Giugno 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Massey University, a corto di soldi, propone di tagliare le posizioni scientifiche

no comment

Massey University (foto d’archivio).
immagine: RNZ/Samuel Rylston

La Massey University, a corto di soldi, brandisce l’ascia, proponendo di tagliare i posti scientifici.

Ma si teme che il piano metta l’università in una spirale mortale, con la perdita di esperienza e di corsi che significherebbe che meno persone vorranno studiare lì.

Tra le proposte annunciate questa settimana c’è quella di smettere di offrire qualifiche di ingegneria in qualsiasi campus universitario e di perdere il 60% del personale nelle facoltà di scienze naturali, alimentazione e tecnologia avanzata.

È stato proposto che queste due scuole cessino di avere sede nel campus di Albany, ma abbiano sede esclusivamente a Palmerston North.

Ciò libererebbe un nuovo edificio ad Auckland in cui le scuole si sono trasferite l’anno scorso e che, secondo quanto riferito, è costato circa 120 milioni di dollari.

La professoressa associata di zoologia ed ecologia Weihong Ji, con sede ad Albany, è una di quelle che hanno ricevuto una lettera in cui si informava che la sua posizione sarebbe stata licenziata.

“L’edificio è stato costruito per le scienze naturali”, ha detto. “Questo grande nuovo edificio, l’Innovation Park, è stato costruito per la scienza. Comprende laboratori all’avanguardia”.

“Saranno riconvertiti se la proposta verrà portata avanti. Tutti i laboratori verranno smantellati.”

L’Unione per l’istruzione superiore ha affermato che sono in gioco più di 100 posti di lavoro poiché l’università deve affrontare un massiccio deficit di 33 milioni di dollari per i sette mesi fino a luglio.

Ma Gee ha detto che la risposta di Massey significherebbe altre cattive notizie.

Per cominciare, offrire corsi in una sola località – Palmerston North – potrebbe allontanare gli studenti internazionali.

“Perdere studiosi costerà all’università nelle classifiche universitarie. Gli studenti, soprattutto quelli internazionali, cercano classifiche e cercano persone con cui vogliono lavorare, studenti laureati [students]”Dottorato di ricerca.”

READ  Tecnologie all’avanguardia permettono di ricostruire lo splendido volto di una donna anziana in Australia

Gee ha detto di aver trovato difficile comprendere la logica finanziaria dietro la proposta di chiusura dell’Albany Institute of Natural Sciences.

Tra i suoi costi ci sono 7 milioni di dollari in pagamenti interni che in realtà erano destinati ad affittare uno spazio da Macy’s, ma l’università include tale importo per dire che la scuola sta perdendo poco più di 2 milioni di dollari all’anno. Secondo il finanziamento condiviso durante la consultazione sulla proposta, la scuola riceve 22,5 milioni di dollari e costa 25 milioni di dollari.

Gee ha iniziato a lavorare da Macy’s nel 2005 e ha detto che avrebbe cercato lavoro all’estero se il suo lavoro fosse stato eliminato.

“Sono un ricercatore nel campo della biologia della conservazione. Ho molte collaborazioni in Cina e Nepal e ho pubblicato più di 100 articoli di ricerca e pubblicazioni su riviste da quando ho iniziato a lavorare presso Massey.

“Quest’anno abbiamo pubblicato su Science, che è una rivista prestigiosa. Abbiamo dei bravi scienziati qui.”

Anche la professoressa Diane Brunton, il cui campo era la biologia della conservazione, in particolare degli uccelli, stava affrontando una dislocazione.

Ha affermato che il dipartimento di Scienze Naturali di Albany ha condotto ricerche all’avanguardia che sono state applicate alla conservazione delle specie neozelandesi e hanno contribuito alla comprensione di ciò che è necessario per salvare la biodiversità.

“La conservazione ambientale è attualmente al primo posto in termini di mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici e degli esseri umani sull’ambiente.

“In Nuova Zelanda siamo rimasti così isolati per così tanto tempo che quando sono arrivate le persone abbiamo avuto un impatto enorme sulla nostra biodiversità, quindi abbiamo un gran numero di specie minacciate”.

READ  La colazione ideale per i nutrizionisti? Ecco cosa mangiano veramente durante la settimana e nei fine settimana

Ha detto che il personale con sede ad Albany e la ricerca degli studenti si sono concentrati sulle regioni settentrionali della Nuova Zelanda, cosa che sarebbe difficile da fare dal Manawatu.

L’incertezza lasciava gli studenti di fronte a un dilemma mentre si chiedevano come completare le loro qualifiche e quale fosse lo status dei loro supervisori.

“Abbiamo nuovi dottorandi finanziati esternamente attraverso la borsa di studio Marsden e studenti finanziati in altri modi.

“Gli studenti internazionali vengono qui e portano le loro famiglie in Nuova Zelanda. Uno di loro è venuto qui con la sua famiglia dall’India lunedì.”

Quello fu il giorno in cui Massey parlò allo staff e agli studenti delle sue proposte.

Brunton Gee ha condiviso le sue preoccupazioni su ciò che accadrà al nuovo parco dell’innovazione di Albany.

“Se non fossimo lì, molto probabilmente l’edificio dovrebbe essere modificato e messo fuori servizio. Ci sono laboratori specializzati e laboratori di ricerca.

“Si tratta anche di un enorme spreco del denaro dei nostri contribuenti, il che mi sconvolge davvero, poiché ora abbiamo questa capacità che non avevamo”, ha aggiunto.

Solo tre anni fa Massey pubblicò un documento di discussione per avanzare l’idea di tagliare le questioni scientifiche ad Albany.

Ciò non è accaduto, ma Brunton e Gee hanno detto che questa volta sembrava un affare fatto.

Ji ha affermato che il contesto imprenditoriale è stato difficile negli ultimi anni a causa della riduzione del personale.

Ben Schmidt, un organizzatore dell’Unione dell’istruzione superiore, ha affermato che i recenti tagli proposti sono stati intempestivi.

“Ciò è del tutto miope e non necessario. Ci opponiamo inequivocabilmente a questi tagli proposti. Danneggeranno gravemente la fornitura scientifica, non solo a Massey ma anche la capacità scientifica in Nuova Zelanda.”

READ  Les méduses, fléau de la baignade mais trésor de la science

Schmidt ha affermato che il vicepresidente di Massey, Jan Thomas, deve fermare i tagli e collaborare invece con altri attori del settore su come finanziare l’istruzione superiore.

“Se il vicerettore vuole generare più entrate, è essenziale che disponga di personale di supporto qualificato che svolga il lavoro, insegni e faccia ricerca”, ha affermato.

“La scienza non può crescere mentre allo stesso tempo più del 60% del personale in questi settori vitali viene licenziato”.

Ha detto che il morale del personale era stato distrutto dalle proposte.

La Massey University ha affermato in una dichiarazione che la proposta ha funzionato per modellare la Facoltà di Scienze per l’insegnamento e la ricerca di livello mondiale, affrontando al contempo le difficili circostanze finanziarie.

“Il lavoro sul profilo accademico della Facoltà di Scienze è iniziato prima della pandemia, con modifiche apportate all’offerta accademica in risposta ai cambiamenti demografici e degli interessi.

“L’attuale proposta tiene conto di ulteriori modifiche alle qualifiche e specializzazioni offerte dalla Facoltà di Scienze, propone il consolidamento di alcune materie nel Campus di Manawatu, e parallelamente tiene conto anche del personale accademico e tecnico che sarà necessario per supportare attività fondamentali nell’insegnamento, nell’apprendimento e nella ricerca”, si legge nella nota. “.

Le consultazioni erano in corso e la decisione finale era attesa per novembre.

L’università è stata contattata per un commento sul futuro dell’Albany Innovation Park.