Ottobre 21, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Recensione JBL Partybox 110: un altoparlante portatile XXL per rallegrare le tue serate

In JBL, piccoli altoparlanti come vai 3 Ci sono anche altoparlanti XXL come il PartyBox 110. Come indica bene il nome, quest’ultimo fa parte di una grande famiglia di altoparlanti “party” del produttore americano, PartyBoxes, modelli adatti per serate indoor o outdoor. Il PartyBox 110 è stato lanciato a € 380 nel luglio 2021 ed è uno dei punti di ingresso in questa gamma, insieme al PartyBox OTG.

Sulla carta, il PartyBox 110 concentra tutti i componenti essenziali per mantenere le sue promesse: amplificazione pubblicizzata da 160 W RMS, maggiore protezione dagli schizzi (supporto per la certificazione IPX4), autonomia di 12 ore con batteria integrata, kit di illuminazione personalizzabili e cavi e connessioni adatti per collegare microfoni e strumenti musicali Per sessioni di karaoke o un concerto intimo e improvvisato…

PartyBox 110 è stato testato con la versione firmware 1.28.0.

Con 57 x 30 x 29 cm e quasi 11 kg sulla bilancia, PartyBox 110 è una delle cuffie più “portatili” che siamo riusciti a inserire nei nostri laboratori, insieme alla sorella maggiore, Scatola per feste 300. Sebbene non abbia le ruote, l’altoparlante è comunque facile da maneggiare grazie alle sue grandi maniglie integrate. I pattini in gomma offrono una stabilità minima, sia che vengano posizionati verticalmente che orizzontalmente.

JBL ha avuto una buona idea di includere una filettatura standard in modo da poter installare facilmente l'altoparlante su un supporto.

JBL ha avuto una buona idea di includere una filettatura standard in modo da poter installare facilmente l’altoparlante su un supporto.

L’amplificatore è protetto da fitti elementi in plastica, fatta eccezione per la grande griglia metallica frontale posta davanti agli altoparlanti e che accende la luce (quattro circuiti luce RGB + due flash). Il tutto ci sembra solido e sarà indubbiamente in grado di resistere a molte manipolazioni e colpi diversi per tutta la sua vita, anche se la faccia su cui poggia l’altoparlante si graffia facilmente, specialmente su asfalto o ghiaia. A differenza del PartyBox della generazione precedente, il PartyBox 110 beneficia di una maggiore resistenza agli schizzi, certificazione IPX4 a supporto… a una condizione però”L’altoparlante deve essere in posizione verticale, verticalmente“l’azienda produttrice.

Il PartyBox 110 è facile da controllare grazie al “cruscotto” superiore. Ci sono tre pulsanti meccanici nel mezzo per alimentare l’altoparlante, l’accoppiamento Bluetooth e l’opzione “Bass Boost”. Due grandi potenziometri, ciascuno che circonda un pulsante meccanico, sono posizionati a ciascuna estremità. Puoi gestire facilmente il controllo del volume, i diversi schemi di illuminazione e la riproduzione della musica. La gestione è infantile e ogni comando è completamente reattivo. Alcune azioni, come l’associazione o la modifica del volume, sono accompagnate da segnali audio e visivi molto pratici. Apprezziamo anche la presenza di un indicatore di batteria visibile direttamente sulla faccia superiore, anche se bisogna premere un pulsante perché si accenda.

L'ampia apertura posta sopra i comandi permette un facile posizionamento dello smartphone o del tablet.

L’ampia apertura posta sopra i comandi permette un facile posizionamento dello smartphone o del tablet.

L’altoparlante può essere controllato anche tramite un’app mobile dedicata (disponibile su iOS e Android) in cui vengono eseguiti tutti i comandi di base (tranne ovviamente il pulsante di accensione). L’app va ancora oltre offrendo una visualizzazione accurata del livello della batteria e la possibilità di attivare effetti sonori “ambientali” la sera. Anche l’illuminazione è personalizzabile tramite l’interfaccia.

PartyBox è molto semplice e intuitivo ed è impossibile perdersi al suo interno.

PartyBox è molto semplice e intuitivo, ed è impossibile perdersi al suo interno.

Come mostrato nella nostra illustrazione nella sezione Collegamenti, sul retro dell’altoparlante sono posizionati anche diversi potenziometri per gestire il guadagno e il volume di ciascun jack di ingresso; Alcuni sono più “segreti” per evitare manipolazioni pericolose. Il pulsante “TWS” viene utilizzato per azionare l’accoppiamento di PartyBox 110 secondo per formare una coppia stereo wireless.

Una cosa è certa, l’esperienza di ascolto che il PartyBox 110 offre è in linea con la sua filosofia di festa. Il woofer mette i bassi al centro della scena e ha una buona riserva di potenza… anche se questo significa imprecisione.

Misura della risposta in frequenza (normale a 1 kHz, 1 metro, 85 dB SPL).  Senza EQ (nero), Bass Boost Livello 1 (Verde), Bass Boost Livello 2 (Blu).

Misura della risposta in frequenza (normale a 1 kHz, 1 metro, 85 dB SPL). Senza EQ (nero), Bass Boost livello 1 (verde), Bass Boost livello 2 (blu).

Fin dai primi istanti di ascolto è difficile negare la generosità di questo bass speaker. Il PartyBox 110 in realtà favorisce l’intera area dei bassi/bassi massimi, mentre è più timida negli alti, conferendo alla presentazione generale un lato particolarmente forte e caldo. La riproduzione dei bassi è padroneggiata bene: il cabinet non è chiaramente il più accurato trovato a questo livello – i flussi di bassi/bassi pesanti vengono ripetuti abbastanza frequentemente, specialmente in canzoni già generose a questo livello o quando vengono nervosamente premuti a un livello di ascolto – ma la riproduzione rimane molto uniforme Abbastanza e godiamo di bassi particolarmente profondi e coinvolgenti grazie al design bass reflex. Con questo in mente, faremmo molta attenzione a stare lontani dal mettere “Bass Bosst” sotto il dolore di un suono di basso a tutto campo che è completamente opprimente. L’attivazione del primo step di questa modalità può essere rilevante per un volume di ascolto basso, su brani con mix molto scolpiti (Sii fortunato di Daft Punk o Frankenstein di Marcus Miller, per esempio), ma nella stragrande maggioranza dei casi è meglio lasciarlo disabilitato.

Misura della risposta in frequenza in base all'orientamento della custodia: asse intero (nero), a 45° (verde), a 90° (blu).

Misura della risposta in frequenza in base all’orientamento della custodia: asse intero (nero), a 45° (verde), a 90° (blu).

Con il PartyBox 110 che è particolarmente direttivo, specialmente negli alti, la prominenza dei bassi è più evidente quando non sei in una posizione di ascolto ideale (nome proprio). bel posto), ovvero nel fulcro degli altoparlanti e a pochi metri di distanza. In questa posizione la riproduzione del suono è ricca e omogenea, e si può inoltre distinguere quello che sembra stereo – se e solo se l’altoparlante è posto “in piedi”, perpendicolare. Quando ti confondi, perdi molto dell’equilibrio del suono: la seconda parte dello spettro si attenua gradualmente e l’ampiezza diventa un po’ più oscurata, e gli acuti si trovano per lo più in un’area molto piccola (nell’asse diretto di il Amplificatori, a 45 gradi) prima di sbiadire notevolmente. Poiché questi ultimi non vengono riprodotti con grande accuratezza, possono mostrare un tocco di aggressività quando attraversano quest’area.

Come accennato in precedenza nel nostro test PartyBox 300, è essenziale occuparsi del posizionamento degli altoparlanti per godere della migliore esperienza di ascolto possibile. In considerazione della specifica geometria acustica del contenitore – il Amplificatori Sono posizionati al centro, vicino ai lati sinistro e destro – consigliamo anche di utilizzare l’altoparlante in posizione verticale per migliorare la distribuzione del suono – oltre a rendere i comandi più facili da raggiungere.

Tasso di distorsione armonica misurato a 85 dB SPL (rosso) e 94 dB SPL (verde).

Tasso di distorsione armonica misurato a 85 dB SPL (rosso) e 94 dB SPL (verde).

Il PartyBox 110 ha la potenza necessaria e mostra un buon controllo del rumore, anche a un volume di ascolto generoso. E anche se gli ultimi livelli sonori sono accompagnati da distorsioni che si risvegliano – e dinamiche di compressione nei bassi, cosa che può avvenire prima con la modalità “Bass Boost” attivata – la riserva di carica utilizzabile è appena sufficiente per una serata al chiuso in un ampio soggiorno o giardino esterno.

READ  Steam vieta criptovalute e NFT