Giugno 13, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Nonostante i problemi di Boeing, il suo presidente riceve il sostegno degli azionisti – 18/05/2024 alle 00:02

Dave Calhoun, presidente della Boeing, 24 gennaio 2024 a Washington (AFP/Jim WATSON)

Venerdì l’assemblea generale degli azionisti di Boeing ha riconfermato l’intero consiglio di amministrazione, compreso il presidente Dave Calhoun che potrà lasciare il gruppo alla fine dell’anno con una dotazione di oltre 33 milioni di dollari verificata dall’AG.

Il signor Calhoun, in carica dal 2009 e a capo dell’azienda produttrice di aerei dall’inizio del 2020, dovrà cedere il controllo entro la fine dell’anno, a causa di molteplici crisi legate a problemi di produzione e di controllo qualità.

Secondo il presidente del consiglio di amministrazione Steve Mollenkopf, è in corso un “processo meticoloso” per trovare un direttore generale che sarà in grado di guidare il gruppo nell’affrontare “le sfide attuali e future”.

“I prossimi mesi e anni saranno di importanza decisiva per il gruppo”, ha continuato durante l’assemblea generale annuale.

Questo incontro con gli azionisti – durato poco meno di un’ora – si è svolto in un clima difficile per Boeing, oggetto di crescente attenzione negli ultimi mesi da parte delle autorità, dei regolatori e della giustizia in particolare.

L’aereo 737 MAX 9 dell’Alaska Airlines ha perso parte della cabina durante il volo il 5 gennaio 2024 (AFP/ Patrick T. Fallon)

Molte società di consulenza hanno inviato agli azionisti raccomandazioni di voto negativo su molte risoluzioni e Dave Calhoun era nel loro mirino.

La sua partenza, annunciata a fine marzo, è stata la conseguenza dell’incidente che ha coinvolto un nuovo aereo dell’Alaska Airlines il 5 gennaio, la goccia che ha fatto traboccare il vaso dopo una serie di problemi di produzione nel 2023 che hanno interessato il 737 MAX e il 787 Dreamliner.

READ  Di fronte al disastro della rivendita di Véligo rubato, il bike manager invita le piattaforme a rispondere

– Lavoro da realizzare –

“Sebbene negli ultimi anni abbiamo fatto progressi nel rafforzare i nostri sistemi e processi di gestione della sicurezza e di controllo della qualità, gli eventi recenti mostrano chiaramente che abbiamo ancora molto lavoro da fare”, ha osservato Mollenkopf, che alla fine ha assunto la carica di presidente del Asse. . Marzo.

Steve Mollenkopf, presidente della Boeing, 6 gennaio 2015 a Las Vegas, Nevada (GETTY IMAGES NORTH AMERICA / David Becker)

Ha sottolineato che i manager mantengono “piena fiducia” nel futuro della Boeing, che ha descritto come “promettente”.

Il signor Calhoun ha detto agli azionisti che questa era la sua ultima partecipazione a un’assemblea generale annuale, indicando che avrebbe rinunciato al suo posto di amministratore lasciando la direzione generale.

“Negli ultimi anni abbiamo superato sfide significative, alcune delle quali potrebbero minacciare la futura esistenza di Boeing”, ha affermato, riferendosi agli incidenti di due aerei 737 MAX nel 2018 e nel 2019 (346 morti in totale), a causa della progettazione del problema e della pandemia di Covid-19.

Ha continuato: “Finché sarò in questa posizione, continuerò a garantire che facciamo tutto il possibile per metterci sulla strada giusta e avere una transizione graduale verso il mio successore”.

Aereo Boeing 737 MAX nello stabilimento del produttore a Renton (USA nordoccidentale), 25 marzo 2024 (GETTY IMAGES NORTH AMERICA / STEPHEN BRASHEAR)

Oltre alle conseguenze di problemi di qualità, Boeing è bloccata nel caso dei due incidenti: secondo il Ministero della Giustizia, il colosso non ha rispettato il cosiddetto Deferred Prosecution Agreement (DPA) risalente al 2021 e ora rischia un procedimento giudiziario come un criminale.

Per non parlare dell’indagine di una commissione del Senato, del ritardo del primo volo spaziale con equipaggio della navicella Starliner e del rallentamento delle consegne che aggravano le perdite.

– Voti positivi –

Glass Lewis ha consigliato agli azionisti di non rinnovare il mandato di Calhoun come amministratore, così come i termini di Akhil Johri e David Joyce, che sono rispettivamente responsabili dei comitati di audit e di sicurezza aerea.

Dave Calhoun, presidente della Boeing, al Congresso di Washington il 24 gennaio 2024. (GETTY IMAGES NORD AMERICA/Anna Moneymaker)

Tuttavia, gli undici membri del consiglio sono stati rinnovati dall’Assemblea Generale.

Secondo un documento disponibile sul sito web della Securities Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, circa il 22% delle azioni rappresentate ha votato contro la rielezione di Calhoun e il 33% contro la rielezione di Joyce.

Per Investor Shareholder Services (ISS), è stata la busta fornita per la partenza di Dave Calhoun a rappresentare un problema. Ma gli azionisti l’hanno approvato, dato che la loro rappresentanza ha raggiunto circa il 64% delle azioni.

Al suo stipendio base annuo di 1,4 milioni di dollari si dovrebbero aggiungere più di 30 milioni di dollari in azioni. Dopo l’incidente del 5 gennaio, ha rinunciato a una ricompensa aggiuntiva di 2,8 milioni di dollari.

“Ciò rappresenta un aumento del 40% rispetto al contratto attuale. Il pacchetto di partenza del signor Calhoun include premi in termini di performance e azioni mentre sarà in carica tra il 2020 e il 2023”, osserva Scott Hamilton, di Leaham News, un sito web specializzato.

Relitto di un Boeing 737 MAX dell’Ethiopian Airlines dopo lo schianto del 10 marzo 2019 vicino ad Addis Abeba (AFP/Michael TEWELDE)

“L’incidente del volo Alaska Airlines 1282 dimostra che Boeing ha ancora molto lavoro da fare, ma il Consiglio ritiene che il signor Calhoun abbia risposto in modo appropriato… assumendosi la responsabilità” dell’incidente, “comunicando in modo trasparente e proattivo con le autorità di regolamentazione e i clienti” .” Boeing lo ha giustificato, sottolineando anche “misure significative adottate per migliorare la qualità” della produzione.

Alla chiusura delle contrattazioni della Borsa di New York, le azioni Boeing sono aumentate dell’1,09%.