Giugno 13, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I funzionari eletti possono (finalmente) visitare il cantiere

I funzionari eletti possono (finalmente) visitare il cantiere

La visita è prevista per l’11 giugno. Un successo per alcuni, un viaggio disinteressato per altri. Nonostante tutto, tutti sperano in risposte sui ritardi accumulati e sull’aumento dei costi degli interventi chirurgici.

Il Picaro è carino

Un cantiere simile ad un cimitero. Da quasi undici anni gli abitanti di Roia e del Piemonte aspettano che il Tunnel di Tenda (Alpi Marittime) li riporti alcuni in Italia e altri in Francia. Undici anni da quando è stato costruito questo percorso di tre chilometri, strategico e un tempo essenziale. Dal 2013 si parla di ristrutturare il vecchio tunnel alla fine del tunnel. 19esimo secolo e perforarne un secondo per consentire il traffico a doppio senso. Ma i ritardi si accumulano e le promesse di un’apertura imminente svaniscono una dopo l’altra.

mesi, assistente di 4 anni (RN).e Nella circoscrizione elettorale delle Alpi Marittime, Alexandra Masson chiede di poter visitare il sito per vedere con i propri occhi cosa c’è realmente. Da parte sua, a fine marzo il senatore Maralpin (LR) Philippe Tabarot ha presentato una richiesta per la creazione di una commissione parlamentare d’inchiesta. “È possibile definire oggettivamente con mezzi legali se l’utilizzo dei fondi francesi stanziati corrisponde al risultato atteso e viene comunicato come tale dagli italiani”Lo ha giustificato in un comunicato stampa il 17 aprile. “Nel 2024, il nuovo gasdotto non è stato ancora completato, quello vecchio non è stato ancora riabilitato, mentre i costi sono superiori alle proiezioni originali”Ha ricordato.

Un’esplosione di costi

L’investimento iniziale, infatti, è stato di 176 milioni di euro per tutte le attività, di cui il 42% coperto dal governo francese. La stima è stata infine rivista al rialzo fino a un costo totale di 255 milioni di euro per uno dei due successi. Sul tavolo dovrebbero essere messi sul tavolo altri 100 milioni di euro per risanare il vecchio tunnel, cosa che non è all’ordine del giorno. Ma come possiamo giustificare il dimezzamento di un’epidemia del genere a costo di un intervento chirurgico? Questo è ciò che i parlamentari e gli eletti locali di entrambi i paesi scopriranno l’11 giugno. Alla fine dovettero andare al cantiere Le FigaroConferma le informazioni dalla France Bleu Azur. “È sicuramente un’ottima notizia. Sta andando nella giusta direzione, anche se finora è completamente inattaccabile e nascosta.Commenta il deputato Masson.

READ  Jirò. Giro d'Italia - Evan Cousteau: "Voglio ringraziare Julien Alaphilippe..."

Ciò che conta se il sondaggio si svolgerà martedì, a metà ciclo per la maggior parte dei parlamentari: “Non andrò alla legislatura, ho aspettato troppo a lungo!”, assicura Alexandra Masson. Dal canto suo, Tende Meyer è molto meno ottimista. “Se non un fallimento evidente, cosa vedremo?”, si chiede amaramente Jean-Pierre Vassallo. Il consigliere di Roya non riusciva a digerire il lungo ritardo e le false promesse che gli erano state fatte. “Avremmo dovuto passare a ottobre, è stato a giugno, settembre e ora capisco che non sarà prima del 2025”Se ne va come una furia. “Certo, è sempre meglio avere il sito aperto che completamente chiuso, ma in fondo questa visita non ha mostrato molto interesse”Sebastien O’Haren, consigliere comunale di Braille-sur-Roya, è d’accordo. “Soprattutto perché siamo inaffidabili agli occhi dei nostri cittadini.”se ne lamenta.

La Provvidenza

Questo perché l’apertura del tunnel fu inizialmente accolta come una protezione per molti abitanti della valle. A Tenda, il sindaco ha recentemente convinto cinque commercianti ad aprire negozi con la promessa che avrebbero beneficiato dell’afflusso di turisti italiani. “Abbiamo un catering, un parrucchiere, un fioraio, un’erboristeria e due attività che sono state rilevate da giovani. Tutte queste persone hanno aspettato pazientemente questa apertura, ma no…”, si è già strangolato nelle nostre colonne alla fine di gennaio. Jean-Pierre Vassallo si appella ora al presidente. Vuole che Emmanuel Macron si assuma la responsabilità personale della questione. “Questo piano è un completo fallimento. Una vergogna per gli italiani e uno scandalo per il governo francese. esclama, ricordando che la Francia paga quasi la metà del conto.

READ  Giro d'Italia 2022 - Percorso - 26km Solo crono: Zero tra vertigini e solitudine