Dicembre 5, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il licenziamento del capo del consiglio militare dal suo incarico, l’annuncio dei soldati in tv

Il Burkina Faso ha vissuto il suo secondo colpo di stato in otto mesi venerdì 30 settembre: l’esercito ha rimosso dal suo incarico il tenente colonnello Paul-Henri Sandaogo Damiba, salito al potere con un colpo di stato a fine gennaio.

una dimensione La giornata è stata segnata dalle riprese Nel distretto presidenziale di Ouagadougou, una quindicina di soldati in uniforme e velo per alcuni di loro si sono seduti per terra, alla Radiodiffusion-Télévision du Burkina Faso, poco prima delle dieci di sera. Il capitano Ibrahim Traoré ha letto un comunicato stampa in cui annunciava il suo licenziamento Paul Henri Sandaugo DamibaSciogliere il governo, sospendere la costituzione e chiudere i confini del Paese fino a nuovo avviso. È stato inoltre imposto il coprifuoco dalle 21:00 alle 5:00.

Brahim Traore, il nuovo uomo forte del Paese

Le scelte rischiose del tenente colonnello Damiba hanno gradualmente indebolito il nostro sistema di sicurezza. Sono state esacerbate le procedure di routine che hanno caratterizzato il regime caduto nel periodo transitorio, che ha messo a repentaglio anche operazioni di natura strategica”E il Uno dei golpisti ha detto in TV Rapporti giornalistici Da Morgane Le Cam da “World Africa”.

Ha aggiunto che il nuovo uomo forte del Paese, nominato capo del Movimento nazionale per la protezione e il restauro (MPSR, l’organo di governo della giunta), è ora il capitano Ibrahim Traoré. Il signor Traore, 34 anni, è stato finora il capo dell’unità delle forze speciali anti-jihadisti “Cobra” nella regione di Kaya (Nord).

I golpisti hanno promesso di incontrarsi “Continuamente le forze vive di una nazione” impostare un “Il nuovo presidente del Faso, civile o militare”.. Il destino del signor Damiba è rimasto sconosciuto venerdì sera.

Soldati schierati nelle strade di Ouagadougou, dove molte strade sono state chiuse, il 30 settembre 2022.

Hanno anche annunciato la chiusura delle frontiere terrestri e aeree del Paese a partire dalla mezzanotte, nonché la sospensione della costituzione e lo scioglimento del governo e del consiglio legislativo di transizione. È stato inoltre imposto il coprifuoco dalle 21:00 alle 5:00.

Condanna della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale

In un comunicato stampa, la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS) – i cui poteri sono stati sospesi in Burkina dal colpo di stato di gennaio – ha affermato – “Condanno con la massima fermezza la presa del potere con la forza appena avvenuta”.. Trova la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale “Questo nuovo colpo di stato è inappropriato in un momento in cui sono stati compiuti progressi (…) per tornare all’ordine costituzionale entro e non oltre l’1lui è luglio 2024 ».

Lo ha espresso anche l’Unione Europea “paure”proprio come gli Stati Uniti, che hanno invitato i propri cittadini a limitare i loro movimenti. “Chiediamo il ritorno della calma e della moderazione da parte di tutte le parti”.Lo ha detto un portavoce del ministero degli Esteri. Il ministero degli Esteri francese ha chiesto ai suoi cittadini di Ouagadougou, che si stima siano tra i 4.000 ei 5.000, di restare a casa.

Venerdì è stato molto teso nella capitale del Burkina Faso, con spari uditi prima dell’alba nel quartiere che ospita la presidenza e la sede del consiglio militare, secondo diversi testimoni, e poi ancora nel primo pomeriggio.

Diversi assi della città sono stati chiusi durante il giorno dai soldati di stanza al crocevia principale della città, in particolare davanti al quartier generale della televisione nazionale.

Bandiere russe

Nel pomeriggio diverse centinaia di persone, alcune sventolando bandiere russe, si sono radunate nella grande piazza della Patria a Ouagadougou per chiedere cooperazione militare con la Russia, respingere la presenza militare francese nel Sahel e chiedere la partenza del tenente colonnello Damiba. , ha osservato un giornalista dell’Agence France-Presse. Negli ultimi anni l’influenza di Mosca ha continuato a crescere in molti paesi africani di lingua francese.

Il tenente colonnello Paul Henry Sandaugo Damiba ha preso il potere con un colpo di stato a fine gennaio, promettendo di fare della sicurezza la sua priorità, in un Paese minato da anni da sanguinosi attacchi jihadisti. Ma è raddoppiato negli ultimi mesi, soprattutto al nord.

Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti Burkina Faso: A Djibo, una vita sotto l’assedio jihadista

Depuis 2015, les attaques récurrentes de mouvements armés affiliés aux djihadistis d’Al-Qaida et de l’organisation Etat islamique, mainment dans le nord et l’est du pays, ont fait des milliers de morts et provoqué place de que déque People.

Le Monde con Agence France-Presse e Reuters

READ  Mandato di arresto emesso per il fidanzato Brian Laundry