Aprile 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Negoziati commerciali: due centri di acquisto europei presi di mira da “multe anticipate” – 21/02/2024 alle 22:15

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire partecipa alla conferenza stampa del primo ministro Gabriel Attal, il 21 febbraio 2024 a Parigi (POOL/ALAIN JOCARD)

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire ha annunciato mercoledì che due centrali europee di acquisto per la distribuzione collettiva, che non rispettano la legge francese, sono state colpite da “multe anticipate” per diverse “decine di milioni di euro” e hanno due mesi di tempo per opporsi. loro.

Negli ultimi anni i distributori hanno creato centri di acquisto e di servizio in Europa per negoziare con i loro maggiori fornitori industriali, spesso società multinazionali. Alcuni sono accusati di non rispettare la legislazione francese.

“I centri d'acquisto europei devono rispettare le leggi nazionali”, ha affermato mercoledì Bruno Le Maire durante una conferenza stampa organizzata dal primo ministro Gabriel Attal. Ma “due centrali non hanno rispettato le disposizioni di legge” e il 19 febbraio sono state emesse “multe anticipate” “per importi pari a decine di milioni di euro”.

Questi due centri hanno due mesi per presentare le loro argomentazioni contraddittorie, al termine dei quali le sanzioni saranno “definitive”.

Inoltre, Bruno Le Maire ha annunciato che 1.000 stabilimenti sono stati controllati riguardo all'origine francese dei prodotti venduti, di cui 372 non conformi, “non rispettavano l'etichetta Origine France” o “ingannavano queste merci”.

In una lettera inviata mercoledì sera all'AFP, l'associazione “Origine France Garantie” ha spiegato che “i commenti del ministro non riguardano i prodotti che beneficiano della certificazione Origine France Garantie, ma piuttosto i prodotti agricoli, in particolare frutta e verdura, che presentano il + marchio francese etichetta di origine +” non è sufficiente.

READ  Wall Street apre in ribasso mentre le forti vendite al dettaglio smorzano le speranze di taglio dei tassi di interesse - 17/01/2024 alle 15:14

In un tweet mercoledì sera, Bruno Le Maire ha indicato che sono stati attuati controlli “sull'origine francese dei prodotti”, senza menzionare l'etichetta “Garanzia di origine francese”.

Ha aggiunto che i primi rapporti dovrebbero essere emessi “nei prossimi giorni”.

Il Ministro ha precisato questa mattina che il “non rispetto” delle norme relative ai reperti di origine francese è considerato una “pratica commerciale ingannevole punibile con una sanzione penale” fino al 10% del valore commerciale.

Ha identificato che 150 agenti del Dipartimento di repressione delle frodi (DGCCRF), un dipartimento di Percy, erano stati mobilitati per prendere il controllo dei principali produttori e supermercati.

Bruno Le Maire ha sottolineato che, a questa data, sono stati effettuati 1.400 controlli sui 200 maggiori produttori e sui cinque grandi distributori, constatando “150 casi di non conformità, in particolare legati a ritardi nella firma dei contratti”. Sono state notificate sanzioni anticipate.

“Siamo felici di iniziare ad attuare questi controlli”, ha commentato a France 5 Arnaud Rousseau, presidente della Federazione agricola. Ma ha sottolineato: “Non ci arrenderemo. Verremo e chiederemo la responsabilità di questi controlli”.