Febbraio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU decide il cessate il fuoco a Gaza

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU decide il cessate il fuoco a Gaza

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU decide questo pomeriggio il cessate il fuoco

Alle 16, ora francese, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite dovrà prendere una decisione sulla richiesta di un “cessate il fuoco umanitario immediato” nella Striscia di Gaza, un voto i cui risultati saranno incerti in un contesto diplomatico teso.

Il progetto di risoluzione emesso dagli Emirati Arabi Uniti chiede anche il “rilascio immediato e incondizionato di tutti gli ostaggi” e “garantire loro l’accesso umanitario”.

Sei palestinesi sono stati uccisi dalle forze israeliane in Cisgiordania

Venerdì, le forze israeliane hanno ucciso sei palestinesi, tra cui due forniti da Israele come combattenti, in un campo profughi nel nord della Cisgiordania occupata, ha riferito il Ministero della Sanità dell’Autorità Palestinese.

I sei uomini, due dei quali avevano 14 e 18 anni, sono stati uccisi “dai proiettili dell’occupazione (Israele, ndr) nel campo profughi di Al-Far’a” nella zona di Tubas.

Un giornalista dell’Agence France-Presse ha notato che i resti erano avvolti nella bandiera palestinese e sono stati trasportati attraverso il campo durante il funerale, al quale hanno partecipato uomini armati e mascherati.

Sei palestinesi uccisi dall’esercito israeliano nel campo di Al-Faraa in Cisgiordania, l’8 dicembre 2023 © ZAIN JAAFAR / AFP

L’Autorità Palestinese chiederà a Doha di fornire aiuti finanziari ad Hamas

Si prevede che il primo ministro dell’Autorità Palestinese Mohammad Shtayyeh si recherà in Qatar alla fine della settimana per chiedere a Doha di trasferire a Ramallah gli ingenti aiuti finanziari forniti ad Hamas negli ultimi anni, secondo quanto riferito venerdì. Bloomberg Chi lo ha intervistato giovedì.

Shtayyeh ha anche detto a Bloomberg di aver incontrato funzionari americani per discutere il piano postbellico a Gaza. Preferisce che, alla fine del conflitto, Hamas diventi un partner minore dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, contribuendo allo stesso tempo alla costruzione di un nuovo stato indipendente che includa la Cisgiordania, Gerusalemme Est e la Striscia di Gaza.

L’ONU si rammarica dell’invio di 69 camion di aiuti a Gaza giovedì, “molto al di sotto della media”

L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari a Gaza ha annunciato venerdì che 69 camion carichi di aiuti umanitari e 61.000 litri di carburante sono entrati giovedì nella Striscia di Gaza, “molto al di sotto della media di 170 camion e 110.000 litri al giorno durante l’emergenza umanitaria”. tregua.” Affari (Ufficio per il Coordinamento degli Affari Umanitari).

L’OCHA indica che una media di 500 camion umanitari entravano a Gaza ogni giorno prima del 7 ottobre.

“Essere in questa zona è pericoloso”: parla l’esercito israeliano dopo la morte di un giornalista della Reuters

L’esercito israeliano ha detto venerdì all’AFP che l’esplosione che ha ucciso un giornalista della Reuters e ferito altri sei, tra cui due dell’Agence France-Presse, il 13 ottobre nel sud del Libano è avvenuta in una “zona di combattimento attivo”.

READ  I salari dovrebbero essere collegati all'inflazione? Editoriale Carlo Snat

Un’indagine condotta dall’Agence France-Presse su questo attentato, pubblicata giovedì, indica che è stato sparato un proiettile da un carro armato israeliano. Un’indagine condotta da Reuters, pubblicata anch’essa giovedì, ha concluso che c’era stato un incendio da parte di carri armati israeliani.

In risposta a una domanda su questi risultati, un portavoce dell’esercito israeliano ha confermato che il luogo in cui si trovavano i giornalisti era “una zona di combattimento attivo, dove venivano scambiati colpi di arma da fuoco”. “È pericoloso trovarsi in questa zona.”

“L’incidente è sotto inchiesta”, ha detto questo portavoce all’AFP, aggiungendo che l’esercito aveva chiesto alla Forza ad interim delle Nazioni Unite in Libano (UNIFIL) il giorno precedente, il 12 ottobre, di “verificare che non ci siano civili nella zona di combattimento. “

L’esercito israeliano chiede l’evacuazione urgente della maggior parte delle aree di Gaza City

Questa mattina l’esercito israeliano ha lanciato un “appello urgente di evacuazione” ai residenti di Jabalia, Shuja’iya, Al-Zaytoun e della Città Vecchia di Gaza.

Invita le persone a lasciare tutte queste aree attraverso le strade Khalil Al-Wazir e Al-Wahda verso i centri di accoglienza a ovest di Gaza City.

Gaza: un chirurgo testimonia su BFMTV

François Gourdel, un chirurgo di MSF, è tornato da Gaza per testimoniare su BFMTV sulla situazione umanitaria nel paese.

Dice: “Ciò che colpisce è il numero di bambini feriti e bruciati, a volte in piccoli pezzi”.

Gaza: “La società è sull’orlo del collasso”, avverte l’UNRWA

A Gaza “la società è sull’orlo del collasso”, avverte l’UNRWA.

“L’ordine civile a Gaza sta crollando – le strade sono deserte, soprattutto dopo il tramonto – alcuni convogli umanitari vengono saccheggiati e i veicoli delle Nazioni Unite vengono lanciati a sassate”, afferma X Thomas White, direttore delle operazioni dell’UNRWA a Gaza.

“Ricordati di noi”: le ultime parole del medico di MSF ucciso a Gaza

Il dottor Mahmoud Abu Najila, membro di Medici Senza Frontiere, ha scritto alla lavagna: “Chi resterà fino alla fine racconterà la storia. Abbiamo fatto quello che potevamo. Ricordatevi di noi”. È stato ucciso in un bombardamento su un ospedale a Gaza.

“Quattro nostri colleghi sono stati uccisi”, afferma MSF sul sito X. “Molti altri hanno perso familiari”.

READ  La Corea del Sud inizia il lutto nazionale dopo una fuga precipitosa che ha ucciso più di 150 persone a Seoul

La Mezzaluna Rossa palestinese accusa Israele di impedire l’arrivo delle sue ambulanze in Cisgiordania

Lo ha affermato l’Organizzazione umanitaria palestinese

Secondo il Ministero della Sanità dell’Autorità Palestinese, cinque palestinesi sono stati uccisi da colpi di arma da fuoco israeliani nel campo di Faraa.

L’esercito israeliano afferma di aver colpito “450 obiettivi” a Gaza nelle ultime 24 ore

“Nelle ultime 24 ore: più di 450 obiettivi sono stati colpiti dalle forze terrestri, aeree e navali dell’IDF a Gaza”, afferma l’IDF in X.

“I nostri aerei da combattimento hanno neutralizzato diversi terroristi con una serie di attacchi precisi. 3 terroristi sono stati colpiti da un drone. 2 sono stati eliminati e il terzo ha rivelato la posizione di altri terroristi che si preparavano a lanciare missili contro le nostre forze. Tutti loro sono stati neutralizzati una serie di scioperi.” Aggiunge l’esercito.

Israele sta indagando su filmati che mostrano palestinesi arrestati in biancheria intima a Gaza

Le immagini che circolano sui social media e sulla televisione israeliana mostrano dozzine di palestinesi in mutande, seduti in una strada a Gaza, circondati da soldati israeliani.

“Stiamo indagando e verificando coloro che sono collegati a Hamas e coloro che non lo sono, e li stiamo arrestando e interrogando tutti”, ha risposto il portavoce dell’IDF Daniel Hagari, citando il portavoce dell’IDF. Reuters.

>> Leggi il nostro articolo completo

Al centro di un bombardamento in una città della Striscia di Gaza

Immagini impressionanti. Martedì 5 dicembre un attentato ha colpito la città di Deir al-Balah, nel centro della Striscia di Gaza. Il giornalista palestinese Moataz Azaizeh era nelle vicinanze e ha filmato i secondi successivi all’esplosione.

Il caos è totale, gli edifici vengono distrutti e molti feriti e morti giacciono a terra mentre suonano le sirene. Alla fine è stato soccorso un uomo gravemente ferito che chiedeva aiuto e che sembrava affetto da una frattura scomposta.

In contatto con BFMTV, l’esercito israeliano ha rifiutato di confermare se ci fosse proprio lui dietro questo raid. Secondo un funzionario locale, quel giorno sono morti diversi bambini.

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU deve prendere una decisione sulla proclamazione del cessate il fuoco

Sotto la pressione del Segretario generale, venerdì il Consiglio di sicurezza dell’ONU dovrà decidere di chiedere un “cessate il fuoco umanitario immediato” nella Striscia di Gaza, un voto dagli esiti incerti in un contesto diplomatico teso.

In una lettera indirizzata mercoledì ai membri del Consiglio, António Guterres ha citato esplicitamente l’articolo 99 della Carta delle Nazioni Unite, che consente al Segretario generale di “attirare l’attenzione del Consiglio” su una questione che “potrebbe mettere a repentaglio il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale. ” . Il primo dopo decenni.

READ  Mercoledì Volodymyr Zelenskyj al quartier generale della NATO, per la prima volta dall'invasione russa

“Con i continui bombardamenti da parte delle forze armate israeliane e senza riparo o beni di prima necessità, mi aspetto presto un completo collasso della legge e dell’ordine a causa delle condizioni disperate, che renderanno impossibile fornire aiuti umanitari anche limitati” a Gaza. Ha scritto in questa lettera, chiedendo ancora una volta un “cessate il fuoco umanitario” per evitare conseguenze “irreversibili” per i palestinesi e la regione.

Emmanuel Macron determinerà “nelle prossime settimane” la data in cui onorare le vittime di Hamas

Giovedì 7 dicembre, Emmanuel Macron ha promesso di fissare “nelle prossime settimane” una data per onorare le vittime… 7 ottobre Attentato di Hamas in IsraelePensando che devono aspettare perché le famiglie”Hanno ancora degli ostaggi“.

Il capo dello Stato ha spiegato durante una cerimonia tenutasi all’Eliseo: “È chiaro che renderemo omaggio a tutti i bambini che se ne sono andati e a tutti i loro cari. In poche parole, deciderò la data d’accordo con le famiglie”. ” .

Una cerimonia nella quale ha ricevuto il premio annuale della Conferenza Europea dei Rabbini (CER), che premia la lotta controAntisemitismo E tutelando le libertà religiose.

Una nuova traversata umanitaria verso Gaza? Le Nazioni Unite vedono “segni” e Israele nega

Il direttore delle operazioni umanitarie delle Nazioni Unite ha dichiarato giovedì di aver visto “indicazioni promettenti” secondo cui il valico di Kerem Shalom tra Israele e la Striscia di Gaza sarebbe stato aperto “presto” per fornire aiuti umanitari.

Un funzionario israeliano, poche ore dopo, ha escluso questa ipotesi. Diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti, hanno affermato di sostenere l’apertura di un nuovo corridoio.

Gli Stati Uniti chiedono a Israele di proteggere i civili a Gaza

Giovedì sera, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto al primo ministro israeliano di “proteggere i civili” a Gaza, nel contesto dell’espansione dei combattimenti vicino ai civili.

“Il Presidente ha sottolineato l’assoluta necessità di proteggere i civili e separare la popolazione civile da Hamas, anche attraverso corridoi che consentano alle persone di uscire in sicurezza dalle aree di combattimento designate”, ha affermato la Casa Bianca in un comunicato stampa.

I combattimenti continuano per il 62esimo giorno

Continuano gli scontri tra l’esercito israeliano e i terroristi di Hamas in assenza di un nuovo accordo di tregua. Questa volta i combattimenti si spostarono a sud, in particolare nella grande città di Khan Yunis.