Ottobre 1, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Live – Processo Benjamin Mendy: La scioccante testimonianza del secondo pm che accusa Mindy di stupro

L’avvocato di Mendy interroga la denunciante sul fatto che beve

“Bevevo ma non ero ubriaco”, conferma il denunciante, che specifica di aver bevuto qualche drink al bar prima di accettare l’invito a casa del giocatore.

“È la cosa più dolorosa che mi sia mai capitata”.

“Avevo la sensazione di non avere scelta e di non poter uscire”, identifica la denunciante spiegando perché alla fine si è spogliata su richiesta di Benjamin Mendy, quando questi le ha chiesto di vederla nuda per restituirle il telefono. La denunciante è scoppiata in lacrime dicendo che è successo quando si è resa conto di essere rimasta bloccata nella stanza.

La denunciante mantiene la sua versione dell’aggressione. Insiste sul fatto che “non si è fermato finché non è andato troppo oltre”, quando l’avvocato si aspettava che la questione non equivalesse a una penetrazione.

L’avvocato mette in dubbio anche il giudizio di Mindy sulle “10.000 donne” del denunciante con cui ha detto di essere andato a letto. “Sono abbastanza sicuro”, dice l’attore. “È stata la cosa più scioccante che mi è successa”, insiste il denunciante.

“Ero sotto shock e non riuscivo a formulare il fatto che ero stata violentata”, ha giustificato la denunciante delineando le circostanze del suo scambio con la sua amica, che ha chiesto di poter partire dopo il suo presunto attacco.

Il denunciante afferma che le impronte digitali sono state rilevate sulla porta della camera da letto

L’avvocato di Mendy contesta l’ipotesi di aprire la porta della stanza di Mendy con le impronte digitali, ma la denunciante tiene il suo conto.

Dice di essere andata di sopra a prendere il suo telefono che Mindy aveva preso. Dice di aver visto Mindy controllare le sue foto sul telefono. Ha spiegato che il suo telefono non era bloccato perché non si aspettava che venisse preso da nessun altro. Afferma di non aver mai dato la password a Mendy. Conferma che ci sono già sue foto sexy sul suo telefono, ma chiarisce che le immagini non sono di natura sessuale. Ha spiegato che inizialmente voleva mostrare a Mandi che non aveva scattato foto né a lui né alla sua casa.

La denunciante dice che non vuole seguire Mindy al piano di sopra

L’avvocato di Mindy suggerisce che il denunciante abbia accettato di seguire il giocatore al piano di sopra. L’attore risponde negativamente.

L’interrogatorio verte sull’incontro tra il denunciante e Mundi

L’avvocato di Benjamin Mendy cerca di chiarire le circostanze dell’incontro tra il denunciante e il giocatore.

L’avvocato ha citato una lettera che la denunciante ha inviato a un’amica in cui diceva: “Siamo seduti con i giocatori di football”. La denunciante afferma che si riferiva a Jesse Lingard, che era a sua volta al bar in questione.

L’avvocato ha poi citato un altro post della querelante in cui ha detto: “Ascolta, se dovessi rimanere incinta un giorno, sarebbe stasera”. La denunciante osserva che si trattava di uno scherzo diretto alla sua “migliore amica”.

READ  Novak Djokovic intenta una causa contro la sua espulsione dal Paese

Afferma che è stato Louis Saha Matori, l’imputato, a invitare lei e le sue amiche a casa di Mindy. Dice che si chiedeva perché avrebbe lavorato il giorno dopo, ma ha accettato.

riprendere la sessione

Dare spazio all’interrogatorio del denunciante, le cui dichiarazioni alla polizia sono state viste in videocassetta in mattinata. La donna è nascosta dalla stanza da una tenda: quindi Benjamin Mindy non può vederla.

Mendy avrebbe contattato il denunciante su Snapchat il giorno dopo la presunta aggressione

La denunciante afferma che Mendy le ha inviato un messaggio Snapchat il giorno successivo: una serie di punti interrogativi. Ha detto che si chiedeva come facesse perché non l’ha aggiunto. Pensa che Mendy l’abbia aggiunto quando le ha preso il telefono alla festa.

La querelante dice anche di aver ricevuto un altro messaggio Snapchat da un uomo che era stato con Mindy al bar il giorno prima, che le avrebbe chiesto: “Stai bene? Chiamami per favore, così possiamo parlare”. Ha poi detto di aver catturato screenshot dei messaggi prima che i due account fossero banditi.

“Sembrava il giorno più lungo della mia vita, ma probabilmente erano passati 15 minuti”, ha detto.

Il denunciante afferma di non averlo detto così tante volte

Dopo che l’investigatore l’ha rilanciata, la denunciante ha ammesso di sentirsi “le cose non andavano bene” subito dopo la presunta aggressione, spiegando di non essere soddisfatta di quanto era successo. “Mi fa impazzire vedere quante volte ho detto di no, si aggiunge all’interlocutore. E non ho detto di no, ho detto ‘non voglio dormire con te’. Era così ovvio e inascoltato . Non può essere frainteso.”

“non dirlo a nessuno”

La querelante poi racconta che Mindy iniziò a cambiare, dicendole: “Non dirlo a nessuno. Puoi venire qui tutte le sere”. Secondo lei, Soggy è uscito dal buco. Poi la denunciante ha detto di aver trovato la sua amica e di averle chiesto di andarsene.

La presunta vittima aggiunge che dopo l’aggressione, Mendy sarebbe andata nella sua cucina e avrebbe chiesto allo chef di “cucinargli del cibo”.

Mendy dice di essere andato a letto con 10.000 donne

Mindy ha detto che si è seduta dopo, dicendole che era “troppo timida”. Il denunciante ha risposto al giocatore: “Non sono timido, solo che non voglio dormire con te”. Fu allora che Mendy si vantava di “aver dormito con 10.000 donne”.

La storia dell’insistenza di Mendy e poi dell’aggressione

La denunciante dice che Mundi le ha chiesto di nuovo di spogliarsi e poi ha gettato il telefono sul letto. Poi il giocatore, secondo lei, l’ha gettata a letto. Dice di essersi trovata “ovunque” (riproduce la situazione dopo aver chiesto all’investigatore se le fosse stato d’aiuto). “Non voglio davvero dormire con te, devo andare”, ha detto a Mindy più e più volte, aggiungendo che Mindy stava “tirando il culo verso di lui”.

READ  Il Monaco si qualifica agli spareggi dell'Euroligue

La denunciante dice che Mindy le ha detto: “Va tutto bene, entro qualche minuto”. Dice di aver provato di tutto per liberarsi, ma “continua a tornare”: “Mi stavo solo chiedendo come avrei potuto uscire da qui”. Fa notare che Mendy ha iniziato a penetrarla, poi la giovane ha detto che ha ripetuto ancora una volta che non lo voleva. Ha poi spiegato che Mendy le ha chiesto di metterle il pene in bocca. Dice di averlo fatto e poi ha cercato di toglierlo, dicendogli “Non posso”.

Il denunciante dice che la porta è chiusa a chiave con impronte inzuppate

La denunciante dice di aver seguito Mindy in quel momento nel tentativo di riavere il suo telefono. Ha spiegato, come riportato dal Manchester Evening News, che Mendy ha usato le sue impronte digitali per aprire ed entrare nella camera da letto, prima che la porta si chiudesse dietro di lei.

“La porta è comunque chiusa”, ha detto a Mandi, che avrebbe risposto: “Voglio il mio telefono, non voglio dormire con te, voglio solo andarmene”. Poi il giocatore gli ha chiesto di spogliarsi, dicendo: “Voglio solo guardarti, ti prometto che non ti toccherò”. La denunciante afferma di aver chiesto di ripartire. “Voglio solo guardarti. Non puoi andartene comunque.”

Le circostanze della presunta aggressione

La scena risale all’ottobre 2020. La denunciante spiega che lei e le sue amiche hanno incontrato Mendy e altri in un bar. Poi sono stati invitati a casa del giocatore per una festa.

Immediatamente, la denunciante ha spiegato che Mendy ha preso il suo telefono mentre lo utilizzava e l’ha accusata di scattare foto. Poi ha portato il telefono di sopra.

Inizia la trasmissione della testimonianza del secondo attore

La testimonianza del secondo attore deve essere trasmessa in tribunale. La donna, che accusa Benjamin Mendy di tre stupri nella stessa serata, è in tribunale, dove risponderà poi all’interrogatorio dell’avvocato del giocatore.

L’udienza è ripresa leggendo le lettere del primo attore

Dopo aver ricordato i fatti riguardanti la testimonianza del primo denunciante mercoledì, sono state lette in tribunale diverse lettere di questa presunta vittima. Sono stati scambiati tra il denunciante e un amico. “Sono appena stata abusata sessualmente, se questo è il termine”, dice in uno. Nel messaggio seguente si specifica: “By Mendy”.

Aggiunge in altri messaggi che l’unica possibilità per lasciare il posto è chiamare l’autista. “Non riesco a superarlo”, ha detto in un altro messaggio. “Onestamente, è stata una serata fantastica. La mattina dopo mi voleva totalmente e io continuavo a dire di no”.

READ  Antoine Griezmann entrerà a far parte di un circolo molto chiuso

Cosa ricordare dalla prima testimonianza del denunciante

Mercoledì, la testimonianza del primo denunciante è stata trasmessa in tribunale. La presunta vittima accusa Benjamin Mendy di tentato stupro nel 2018.

>>> Ecco cosa ricordiamo dalla sua testimonianza

Ritardo per sciopero

La seduta è stata rinviata a causa dello sciopero dei ferrovieri, che ha colpito l’arrivo di diverse persone.

La ripresa del processo è imminente

L’udienza di oggi riguarderà l’audizione di un secondo denunciante, che accusa Benjamin Mendy di aver commesso tre stupri durante una serata di ottobre 2020.

Questo giovedì, il denunciante testimonierà in tribunale

Dopo il processo a Benjamin Mendy di giovedì. Con le 11:30 (ora francese), l’udienza di un denunciante per atti di stupro risale all’ottobre 2020. Questa giovane donna accusa Benjamin Mendy di tre diversi stupri. Sarebbero stati tutti nella stessa notte.

Le udienze si tengono in ordine cronologico.

NP

La storia del primo denunciante

In attesa della prossima testimonianza dei pubblici ministeri, il tribunale ha potuto visionare la registrazione video della vicenda realizzata dalla presunta prima vittima di Benjamin Mendy.

Ha rivelato in privato una frase che i francesi le sarebbero scivolati addosso durante una serata congiunta nell’ottobre 2018. “Quando non guarda, ti rapirò”. Una frase che poi ho considerato uno scherzo.

I personaggi principali del processo di Mindy

Già nei primi giorni del processo, il pubblico ha scoperto il volto di una delle presunte vittime di Benjamin Mendy. Tuttavia, gli altri 12 querelanti non hanno ancora parlato e rimangono anonimi, noti solo alla giustizia.

Invece, diverse persone ricoprono già una posizione chiave nel caso, come il procuratore generale incaricato dell’accusa e gli avvocati di Benjamin Mendy e Luis Saha Matori.

Louis Saha non vuole essere confuso con Louis Saha Matori

In Francia, il passaggio di Benjamin Mendy davanti alla giustizia solleva molte curiosità e interrogativi. Ma il calciatore non è l’unico sospettato in questo triste caso.

Oltre a lui, è sotto processo il suo amico Louis Saha Matori. Ma attenzione, l’imputato nel processo di Mendy non ha nulla a che fare con l’ex calciatore francese del Manchester United Louis Saha.

Buongiorno a tutti,

Il processo a Benjamin Mendy è iniziato poco più di una settimana fa a Chester Court. Il 28enne nazionale francese è accusato di otto capi di imputazione per stupro, tentato stupro e aggressione sessuale da parte di sette donne diverse, ma nega tutte le accuse.

Dopo la dichiarazione di apertura del procuratore generale che descriveva il lato sinistro del Manchester City e della squadra francese come molestatrice sessuale, il processo ha visto il primo denunciante parlare. Tramite una registrazione video, ha raccontato a una presunta vittima la sua versione dei fatti.