Febbraio 25, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Problemi con i fondi pensione in Gran Bretagna?

Problemi con i fondi pensione in Gran Bretagna?

Persone come il mercato azionario sono spesso molto accurate e molto divertenti.

Uno di questi è particolarmente vero per la situazione attuale: I mercatini prendono le scale per salire e l’ascensore per scendere »

Abbiamo solo un ottimo esempio.

Si prega di guardare la tabella qui sotto.

Dal 2014 alla fine del 2021, i tassi di interesse a 10 anni nel Regno Unito (GILT) scendono dal 3% nel 2014 allo 0,2% durante l’emergenza Covid.

Improvvisamente, una persona che ha investito 100 sterline in un’obbligazione di 10 anni a tempo determinato ha visto aumentare il proprio capitale da 100 a 134 in otto anni.

E in 8 mesi, il nostro investitore era sotto 100 (97,8) e non aveva via d’uscita “in tempo”.

In effetti, abbiamo appena avuto il mercato ribassista più letale dal 1971 nei mercati dei titoli di Stato in quasi tutti i paesi sviluppati contemporaneamente.

Un lettore attento di IDL si renderà conto che sono almeno tre anni che dico che non c’è un solo legame lungo né negli Stati Uniti, né in Francia, né in Germania, né in Gran Bretagna.

Posso essere pessimista fin dall’inizio, ma non mi pento di nulla, perché il declino è stato pesante e brutale e probabilmente non è ancora finito.

Il che porta, a questo punto di riflessione, ad alcune osservazioni.

  • Dal 2014 al 2022, i tassi di interesse lunghi sulle obbligazioni di tutti i paesi sviluppati hanno visto i loro prezzi costantemente manipolati dalle banche centrali locali, al punto che i folli disavanzi di bilancio sorti in questo periodo sono stati interamente finanziati dalle suddette banche centrali operative. Stampa di denaro a maggiore velocità.
  • Ciò significa che i tassi di interesse pagati su queste obbligazioni non erano il “tasso temporale” fissato nel libero mercato tra acquirenti e venditori, ma un tasso falso applicato dalle banche centrali a favore degli stati locali, che equivaleva semplicemente a una tassa del 100 per cento su risparmi se le tariffe fossero zero.
  • Acquistare obbligazioni a questo prezzo falso significa assicurarsi che una volta che l’acquirente della “banca centrale” se ne sarà andato, i mercati torneranno molto rapidamente al prezzo reale, il che implica un calo di capitale ampio e rapido, ed è esattamente quello che è successo.
READ  Florie Michon, Milka, Bordeaux Chisnel accusate di "inflazione a buon mercato" sui prodotti alimentari

Quindi quello che è successo in Gran Bretagna la scorsa settimana è del tutto normale e tutto andrà bene molto rapidamente?

Non ne sono sicuro, ecco perché.

  • Immagina di essere un gestore di fondi pensione britannici che deve pagare pensioni indicizzate RPI in Gran Bretagna.
  • Immagina, inoltre, che le normative ti costringano ad avere almeno il 40% dei titoli di stato del Regno Unito.
  • Come si fa a adempiere all’obbligo di pagare una pensione con restrizioni all’inflazione se i tassi di 10 anni sono pari a zero e l’inflazione è al 2 o 3 per cento?

La risposta è che non puoi!

Ed è qui che entrano in gioco i tuoi veri amici, i banchieri d’investimento.

Cosa ti offrono?

Qualcosa di molto semplice: grazie alla loro profonda tecnologia e conoscenza dei mercati, hanno costruito prodotti strutturati che “ti permetteranno di guadagnare il 2 o 3 percento in più, senza aumentare notevolmente il rischio del tuo portafoglio. E il povero manager si precipita in questi prodotti molto complessi che nessuno capisce, soprattutto il direttore o il suo consiglio di amministrazione.

Lo rivelerò a tutti i lettori.

Le grandi crisi finanziarie distruggono i mercati azionari, ma raramente si verificano lì.

In effetti, tutte le principali crisi finanziarie che ho vissuto o studiato nella mia carriera iniziano con una frenetica ricerca di una maggiore redditività nel mercato obbligazionario, spesso perché la banca centrale ha fissato tassi troppo bassi.

Torniamo alla grande crisi del 2008-2009.

Il signor Bernanke mantiene i tassi di interesse molto bassi per “stimolare la crescita” che non ha mai funzionato nella storia.

I tassi di interesse sulle obbligazioni AAA, ovvero di alta qualità, o sui titoli di Stato sono troppo bassi per le compagnie di assicurazione e i fondi pensione.

READ  Cac 40 : Malgré la chute du CAC 40, l'engouement des Français pour la Bourse resta intatto

Non c’è niente di sbagliato. Wall Street si mette al lavoro e, con obbligazioni marce, costruisce piramidi di strumenti che otterranno il massimo con un rating AAA. Come stanno? Prendono diverse obbligazioni spazzatura e affermano che il primo 10 percento dei pagamenti andrà su una nuova obbligazione, che viene quindi valutata AAA e può essere acquistata dalle compagnie di assicurazione.

Ovviamente, quando arriva la recessione, i principali debitori non pagano nemmeno il 10 per cento e vanno in default sul nuovo strumento e abbiamo una massiccia crisi finanziaria per la quale non abbiamo finito di pagare.

Per coloro che sono interessati, ho descritto queste manipolazioni nel mio libro “Liberal But Not Guilty Coup” che puoi ordinare sul sito.

Cosa è successo questa volta in Gran Bretagna?

Sono più semplice.

I banchieri d’investimento sono venuti ai fondi pensione e hanno detto: Zero tassi di interesse. Vendi opzioni call su un’obbligazione di 10 anni che ti costringerebbe ad acquistare l’obbligazione se i tassi di interesse salissero al 3 percento, ad esempio, e compreremmo quelle opzioni. C’è poco rischio per te perché i prezzi impiegheranno molto tempo a raggiungere il 3 percento e avrai tutto il tempo per liquidare le tue posizioni. »

Cosa è stato fatto.

Sfortunatamente, un nuovo primo ministro (Liz Truss) è stato nominato in Gran Bretagna con un nuovo ministro delle finanze e i due hanno deciso che i tassi di interesse dovevano tornare ai livelli di mercato e improvvisamente il decennale è passato dal 2% al 4% in un pochi giorni.

I fondi pensione sono costretti a comprare il 3 per cento di obbligazioni e non hanno un centesimo.

Quindi vendono ciò che possono vendere, azioni, obbligazioni, ecc… i cui prezzi crollano ei mercati entrano in un ciclo diabolico in cui il declino diventa inarrestabile mentre il tasso di cambio crolla.

Panico alla Banca d’Inghilterra, che non sapeva che esistessero situazioni speculative così insolite.

Ma dov’erano le autorità di regolamentazione, i revisori dei conti e le agenzie di rating?

READ  Michel-Édouard Leclerc chiede una rivalutazione del permesso sanitario

Per mancanza di iscritti, credo

Improvvisamente, la Banca d’Inghilterra ha dovuto acquistare 70 miliardi di obbligazioni del governo britannico in una catastrofe, altrimenti il ​​crollo era inevitabile.

Ma recuperare quei 70 miliardi significa, ancora una volta, gestire la pressa del denaro, il che rischia di far rimbalzare l’inflazione sempre più velocemente.

Torniamo al problema precedente.

Riassumendo, lo scenario da un ciclo all’altro è sempre lo stesso:

  1. La banca centrale fissa tassi molto bassi.
  2. Il risparmio a lungo termine non ripaga più
  3. I prodotti Miracle sono offerti ai gestori di questi risparmi a lungo termine dalle banche di investimento che chiedono il loro aiuto
  4. Questi prodotti stanno esplodendo e i sistemi pensionistici e assicurativi sono sull’orlo del fallimento.
  5. I banchieri d’investimento stanno diventando più ricchi.
  6. La banca centrale interviene e abbassa i tassi e di nuovo abbiamo il tasso di mercato sbagliato dei tassi di interesse, consentendo alle banche di investimento di offrire nuovi prodotti miracolosi ai gestori poveri, che oltre a essere sostituiti per portare dentro.

Al termine del processo, il gestore patrimoniale a lungo termine nomina il governatore della banca centrale al termine del mandato di quest’ultimo, per garantire che vada in pensione in sicurezza.

  • E così Bernanke salvò il più grande regista americano del 2009 dell’epoca, acquistando da lui tutte le sue obbligazioni spazzatura, solo per ritrovarsi nel consiglio di quello stesso regista alla scadenza del suo mandato.
  • Così, Draghi è stato nominato nel consiglio di amministrazione di una prestigiosa banca d’affari, dopo aver “salvato” l’euro nel 2012.

Per ripristinare le nostre democrazie, dobbiamo rimuovere il controllo dei tassi di interesse e dei tassi di cambio dalle banche centrali e forse controllare le operazioni delle banche centrali nei periodi in cui abbiamo vissuto crisi finanziarie.

I risultati saranno interessanti.