Febbraio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il management di TotalEnergies è pronto a negoziare i salari già da ottobre, se i colli di bottiglia nelle raffinerie e nei magazzini saranno finiti.

Il management di TotalEnergies è pronto a negoziare i salari già da ottobre, se i colli di bottiglia nelle raffinerie e nei magazzini saranno finiti.

Questi negoziati erano originariamente previsti per novembre. Dall’inizio dello sciopero, dieci giorni fa, la CGT ha chiesto un aumento salariale del 10%.

Articolo di

pubblicato

Modernizzazione

momento della lettura : 1 minuto.

Rispondi alla mano tesa di CGT. TotalEnergies ha concordato, domenica 9 ottobre, di portare avanti le sue negoziazioni salariali annuali, a condizione che i blocchi alle raffinerie e ai depositi di carburante finiscano. I negoziati erano originariamente previsti per il 15 novembre. Essi “Permetterà di determinare in che modo i dipendenti potranno beneficiare, entro la fine dell’anno, degli eccezionali risultati raggiunti da TotalEnergies, anche tenendo conto dell’inflazione per il 2022”conferma al colosso energetico francese, che nella prima metà del 2022 ha realizzato profitti per 10,6 miliardi di dollari.

Dall’inizio dello sciopero, la CGT ha chiesto un aumento del 10% dei salari, di cui il 7% per l’inflazione e il 3% per la condivisione della ricchezza. Il movimento è decollato dieci giorni fa nelle raffinerie di petrolio e nei depositi di carburante di TotalEnergies e del gruppo statunitense Esso-ExxonMobil. In attesa dello scambio programmato lunedì con la dirigenza, lo sciopero è stato rinnovato domenica alle 14.

Sabato, CGT di TotalEnergies ha fatto il primo passo nella trattativa. In una lettera aperta all’amministratore delegato del gruppo, Patrick Boyani, il sindacato ha accettato di mettere da parte le sue richieste in materia di occupazione e investimenti per aprire solo trattative salariali, ma ciò entrerà in vigore lunedì.

L’amministrazione ha confermato domenica di aver già avanzato fino a novembre i negoziati annuali obbligatori (NAO) senza di essa “Aspetta gennaio 2023 come di solito accade”Sta quindi compiendo un altro passo accettando di negoziare a partire da ottobre.

READ  Soldi in Euro: Scopri l'ordine dei resi per il 2021!

Il ministro per la transizione energetica, Agnès Pannier-Runacher, ha accolto con favore l’annuncio di TotalEnergies. “I francesi non devono più subire le conseguenze di un movimento sociale. Questa lotta deve finire”.Lei disse.