Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Ognuno ha i propri affari”, afferma il direttore generale della sede di France Valley, su proposta di Gabriel Attal

“Ognuno ha i propri affari”, afferma il direttore generale della sede di France Valley, su proposta di Gabriel Attal

Adrien Peyrolles, direttore generale dell’ufficio della Vallée in Francia, ha criticato le dichiarazioni del ministro dell’Istruzione, che ha menzionato l’idea di aiutare i genitori degli studenti ad acquistare materiale scolastico più economico.

“Tutto il suo mestiere”Su franceinfo, react lunedì 28 agosto Adrien Peyrolles, direttore generale in Francia di Bureau Vallée, marchio specializzato in cancelleria e forniture per ufficio. Ospite della trasmissione domenicale delle 20:00 su TF1, Gabriel Atal, il nuovo ministro dell’Istruzione nazionale, ha espresso il desiderio di lavorare su “Organizzato in modo che, attraverso l’istruzione nazionale, i genitori possano acquistare forniture a prezzi all’ingrosso”Mentre l’inflazione incide sui bilanci delle famiglie. “Preferirei che fosse lui [Gabriel Attal] Si concentra sul curriculum e sulla valutazione della professione docente.Segue Adrian Peyrolles.

>> Grafici. Ritorno a scuola: scopri le scorte in eccesso con il carrello di franceinfo

Secondo lui sì “una questione fondamentale e sociale” per analisi. Il direttore generale del Bureau Vallée in Francia ha dichiarato di parlare da solo e ha chiesto: “Perché ogni volta che c’è un piccolo problema in Francia dobbiamo chiedere l’aiuto dello Stato? Riteniamo le persone responsabili.” Lo garantisce Adrian Peyrolles Come tutti i francesi.lui desidera “per aiutare chi ha bisogno”. Eppure la pensa così “La società si muoverà in una direzione migliore con la libertà di scelta che se aiutassimo sempre tutti”.

Nell’ufficio di Vale l’inflazione è al “2%”.

Per quanto riguarda i dati sull’inflazione, il direttore generale della sede francese di Vale si è rammaricato “sentire tutto, niente e soprattutto niente”. Sostiene le associazioni di difesa dei consumatori come Families de France o la Confederazione dei sindacati per le famiglie (CSF) “sedersi attorno al tavolo” Perché secondo lui con l’INSEE è possibile “per creare un indice” Fornendo così dati accurati e affidabili.

READ  « Inflazione = récession préparez vous ! » L'editore di Charles SANNAT

Adrien Peyrolles reagisce nuovamente all’intervista di Gabriel Atal su TF1: “Ero un po’ arrabbiato per la domanda e la risposta.” Perchè era “annuncio” Che il costo del materiale scolastico per un alunno della scuola primaria è aumentato del 23%. Questo numero, risultante da un sondaggio pubblicato e condotto da CSF, è, dice, “allegro”. auto, “Al Bureau Vallée il tasso di inflazione è del 2%. Tra i nostri concorrenti – fonte GFK, che è una società specializzata – il tasso di inflazione è del 9%.”

I clienti acquistano “lo stretto necessario”

Il direttore generale del Bureau Vallée in Francia garantisce che l’azienda abbia “La parte assorbente dell’aumento dei prezzi” In particolare riducendo da allora i propri margini “L’inflazione non fa bene a nessuno.” Adrien Peyrolles osserva da un anno “Fenomeno delle liste chiuse”. In altre parole, i clienti fanno l’inventario a casa in modo da non acquistare raccoglitori, penne, zaini o altri materiali che possono riutilizzare. “Tornano spesso nei nostri negozi, ma comprano beni di prima necessità. Tornano a fine dicembre per il cosiddetto secondo rientro a scuola”.lui spiega.

Poi c’è “guerra dei prezzi” durante il periodo del rientro a scuola. “La concorrenza è molto agguerrita in questo momento.”insiste Adrian Peyrolles. “Siamo molto attenti ai prezzi. Dovete sapere che Bureau Vallée sta parlando con Leclerc che sta parlando con Carrefour. È una battaglia a colpi di promozioni incrociate”Continua.