Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sei interessato da rimborsi futuri?

Sei interessato da rimborsi futuri?

Dopo diversi aumenti consecutivi e nonostante lo scudo tariffario, le bollette elettriche francesi hanno raggiunto cifre record. Questi forti aumenti hanno portato molti francesi a contestare le loro fatture. La compagnia energetica italiana, Eni, alla fine ha ammesso irregolarità ed errori di fatturazione, che in alcuni casi hanno portato a rimborsi.

Errori seriali nelle bollette elettriche

Numerosi reclami sono stati rivolti ai fornitori di energia e al Ministro della Transizione Energetica, Agnès Pannier-Ronacher. Tali reclami esprimono la frustrazione dei consumatori per i ripetuti aumenti dei costi dell’elettricità. ” I clienti, inizialmente rassicurati dalle dichiarazioni di Percy sui media, si sentono traditi dallo Stato e dai suoi fornitori di elettricità e gas. “, dicono i media Consoglobe.

A Caroline Keeler, direttrice delle comunicazioni dell’Energy Ombudsman, è stato chiesto di fornire chiarimenti: Se un operatore di marketing ti offre pagamenti mensili bassi, non fidarti di lui, a volte vengono sottovalutati. Quello che devi guardare è il prezzo dell’abbonamento e i kWh. Le offerte fisse sono generalmente più costose delle offerte fisse nei mercati, ma saranno un’opzione vincente se il prezzo nei mercati sale. Lei spiegò.

In quale situazione possiamo beneficiare di un rimborso?

Gli utenti che hanno contestato l’importo della bolletta elettrica sono, nella maggior parte dei casi, clienti del fornitore italiano di energia ENI. Mentre è stata appena scelta dai consumatori, per il sesto anno consecutivo, come miglior fornitore di energia in Francia, Eni si ritrova al centro delle polemiche, con più di 100.000 denunce a suo carico.

Alcuni clienti dell’Eni hanno ricevuto bollette della luce che riportano l’importo da pagare pari a 5.000 o addirittura 9.000 euro. Lo ha annunciato alla conferenza il Ministro della Transizione Energetica, Agnès Pannier-Ronascher Figaro « Fai attenzione a qualsiasi sospetto di abuso di gruppo. E questo, nei confronti dei loro clienti. per condurre indagini. E pronunciare anche punizioni se necessario.

Il fornitore italiano ha finito per ammettere, il 23 agosto, che c’erano stati degli errori nella fatturazione e ha manifestato l’intenzione di procedere presto ai pagamenti. Pertanto, Eni intende farlo Implementazione di procedure affinché ai propri clienti venga addebitato il buon prezzo scudo (TRVe congelato) per l’anno 2023. Gli utenti interessati dovrebbero essere contattati nei prossimi giorni per ottenere il rimborso dei loro soldi.

READ  L'inflazione atteint 7,3% en Allemagne, du jamais-vu depuis la Réunification