Settembre 19, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La privacy degli utenti di Zoom raggiunge un accordo di $ 85 milioni su “Zoombombing”

Questo grafico preso il 15 marzo 2021 mostra piccole figure giocattolo davanti al logo Zoom. REUTERS / Dado Ruvic / Illustrazione / Foto d’archivio

1 agosto (Reuters) – Zoom Video Communications Inc. (di MO) Gli hacker hanno pagato $ 85 milioni per risolvere una causa relativa alla violazione dei diritti alla privacy degli utenti condividendo i dati personali con Facebook, Google e LinkedIn, per rafforzare le sue pratiche di sicurezza e per interrompere le riunioni di zoom nella pratica dello zombombing.

L’accordo iniziale, depositato sabato pomeriggio, richiede l’approvazione del giudice distrettuale degli Stati Uniti Lucy Coe a San Jose, in California.

Nell’attività di classe proposta gli abbonati hanno diritto a un rimborso del 15% dei loro abbonamenti principali o $ 25, se maggiore, gli altri possono ricevere fino a $ 15.

Zoom accetta misure di sicurezza, tra cui avvisare gli utenti quando gli host di Zoom o altri partecipanti utilizzano applicazioni di terze parti e fornire formazione specializzata ai dipendenti sulla privacy e sulla gestione dei dati.

La società con sede a San Jose si è rifiutata di commettere l’errore di accettare un accordo.

In una dichiarazione di domenica, Zoom ha dichiarato: “La privacy e la sicurezza dei nostri utenti sono una priorità per Zoom e prendiamo sul serio la fiducia che i nostri utenti hanno riposto in noi”.

L’accordo è arrivato sabato dopo il governo 11, con i querelanti a perseguire alcune rivendicazioni contrattuali. leggi di più

Nonostante la raccolta di circa $ 1,3 miliardi in abbonamenti alle riunioni zoom dai membri della classe Zoom, gli avvocati degli avvocati hanno definito ragionevole l’accordo da $ 85 milioni, considerando i rischi coinvolti. Vogliono fino a 21,25 milioni di dollari di spese legali.

READ  Italia: i club si mobilitano per garantire che un terzo delle loro stanze sia accogliente per il pubblico

Lo zoombombing è quando gli estranei dirottano le riunioni di zoom, usano la pornografia, usano un linguaggio razzista o pubblicano altri contenuti osceni.

Go ha affermato che Zoom è “principalmente” immune allo zoom che salta ai sensi della Sezione 230 del Federal Communications Discipline Act, che protegge i siti online dall’essere responsabili dei contenuti degli utenti.

La base di clienti di Zoom è aumentata di sei volte poiché l’epidemia di COVID-19 ha costretto più persone a lavorare da casa.

La società aveva 497.000 clienti e oltre 10 dipendenti nell’aprile 2021, rispetto agli 81.900 di gennaio 2020. Ha affermato che la crescita degli utenti potrebbe rallentare o rallentare man mano che più persone vengono vaccinate e tornano al lavoro o a scuola di persona. leggi di più

Caso ancora: Zoom Video Communications Inc. Privacy Case, US District Court, Northern District of California, No. 20-02155.

Rapporto Jonathan Stampel a New York; Montaggio di Andrea Richie e Lisa Schumacher

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.