Maggio 25, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Kiev afferma che la cattura di Robotyn apre la strada ad un attacco alla Crimea

Kiev afferma che la cattura di Robotyn apre la strada ad un attacco alla Crimea

Soldati ucraini salgono su un carro armato vicino al villaggio di Robotyn, 25 agosto 2023. Vyacheslav Ratynsky/Reuters

Il capo della diplomazia ucraina, che giovedì ha parlato ai diplomatici francesi a Parigi, ha espresso ottimismo dopo la cattura di Robotyn.

Il capo della diplomazia ucraina ha affermato, secondo una lettera pubblicata mercoledì 30 agosto, che il controllo della regione di Robotyn, rivendicato questa settimana da Kiev, apre la strada all’attacco ucraino all’Ucraina meridionale occupata e alla Crimea, che è stata annessa dalla Russia. “trincerati sui fianchi di Ropotyn, apriamo la strada a Tokmak (città del sud), e poi infine a Melitopol e ai confini (amministrativi) della CrimeaMartedì 29 agosto, Dmytro Kuleba lo ha detto ai diplomatici francesi durante un discorso a Parigi.

Secondo lui, la battaglia tra i due robot è stata particolarmente lunga e ardua, perché “Uno dei settori più difficili del fronte“Inclusione di aerei, elicotteri e droni russi”che controlla il cieloO campi minati molto densi. Per lui, questa città di poche centinaia di residenti prebellici è “Di importanza strategica».

Robotyne si trova su una strada che scende a sud verso Tokmak (30.000 abitanti prima della guerra) e Melitopol (150.000 abitanti prima della guerra) prima di unirsi alla Crimea. Tokmak e Melitopol sono tra le principali città della parte occupata della regione di Zaporizhia, città di cui la Russia ha preso il controllo nelle prime settimane dell’invasione all’inizio del 2022.

La prima unità muore

Uno degli obiettivi del contrattacco ucraino, iniziato lo scorso giugno, è quello di recidere l’integrità territoriale occupata dall’esercito russo, che costituisce un ponte terrestre, ai confini del Mar d’Azov, che collega Crimea e Russia. Quest’area è essenziale per la logistica delle forniture russe.

Dmytro Kuleba ha detto ai diplomatici francesi, durante un viaggio a Parigi, che la prima unità responsabile della cattura di Ropotyn era stata eliminata. Successivamente, è stato formato un gruppo di 31 uomini per condurre operazioni mirate sulle posizioni russe, che hanno comportato lo strisciare per ore attraverso i campi minati e poi mantenere le posizioni fino all’arrivo dei rinforzi.

“Fossa comune delle Forze Armate dell’Ucraina”

La cattura dell’area arriva dopo quasi tre mesi di controffensive che finora hanno fruttato solo progressi limitati in termini di chilometri quadrati, e voci in Occidente hanno sollevato dubbi sulla capacità dell’Ucraina di raggiungere i suoi obiettivi.

Con Robotyne gli ucraini sperano di riuscire a incunearsi nelle formidabili linee di difesa della Russia, fatte di trappole anticarro, campi minati e trincee. L’esercito russo non ha ancora annunciato il ritiro da Ropotyn, a causa dei pesanti combattimenti nella zona e attorno alla vicina città di Verbov.

«La zona grigia di Robotyne-Verbove diventerà una fossa comune delle forze armate ucraine“, ha annunciato su Telegram il capo dell’occupazione russa della regione di Zaporizhzhya, Yevgeny Paletsky.


” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

READ  Dopo il disastro, le vittime della città di Wirkan si disperano