Novembre 27, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’epidemia colpisce tutta la città

Un’epidemia di bronchiolite si sta diffondendo in tutta la Francia, dopo che la Corsica è entrata nella fase epidemica. I bambini di età inferiore ai due anni sopportano il peso maggiore del virus.

Le autorità sanitarie hanno annunciato mercoledì 10 novembre che l’epidemia di bronchiolite, che colpisce per la prima volta i bambini e che probabilmente sarà particolarmente marcata quest’inverno dopo un anno vuoto legato al Covid, ora sta colpendo tutta la Francia.

«L’epidemia di bronchiolite sta colpendo ora tutte le regioni della Francia continentale con la Corsica che entra nella fase epidemicaLo ha annunciato l’Agenzia francese della sanità pubblica. Nei bambini di età inferiore ai 2 anni, che è la principale fascia di età con bronchiolite, le indicazioni rimangonoalto livelloL’agenzia che ha segnalato per diverse settimane ora segnala forti progressi.

La Corsica è stata l’ultima regione della capitale a rimanere nella fase pre-pandemia dopo che la Bretagna è entrata nell’epidemia la scorsa settimana. Nella settimana del 1° novembre, dei 4.100 bambini sotto i 2 anni visitati al pronto soccorso per bronchiolite, 3.652 (89%) avevano meno di 1 anno e 1.427 (35%) sono stati ricoverati.

Guarda anche – ‘Dovevamo prevedere’: un ospedale di Parigi teme un rimbalzo nella bronchiolite

La fragilità dei bambini sotto un anno

Dei bambini ricoverati in ospedale, 1.331 (93%) erano bambini di età inferiore a un anno. La bronchiolite, una comune e altamente contagiosa, provoca nei bambini tosse e respiro sibilante forte e veloce. Il più delle volte, potrebbe richiedere una visita al pronto soccorso o addirittura il ricovero in ospedale. Lo scorso inverno, i gesti di confinamento e barriera anti-Covid hanno aiutato a prevenire tutti i virus, compreso l’RSV (virus respiratorio sinciziale) responsabile della bronchiolite.

READ  Le posizioni sessuali più pericolose sul pene!

I bambini sono stati meno infetti del solito e quindi meno immunizzati in massa, facendo temere un’epidemia ancora più forte quest’anno. Questo fenomeno può riguardare anche altri virus invernali, tra cui l’influenza o la gastroenterite. Anche l’autorità sanitaria pubblica francese sta monitorando l’influenza stagionale, per la quale è stata lanciata da qualche settimana una campagna di vaccinazione. Al momento, la malattia è limitata a “casi sporadiciSecondo l’agenzia, che ha riportato un caso, è stata ricoverata in terapia intensiva in ospedale.