Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il candidato di estrema destra Javier Miley viene eletto presidente

Il candidato di estrema destra Javier Miley viene eletto presidente

Il candidato di estrema destra Javier Miley ha vinto ampiamente il secondo turno delle elezioni presidenziali argentine domenica 19 novembre, al termine di una campagna tesa e inconcludente, diversa da qualsiasi altra in quarant’anni di democrazia. Il suo rivale centrale, Sergio Massa, ha ammesso la sconfitta. Miley assumerà la presidenza il 10 dicembre, succedendo al presidente peronista (di centrosinistra) Alberto Fernandez.

Leggi anche: Cosa ci dice il personaggio di Javier Miley riguardo alla crisi che sta attraversando l’Argentina? Capito in tre minuti

Javier Miley ha ottenuto il 55,95% dei voti, contro il 44,05% di Sergio Massa, secondo i risultati parziali preliminari annunciati dal Segretariato Generale della Presidenza dopo aver conteggiato oltre l’86% dei voti. L’entità del divario è sorprendente: nelle ultime settimane, i sondaggisti hanno dato a Miley un leggero vantaggio, ma molti analisti hanno previsto un risultato che potrebbe dare risultati. “Fino al voto”.

“Oggi inizia la fine della decadenza”. E il “Ricostruzione dell’Argentina” Javier Miley ha esultato davanti a diverse migliaia di sostenitori. Nel quartier generale della sua campagna a Buenos Aires.

Javier Miley, 53 anni, “È il presidente eletto dalla maggioranza degli argentini per i prossimi quattro anni”.Ancor prima che fossero annunciati i risultati ufficiali, aveva riconosciuto Massa, l’attuale ministro dell’Economia, che si era classificato primo al primo turno il 22 ottobre. Ha detto ai sostenitori riuniti nel quartier generale della sua campagna a Buenos Aires di aver chiamato Javier Miley “Mi congratulo con lui e gli auguro successo.”.

Quanto agli indecisi, la cui percentuale secondo le stime si aggira intorno al 10%, hanno la chiave di scelta tra Massa, che ha ottenuto il 37% dei voti al primo turno, e Milli (30%). I seggi elettorali hanno chiuso i battenti alle sei di sera, con un’affluenza alle urne del 76%. A circa 36 milioni di argentini è stato chiesto di scegliere tra due progetti futuri diametralmente opposti.

READ  Javier Miley subisce la sua prima battuta d'arresto in Parlamento

Da una parte Sergio Massa, 51 anni, ministro dell’Economia per sedici mesi in un governo peronista (di centrosinistra) dal quale ha progressivamente preso le distanze. Questo politico esperto ha promesso ad A “Governo di unità nazionale” La graduale ripresa economica e il mantenimento dello stato sociale sono cruciali per la cultura argentina.

Controversia sul clima

Di fronte a lui, Javier Maile, 53 anni, economista di estrema destra, si descrive come “Anarco-capitalismo”. Questa controversia televisiva in politica è venuta alla luce solo due anni fa. Determinato a riscattare il presunto potere «parassiti di classe», Sembra determinato a farlo “tagliare” A’“stato nemico” E la dollarizzazione dell’economia. Il nuovo presidente eletto è anche un apertamente scettico sul cambiamento climatico e considera il cambiamento climatico una questione fondamentale per lui ” giro “Non è responsabilità dell’uomo.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati In Argentina, l’ambiente è stato in gran parte assente dalla campagna presidenziale

Dopo aver annunciato la sua vittoria, ha detto ai suoi sostenitori: “Il modello povero di classe è finito. Oggi abbracciamo il modello di libertà, per diventare ancora una volta una potenza globale.” Nel quartier generale della sua campagna, migliaia di persone hanno cantato e scandito due degli slogan preferiti del candidato: “La classe ha paura” (La classe ha paura!) E “Lunga vita alla libertà, dannazione! » (Lunga vita alla libertà, dannazione!)

Applicazione universale

Buongiorno mondo

Ogni mattina trovi la nostra selezione di 20 articoli da non perdere

Scarica l’applicazione

Il presidente brasiliano avrebbe voluto che non fosse così “Buona fortuna e successo” Al nuovo governo argentino, senza nominare direttamente Javier Miley. “L’Argentina è un grande Paese che merita tutto il nostro rispetto. Il Brasile sarà sempre disponibile a lavorare con i nostri fratelli argentini.“Lola ha scritto.

READ  Colpire diverse città ucraine con attacchi russi

La terza economia più grande dell’America Latina sta attraversando un periodo difficile, con un’inflazione cronica ormai a tre cifre (143% in un anno), quattro argentini su dieci al di sotto della soglia di povertà, un debito preoccupante e una valuta debole. Gli argentini sono stremati dai prezzi che aumentano di mese in mese, e anche di settimana in settimana, quando i salari diminuiscono. Il salario minimo è di 146.000 pesos (400 dollari). Gli affitti sono fuori portata per molti, e molte madri ricorrono al baratto, come segue Gran crisi L’anno 2001 è stato molto doloroso. Secondo uno studio condotto dall’Università di Buenos Aires e pubblicato all’inizio di quest’anno, il 68% dei giovani di età compresa tra i 18 ei 29 anni sarebbe disposto a emigrare se potesse.

Il Paese è sotto pressione a causa degli obiettivi di riequilibrio del bilancio del Fondo monetario internazionale, al quale l’Argentina sta rimborsando un massiccio prestito di 44 miliardi di dollari concesso nel 2018.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Ha invitato gli argentini a scegliere il proprio presidente in un contesto di inflazione e povertà

Consigli sulle frodi

Javier Miley ha magnetizzato il voto “Rabbia” (Rabbia), ma la sua retorica e il suo desiderio di prosciugare la spesa pubblica in un paese dove il 51% degli argentini riceve aiuti sociali o il suo progetto di riforma sociale. “Liberare il mercato delle armi” Anche loro avevano paura. E anche il candidato “contro il sistema” Abbassò la voce tra un turno e l’altro. Meno apparizioni, messaggio meno visibile: “Vota senza paura, perché la paura paralizza e avvantaggia lo status quo. »

In aggiunta alla tensione circostante, il gruppo di Miley ha lasciato cadere accenni di frode nelle ultime settimane, senza presentare una denuncia. “Attenzione ai pessimi esempi [Donald] Trump et al [Jair] Bolsonaro» Chi ha promosso tali messaggi, o “Non ho accettato i risultati”Sergio Massa ha avvertito.

READ  Elezioni municipali in Catalogna: dramma a Girona e Barcellona durante la nomina dei sindaci

Domenica il signor Miley è stato accolto al suo seggio elettorale tra i fischi “Libertà, libertà!” “, Ha confermato che il suo accampamento era “Bene, molto calmo, nonostante la campagna della paura.” Contro di lui. Da parte sua, Massa ha invitato gli argentini a votare “Nel pensiero, serenità e calma”e con “Speranze”. Hanno fatto un’altra scelta.

Leggi anche: Il materiale è riservato ai nostri abbonati La provincia di Buenos Aires “arbitro delle elezioni presidenziali” in Argentina

Il mondo con l’Agence France-Presse