Maggio 19, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Federal Reserve mantiene i tassi di interesse ma non esclude un altro aumento

La Federal Reserve mantiene i tassi di interesse ma non esclude un altro aumento

Mercoledì 1, per la seconda volta consecutiva, la Federal Reserve, la banca centrale americana, ha lasciato invariati i tassi di interesseLui è novembre, ma non esclude di raccogliere nuovamente i soldi per l’affitto dopo questa interruzione. I tassi di interesse a breve termine, che erano ancora prossimi allo zero alla fine della crisi Covid-19 nel marzo 2022, oscillano tra il 5,25% e il 5,5%, un livello record da ventidue anni.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Negli Stati Uniti, la Federal Reserve prevede che i tassi di interesse supereranno il 5% nel corso del 2024

“Per determinare l’entità dell’ulteriore inasprimento della politica monetaria che potrebbe essere appropriato per ridurre l’inflazione al 2%, il Comitato prenderà in considerazione l’inasprimento cumulativo della politica monetaria, il ritardo con cui la politica monetaria influisce sull’attività economica e sull’inflazione, nonché gli impatti economici .e fattori finanziari »“, scrive la banca centrale nel suo comunicato stampa.

Nonostante l’aumento dei tassi di interesse, l’economia americana continua a mostrare una notevole forza, con un tasso di crescita annuo che ha raggiunto il 4,9% nel terzo trimestre, sostenuta dai consumi delle famiglie e dalla disoccupazione, che si è limitata al 3,8%.

In rialzo a Wall Street

L’inasprimento della politica monetaria stenta a produrre tutti i suoi effetti, anche se l’inflazione scende dal picco del 9,1% di giugno 2022 al 3,7% di settembre. “Avremo bisogno di un rallentamento della crescita e di un certo allentamento nel mercato del lavoro per ripristinare completamente la stabilità dei prezzi”.Lo ha detto il presidente della Federal Reserve Jerome Powell. L’ultima riunione dell’anno del Comitato di politica monetaria è prevista per il 12 e 13 dicembre.

READ  Air France-KLM ordina 50 aeromobili Airbus A350 per voli a lungo raggio

Tuttavia i mercati non hanno avuto paura e sembrano ritenere ormai finiti i rialzi dei tassi d’interesse. Mercoledì, dopo tre mesi disastrosi sul mercato azionario, Wall Street ha dato il via al primo giorno di novembre: l’indice S&P 500, che rappresenta le grandi aziende, è salito dell’1,05%, mentre il Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, è salito dell’1,64%. . In primo luogo, durante la giornata i tassi d’interesse a dieci anni sono scesi dal 4,92% al di sotto del 4,75%, mentre i tassi d’interesse a due anni sono scesi sotto il 5%.

“La Fed ha fatto la cosa giusta oggi. Non è un lavoro finito sull’inflazione: riconoscono che c’è ancora del lavoro da fare. Ma quel lavoro potrebbe non richiedere ulteriori aumenti dei tassi e, di fatto, hanno eretto una barriera. “Questi aumenti sono a un livello che speriamo di non raggiungere mai. Ha commentato l’economista di Harvard Jason Furman.

Il deficit di bilancio è fuori controllo

Ironicamente, sono stati proprio i mercati finanziari ad essere recentemente accorsi in aiuto della Fed. Nel mese di ottobre, hanno spinto i tassi di interesse a 10 anni sopra il 5%, il che dipende solo indirettamente dalla politica della Fed (la banca fissa solo i tassi di interesse overnight). Di conseguenza, hanno portato a termine il lavoro della banca centrale rendendo il credito al consumo e i mutui più costosi. “Le condizioni finanziarie si sono chiaramente inasprite, e questo è evidente nei prezzi che i consumatori, le famiglie e le imprese pagano oggi. Nel tempo ciò avrà un impatto.”Lo ha detto il presidente della Federal Reserve Jerome Powell.

Hai il 35% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

READ  video. "Questa riparazione richiederà molto tempo, almeno tre mesi." Annunci di Nathalie Appéré, Keolis e Siemens sul futuro della metropolitana di Rennes