Ottobre 21, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Lab – Qual è il valore dell’unità fotografica grandangolare dell’iPhone 13?

iPhone 13 è arrivato a Digitale. L’aspetto generale dello smartphone è molto vicino a quello dell’iPhone 12, ma c’è un cambio di rotta dedicato al modulo dell’immagine di sfondo. Abbiamo esaminato la sua unità principale (il grandangolo).

È ora disponibile la nuova generazione di iPhone, che include non solo i modelli Mini, Pro e Pro Max, ma anche iPhone 13, che, come il suo predecessore, è dotato di un doppio modulo fotografico, ma promette di fornire risultati di alta qualità.

Come Air Pro Max

Le forze in gioco sono le seguenti: l’iPhone 13 ha due sensori da 12 MP ciascuno, come l’iPhone 12 del resto. Il primo è decorato con un obiettivo grandangolare equivalente a 26 mm e un’apertura af / 1.6. Il secondo ha un angolo molto ampio (equivalente a 13 mm), si apre af/2.4 e offre un campo visivo di 120 gradi. Se queste caratteristiche ricordano molto quelle dell’iPhone 12, allora alcuni dettagli ci ricordano un altro smartphone che ha dimostrato il suo valore lo scorso anno nel campo delle foto:iPhone 12 Pro Max.

Da questo dispositivo l’iPhone 13 prende in prestito le caratteristiche della sua unità principale: dimensione dei pixel (1,7 μm) e stabilizzazione ottica spostando il sensore. Per vedere più chiaramente, ecco una tabella riassuntiva delle caratteristiche dei tre moduli grandangolari, il cui modulo ultragrandangolare è identico, almeno sulla carta.

L’arrivo dell’iPhone 13 sul mercato solleva due domande. Lo smartphone è stato spedito allo stesso prezzoiPhone 12 Quando esce (ma con 64 GB di spazio di archiviazione aggiuntivo), funziona davvero meglio del suo predecessore? E poiché sembra avere lo stesso modulo grandangolare dell’iPhone 12 Pro Max, torna al suo predecessore? Abbiamo portato l’ultimo smartphone di Apple nei nostri laboratori per una visione più chiara e, per ogni scatto di confronto isolato, abbiamo sei aree distribuite nella nostra scena di test.

READ  Jeff Grubb conferma che The Elder Scrolls VI uscirà solo su Xbox Series X | S e PC | Xbox One

iPhone 13 contro iPhone 12 – Il grande angolo

Non si può negare l’aumento di qualità tra l’iPhone 13 e l’iPhone 12. Non sono sicuro che, giorno dopo giorno, la dimensione del sensore sia davvero in discussione e che la dimensione dell’ottica associata non sia l’origine del miglioramenti percepiti, peraltro legati all’elaborazione del software fornito da Apple. Vale la pena notare che abbiamo confrontato le foto scattate al lancio dell’iPhone 12 (sotto iOS 14) con quelle ottenute con quelle dell’iPhone 13 (iOS 15).

In ogni caso, i risultati forniti dall’iPhone 13 forniscono maggiori dettagli, grazie alla presenza di contrasti leggermente più sottili al centro dell’immagine. Alla periferia, la differenza è ancora più significativa: i lati dell’immagine diventano più nitidi. L’effetto è particolarmente evidente su caratteri piccoli o su cartografia. Si noti inoltre che il colore dell’immagine è meno caldo con l’iPhone 13.

iPhone 12
iPhone 13

La differenza diventa più evidente di notte. Le dimensioni del sensore dell’iPhone 13 gli consentono di catturare più luce, rendendolo abile nel rendering di oggetti più piccoli, utilizzando algoritmi di elaborazione precisi. Le aree periferiche dell’immagine sono più nitide e il colorimetro è più naturale: anche in questo caso, la funzionalità si applica senza dubbio agli ultimi prodotti Apple.

iPhone 12 (notte)
iPhone 13 (notte)

Con la modalità notturna automatica di Apple, ovvero con una lunga esposizione, l’iPhone 13 funziona di nuovo bene. Il colore è più freddo, ma la nitidezza complessiva è migliore, sotto tutti gli aspetti, dell’immagine.

iPhone 12 (modalità notturna)
iPhone 13 (modalità notturna)

iPhone 13 contro iPhone 12 Pro Max – Grande angolazione

Questa zuppa del 2021 è un successo per Apple. Il modulo grandangolare dell’iPhone 13 è facilmente paragonabile a quello dell’iPhone 12 Pro Max e fornisce immagini molto simili a quelle prodotte dal suo predecessore nei test odierni. I contrasti sono più evidenti, specialmente in alcuni elementi ai lati dell’immagine. Anche qui possiamo vedere la scala dei colori leggermente inclinata verso il blu.

iPhone 12 Pro Max (oggi)
iPhone 13 (oggi)

Di notte, la differenza è minore. iPhone 12 Pro Max fornisce scatti leggermente meno luminosi rispetto al suo predecessore, ma la sua elaborazione garantisce una migliore riproduzione di alcuni dettagli (la rotella in bianco e nero in alto a sinistra). Per quanto riguarda il caso della sfera in fibra in alto a destra, l’elaborazione gestita dall’iPhone 13 consente di trovare maggiori informazioni nell’immagine. Insomma, i diversi zoom presenti nell’immagine mostrano le impressionanti capacità dei due smartphone, sia di giorno che di notte.

iPhone 12 Pro Max (notte)
iPhone 13 (notte)

Alla luce di questi confronti, l’iPhone 13, che è stato completamente testato nei nostri laboratori, mostra che l’unità ultra grandangolare soddisfa le nostre aspettative e la sua scheda tecnica. È più efficace dell’iPhone 12 che ha avuto successo e, naturalmente, raggiunge l’altezza dell’iPhone 12 Pro Max nel caso di foto ultra grandangolari.

Pro Max ha funzionalità extra

Va inoltre ricordato che questo confronto riguarda solo l’unità principale di iPhone 13, e i modelli Pro Max giocano una carta di versatilità che uno smartphone non può vantare: oltre al grandangolo comune a tutta la gamma di Apple, sono dotato di teleobiettivo. Visita le nostre rubriche per una recensione dettagliata della raccolta di foto di iPhone 13 Pro Max!