Agosto 14, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il Senegal vince la sua prima Coppa d’Africa dopo aver battuto l’Egitto ai rigori

Cosa può pensare Sadio Mane mentre percorre le decine di metri che separano il centrocampo dal dischetto, domenica 6 febbraio, al termine della finale di Coppa d’Africa? Ha sbagliato il calcio di rigore ad inizio partita contro lo stesso Muhammad Abu Jabal? Nella finale persa due anni e mezzo fa contro l’Algeria? In finale ha perso la sua scelta quando aveva appena dieci anni nel 2002? Oppure, per quel concetto cliché di tutti gli osservatori di calcio: non pensi a niente e lo scarichi?

Pur consegnando il titolo a cui aspirava un intero Paese, Sadio Mane si è precipitato in avanti, con uno sguardo diretto e veloce, sferrando un potente colpo alla destra del portiere egiziano. Eroicamente finora, Japasky non ha potuto fare altro che vedere la sua sconfitta. Un momento inevitabile che alla fine sarebbe stato inimmaginabile, il destino di questa finale non ha smesso di cambiare nel corso di un match inimmaginabile (0-0, 4-2 sui penne).

Fisicamente più fresco dell’avversario egiziano, che ha superato altre tre volte per raggiungere la finale, il Senegal ha pressato a lungo senza riuscire a trovare il difetto. La partita potrebbe essere cambiata per la prima volta al quarto minuto quando il Senegal ha ottenuto un rigore. La prima occasione persa da Sadio Mane, leader e campione del Paese dall’inizio della competizione. Dopo questo fallimento, i leoni del Teranga non hanno tolto la bandiera.

Nel solo primo tempo, e in tre occasioni, tre palloni pericolosi, appostati nell’area di rigore egiziana, non hanno trovato sfogo. A questa costante pressione, l’Egitto ha risposto con il suo maestro a suonare, Mohamed Salah che, dopo un maestoso numero da solista, ha ripescato una volta terminato (43° posto). Il primo periodo è stato più vivace del secondo, ancora una volta segnato da occasioni mancate da parte dei senegalesi.

Mentre si potrebbe pensare che il peso del tempo che l’Egitto ha trascorso sui prati camerunesi in questi giorni influirà sul gioco, non è successo nulla. Al contrario, è stato l’Egitto a chiudere la partita meglio dei supplementari ancora occupati dal proprio portiere.

READ  Emmanuel Macron è stato accolto da Volodymyr Zelensky a Kiev

Tra i senegalesi stanchi di un muro laterale e i simpatici Faraoni, man mano che le loro forze crescevano nel corso della partita, il destino di questo incontro sembrava essere cambiato. di nuovo. Come se fosse già scritto. Ma mentre Mohamed Abu Gabal si aspettava durante questi calci di rigore, è stato Edward Mendy a indossare l’uniforme da bagnino, fermando due tiri egiziani, dando a Sadio Mane una seconda possibilità. Ora, cosa sta pensando?