Maggio 29, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il progetto TARAMMAA consentirà al Rafale F4 di vedere oltre

Il progetto TARAMMAA consentirà al Rafale F4 di vedere oltre

Il primo radar ad essere dotato di serie del Rafale e sviluppato da Thomson-CSF Group [devenu depuis Thales] Basato su una tecnologia sviluppata negli anni ’70 da Radant, RBE2 [Radar à Balayage Électronique 2 plans] con antenna passiva [PESA] Era uno dei più avanzati del suo tempo, non solo perché, a differenza dei suoi predecessori, combinava funzioni di rilevamento aereo e rilevamento del terreno, ma anche per le sue prestazioni, grazie a computer in grado di eseguire fino a un miliardo di operazioni al secondo, quindi consentendo il tracciamento di quaranta obiettivi e l’ingaggio di otto di essi contemporaneamente.

Successivamente, RBE2 si è evoluta grazie al contributo delle antenne attive [AESA, pour Active Electronically Scanned Array]. Senza entrare in troppi dettagli tecnici, questo radar integra migliaia di sensori chiamati TRM [Transmitter Receiver Module / modules émetteurs-récepteurs]che ne migliora l’affidabilità [grâce à la redondance de ces derniers] e le sue prestazioni perché è più difficile da rilevare e meno soggetto a disturbi elettronici, nonché un maggiore raggio di rilevamento, inclusi bersagli con una firma radar bassa.

Infatti, secondo la descrizione fornita da Thales, l’AESA RBE2, entrata in servizio nel 2012, è in grado di rilevare e perseguire “un gran numero di bersagli aerei, in alto o in basso, per combattimenti ravvicinati e per intercettare a lunghe distanze da terra o mare Bersagli, in ambienti sereni o nuvolosi e con qualsiasi condizione atmosferica. Inoltre, consente la creazione di mappe 3D, in tempo reale, per il monitoraggio del terreno e “mappe radar 2D ad alta risoluzione del terreno inondato per la navigazione e l’identificazione dei bersagli”. E con il missile aria-aria METEOR a lungo raggio, grazie alla sua capacità di rilevamento estesa, consente al Rafale di ingaggiare bersagli oltre il raggio visivo. [BVR].

READ  Come il governo ha sottovalutato le difficoltà alle stazioni di servizio

Tuttavia, è chiaro che l’AESA RBE2 avrà un successore. Come sottolineato Rivista di settore ventilatorinell’ultimo numero dedicato alla Direzione Generale degli Armamenti Rafale F4 [DGA] Ci sta lavorando attraverso un progetto scientifico e tecnico [PST] “TARAMMAA”, per MLU Multichannel Active Antenna Radar Technologies and Engineering, è stato lanciato come continuazione dei programmi di studio iniziali [PEA] CARA [Capacités accrues pour le radar RBE2 à antenne active] e MELBAA [Modes et exploitation large bande pour l’antenne active].

Questo progetto TARAMMAA è particolarmente interessato al miglioramento delle prestazioni dei ricetrasmettitori e alla progettazione di nuovi software e hardware. Direttore del programma Rafale all’interno della Direzione Generale degli Armamenti, Ingegnere Generale degli Armamenti [IGA] Guilhem Reboul spiega che l’idea è quella di assicurarsi che “parte dell’elaborazione avvenga direttamente nell’antenna stessa e non nei computer dedicati”.

“È molto innovativo”, dice. Nello specifico: “Tecnologia al nitruro di gallio [GaN] Sarà preferito che i moduli dell’antenna consentano nuove funzioni come l’interlacciamento dei modelli di aria, aria e terra. Combinate con capacità di elaborazione migliorate grazie ad algoritmi e risorse di calcolo sempre più efficienti, queste unità garantiranno intervalli di rilevamento impressionanti e un’elevata resistenza al jamming, rispetto a PST “Aero Electronic Warfare 2025, preparazione per gli aggiornamenti Rafale F4 e … Rafale F5”.

Quindi, inoltre, la DGA ha dato priorità alla creazione del settore francese del nitruro di gallio, nell’ambito del programma NIGAMIL [pour « NItrure de Gallium pour applications MILlimétriques »]. Infatti, questo materiale è particolarmente utilizzato per la realizzazione di circuiti integrati ad alte prestazioni funzionanti fino a 100 GHz, il che consente di migliorare il livello di potenza, l’efficienza e, di conseguenza, la comprimibilità di sistemi radar, antenne attive o sistemi di guerra elettronica .

READ  Le autorità fiscali hanno un nuovo obiettivo nel mirino e i proprietari di immobili devono stare attenti

Nel frattempo, spiega Air Fan, il Rafale F4.1, in fase di sviluppo, avrà un radar AESA RBE2 con modalità GMTI. [Ground Moving Target Indicator] Per rilevare e tracciare bersagli a terra [les essais de celui-ci sont d’ailleurs terminés] Oltre a impostare SAR [radar à synthèse d’ouverture] È ottimizzato per produrre mappe di terra radar ad alta risoluzione. “Per gli equipaggi, questi sviluppi costituirebbero un progresso pratico sorprendente”.

Illustrazione: Talete