Maggio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Francia Travail: i pensionati devono rimborsare ingenti somme dopo l’errore dei dati: notizie

Francia Travail: i pensionati devono rimborsare ingenti somme dopo l’errore dei dati: notizie

A causa di dati errati relativi alla data di pensionamento, le persone dovranno versare a France Travail importi fino a 100.000 euro.

I pensionati dovranno pagare somme astronomiche. Infatti, il broker di France Traffi, Jean-Louis Walter, ha evidenziato nella sua relazione annuale una rara disfunzione che, secondo quanto riferito, ha lasciato alcuni beneficiari gravati di debiti. Il BFM funziona Martedì 7 maggio.

Il motivo è l’invio di dati falsi a Pôle Emploi (ex nome di France Travail) da parte della Cassa di assicurazione malattia e vecchiaia professionale (Carsat). “Le somme richieste ammontano solitamente a decine di migliaia di euro”., secondo il rapporto. Questi dati includevano specificamente una data prevista per il pensionamento completo. Le date hanno permesso a Pôle Emploi di calcolare la data in cui la pensione sostituirà l’assicurazione contro la disoccupazione per le persone in cerca di lavoro.

Le agenzie Pôle Emploi richiedono solo una semplice storia lavorativa in un dato momento, le informazioni potrebbero mancare e quindi la data di pensionamento potrebbe essere errata. Il grande risultato di tutto ciò è che le persone in cerca di lavoro beneficiano dell’indennità di disoccupazione da troppo tempo. France Travail se ne è accorto troppo tardi.

I pensionati non hanno ricevuto la pensione

Pertanto, l’organizzazione esige il pagamento di queste eccedenze pagate, che secondo Jean-Louis Walter si aggirano tra i 5.000 e i 100.000 euro a persona. Ma i beneficiari non hanno ancora ricevuto la pensione e, poiché la pensione non è retroattiva, gli interessati non hanno i mezzi per compensare l’importo che sono tenuti a pagare.

Tuttavia, il broker France Travail ha osservato che le decisioni restano soggette alle autorità regionali che concedono indennità e pensioni. Nell’agosto 2023 è stato quindi inviato un memorandum di allerta con la richiesta di una rapida soluzione del problema.

READ  Le ticket de caisse disparaît mais son remplaçant pose problème

Pubblicato il 7 maggio alle 21:12, Lillian Moy, 6Medias