con i nostri esperti. Offerto in collaborazione con Doctissimo.

Un semplice promemoria: per qualsiasi problema di salute, il tuo medico è davvero il primo punto di contatto. Per questioni legate al peso o alla dieta ci sono specialisti: diabetisti, endocrinologi, epatitisti, gastroenterologi e nutrizionisti che lavorano anche nel campo della salute.

Fenomeno diffuso

“CRESS-EREN (INRAE, Inserm, Sorbona Parigi Nord, Università della Città di Parigi) e coordinatore della rete NACRe (Ricerca sul cancro nell’attività fisica e nella nutrizione) Bernard Sorour hanno osservato:La pratica del digiuno è molto diffusa. Un paziente su dieci afferma di aver utilizzato questo tipo di pratica e due terzi di questi pazienti si aspettano di trarne beneficio. Ma i pazienti, ad esempio, che soffrono di cancro, si affrettano a questo tipo di restrizioni dietetiche e talvolta rinunciano addirittura al trattamento. Sebbene la ricerca dimostri che queste pratiche non apportano alcun beneficio in caso di malattie oncologiche, Può anche essere molto pericoloso e aumentare il rischio di morte per malnutrizione o altre cause.

Perché le persone aderiscono alle cure miracolose?

Come spiegare il successo di queste pratiche, i guru della disintossicazione, del digiuno intermittente, della dieta chetogenica (dieta dimagrante basata sull'eliminazione quasi totale di zuccheri e amidi (carboidrati) dalla dieta e sull'aumento del consumo di materie prime), delle sostanze grasse ( grassi) e altre pratiche? Per il dottor Adrian Shabosh, il motivo è “Vende sogni e dà l'idea che sarà facile perdere peso. Traiamo beneficio dalle persone che soffrono. Queste persone cercano qualcuno che le ascolti. Chi frequenta questi insegnanti cercherà qualcuno che possa accoglierli e trasmettergli verità generali. Dietro tutto questo c’è un fattore psicologico molto importante. Le persone vogliono essere rassicurate, ma possiamo essere rassicurate raccontando storie ridicole!

Questi digiuni sono benefici?

Questi trattamenti o diete sarebbero del tutto inutili? Marie-Christine Boutron-Rault, MD, direttrice senior della ricerca presso l'Inserm, internista, epatologa e gastroenterologa presso l'Istituto Mutualiste Montsouris di Parigi, distingue i pazienti: Una persona che mangia troppo a Natale e riequilibra i suoi pasti mangiando cibi facili da digerire, come la frutta, può disintossicarsi molto velocemente. Il nostro corpo è una cosa meravigliosa che ha la capacità di disintossicare un certo numero di prodotti esterni da sostanze inquinanti, ad esempio dall'aria o da contaminanti alimentari, o da prodotti interni, ad esempio da uova, pezzi di batteri, ecc. Ma una persona sottoposta a chirurgia bariatrica non può continuare il digiuno intermittente.

Trattamento monodieta?

Che ne dici di mangiare solo mele per due o tre giorni, o di bere succo di limone o di carciofo? Marie-Christine Boutron-Rault spiega:Se dura due o tre giorni, il corpo può sopportare molto. Ma se lo facciamo per senso di colpa, perché abbiamo esagerato e ci siamo comprati una buona coscienza facendo qualcosa di estremo e contrario, genereremo una forma di stress dannosa per il corpo. Restrizioni severe non sono raccomandate per i pazienti con problemi di peso. Ciò causerà un effetto yo-yo: perderanno e poi guadagneranno un po’ di più”.

Adrian Chabuchi Va bene “Paura dei trattamenti disintossicanti da quando sono diventati prodotti 'popolari' come la limonata. Ma concentrandoci su questo tipo di tecnologia, mettiamo da parte ciò che è veramente necessario e benefico per il corpo: l’equilibrio vitale a lungo termine. Quindi, se vuoi fare una disintossicazione per prenderti cura di te in determinati momenti, perché no… ma non deve sostituire l'essenziale.

READ  La scienza "porta la vita" all'Australopithecus Lucy

Affidarsi ai microrganismi per trovare l’equilibrio

Marie-Christine Boutron-Rault consiglia di affidarsi a… Sui microrganismi : “Il microbiota intestinale, quella simbiosi di miliardi di batteri, ci vuole bene. È stato dimostrato che quando il fegato è grasso, anche infiammatorio, la pectina di mela migliora il microbioma e la funzionalità epatica. Non ci verrà mai ricordato: la chiave è una dieta sufficientemente ricca di frutta, verdura, legumi, mandorle, noci e cereali integrali.

Limitare rigorosamente alcol e prodotti ultraprocessati

Adrian Chabuchi: Alcool per divertimentoNon per la salute. Il massimo è due drink al giorno, non tutti i giorni. “Possiamo anche smettere di mangiare cibi industriali ultraprocessati, i cui ingredienti sovraccaricano inutilmente il nostro organismo, ma in realtà non ci forniscono nulla dal punto di vista nutrizionale, e preferire invece una dieta basata sulla buona qualità”, aggiunge Marie-Christine Boutron-Rault. Riequilibrio nutrizionale Questo va fatto con buon senso e qualità del cibo. È nel nostro interesse aderire al detto: “La colazione dei re, il pranzo dei principi e la cena dei mendicanti”. “È meglio mangiare di più all’inizio della giornata che alla fine.”

Il resto riguarda la dieta e il cancro, gli effetti Digiuno intermittente Vale la pena ascoltarlo…

READ  Senza adattamento aziendale, tutti perdono!

con :

  • Boris Hansel, Endocrinologo e nutrizionista presso l'Ospedale Bichat (AP-HP, Parigi) dove dirige l'Unità di Nutrizione e Prevenzione. Insegna medicina all'Università della Città di Parigi. Coordina il canale YouTube PuMS (For Better Health) e trasmette anche video su argomenti nutrizionali sul canale Dr BH.
    autore Nessun grasso o zuccheroco-scritto da Benoit Moulin, Flammarion 2018.
  • Dottor Bernard Sorour, Ricercatore epidemiologo presso il CRESS-EREN (INRAE, Inserm, Sorbonne Paris Nord, Università della Città di Parigi) e coordinatore della rete NACRe (Ricerca sul cancro in attività fisica e nutrizione).
  • Marie Christine Boutron Rouault, Direttore di ricerca senior presso l'Inserm, internista ed epatologo e gastroenterologo presso l'Institut Mutualiste Montsouris di Parigi.
  • Gerald Kirzik, Medico d'urgenza e editorialista medico (in particolare sulla rivista Salute di France 5). Da quest'estate scrive una rubrica su France Bleu. Autore di Deyrolle: lezioni di anatomia In Albin Michel – 2023