Marzo 1, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Prezzi in calo per Dacia Sebring, che torna ad essere l'auto elettrica più economica

Prezzi in calo per Dacia Sebring, che torna ad essere l'auto elettrica più economica

Se dal 15 dicembre 2023 non avrà più diritto al bonus ambientale, Dacia Spring non ha ancora detto l’ultima parola. Pertanto, la city car elettrica ha deciso di ridurre il prezzo, per rimanere competitiva di fronte alla concorrenza imminente. Ciò le consente di diventare di nuovo temporaneamente l’auto elettrica più economica.

Mentre la Cina occupa uno spazio crescente nel mercato globale, diventando addirittura il più grande esportatore davanti al Giappone, l’Europa non vede di buon occhio la situazione. Oltre alle misure recentemente svelate per proteggere la propria industria, anche la Francia vuole agire su vasta scala. Ciò comporta, in particolare, l’eliminazione del bonus ambientale per le auto elettriche prodotte in Cina.

Leggero calo dei prezzi

Questo è il caso di molti modelli di punta sul mercato francese Sono privati ​​di questi aiuti dal 15 dicembre. È il caso della Tesla Model 3 ma anche della MG4 e della Dacia Sebring. Perché per vostra informazione, l'auto da città a basso costo viene prodotta nel Regno di Mezzo, All'interno della fabbrica di Xi'an Dal suo lancio nel 2021. Al governo non piace molto.

Qui è quindi privata del bonus ambientale, che finora le ha permesso di essere altamente competitiva in un mercato sempre più concorrenziale. Senza questo aiuto inizierà la primavera Da 20.800 euro, prima di scomparire improvvisamente dal catalogo per qualche settimana. Ma la piccola vettura, rivale della BYD Seagull, è tornata con alcune ottime notizie come bonus.

E per una buona ragione, Il suo prezzo ora sta diminuendo. C'è da dire che è stata superata dalla Renault Twingo E-Tech, diventata l'auto elettrica più economica dal 15 dicembre 2023 grazie al bonus ambientale. Senza contare la Citroënë-C3, meno costosa, ma non ancora in vendita, poiché bisognerà aspettare la fine del mese.

READ  Per combattere la frode CPF, adotta il sito di configurazione Mon compte FranceConnect +

Basta dare una rapida occhiata Componente in linea Vediamo che city car low cost è adesso Proposto a 18.400€. Un prezzo che non tiene più conto del bonus ambientale, che scende a soli 4.000 euro nel 2024. Una riduzione di 2.400 euro per il prezzo che è stato al top delle vendite in Francia nell'ottobre 2023. Una riduzione valida per l'entry level, ma non solo.

In effetti, questo è anche il caso della versione Extreme dotata diMotore elettrico da 65 cavalli. Quest'ultima, che ha un'autonomia fino a 220 chilometri secondo il ciclo WLTP, parte ora da 19.900 euro, rispetto ai 22.300 euro della fine dello scorso anno. Ciò equivale a 17.300 euro quando viene applicato il bonus di 5.000 euro.

Concorrenza dura

Come promemoria, la sorgente Dacia è apparsa per la prima volta in € 15.800 nella finitura standard Con l'aiuto del governo. Nonostante la leggera riduzione di prezzo operata dal produttore, la city car resta ancora più cara di prima. È ancora peggio se lo paragoniamo al suo lancio, visto che costa solo 16.990 euro e il bonus non viene scalato. Ma l’inflazione era presente, in particolare con l’aumento di 1.000 euro nel novembre 2022.

Per quanto riguarda l'allocazione, non cambia con prezzi più bassi. L'auto viene ancora fornita di serie nella versione base con aria condizionata manuale. Connessione Bluetooth E limitatore di velocità. Dovrai scegliere la versione Extreme per approfittarneTouchscreen da 7 pollici E una fotocamera posteriore, tra le altre cose. Per tua informazione, la versione più economica afferma di avere solo 45 cavalli.

READ  L'Italia ordina la confisca di 779 milioni di euro con l'accusa di evasione fiscale

Basti dire che Dacia dovrà trovare il modo di diventare più competitiva, man mano che la concorrenza si intensifica. Potrebbe farle male l’arrivo della nuova Citroënë-C3, che partirà da 23.000 euro a fine mese, con il suo motore da 113 CV e 320 km di autonomia. Tanto più che avrà diritto al bonus ambientale oltre che all'affitto sociale nella misura di 100 euro al mese.

Speriamo che la riprogettazione primaverile, prevista per settembre, porti la sua parte di nuove funzionalità per mantenerlo in funzione.

L'azienda rumena non è l'unica ad aver ridotto i prezzi per compensare la fine del bonus. Questo vale anche per Kia, che ha offerto uno sconto di 5.000 euro sul suo Niro EV fino alla fine di dicembre. In effetti, nemmeno i SUV elettrici rientrano nell’elenco dei modelli ammissibili agli aiuti di Stato, a causa dei loro bassi punteggi ambientali.


Ti piacerebbe entrare a far parte di una community di appassionati? Il nostro disaccordo Ti accoglie, è un luogo di aiuto reciproco e di passione per la tecnologia.