Marzo 1, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I disturbi del sonno nei giovani aumentano il rischio di ictus

I disturbi del sonno nei giovani aumentano il rischio di ictus

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Neuroscience, avere diversi sintomi di insonnia può aumentare il rischio di ictus. Soprattutto quando hai meno di 50 anni.

Lo sappiamo Il sonno è il fattore chiave per una buona salute In senso lato, ma anche specificatamente per la salute cardiovascolare. Lo conferma lo studio condotto da ricercatori americani e pubblicato sulla rivista Neurologia. negli Stati Uniti d’America, insonnia Colpisce più di un terzo della popolazione (Tra il 30 e il 50% in Francia) Di più “IL La relazione tra sintomi di insonnia e ictus “Non è stato studiato e il meccanismo sottostante non è ancora chiaro.” Gli autori sottolineano. Sulla base di questa osservazione, hanno analizzato i dati di un sondaggio condotto tra gli americani over 50 e i loro coniugi, dal 2002 al 2020. 31123 partecipanti Che non hanno mai avuto un ictus Seguito per 9 anni. Era di mezza età 61 anni et al Il 57% di loro sono donne. Hanno esaminato specificamente coloro che hanno riferito:

  • Subordinare difficoltà a dormire,
  • Subordinare Difficoltà a mantenere il sonno,
  • Subordinare difficoltà a svegliarsi presto,
  • E Sonno scomodo

Durante il periodo di follow-up sono stati registrati più di 2000 ictus.

“Rispetto alle persone che non presentano alcun sintomo di insonnia, esiste un rischio maggiore di svilupparlaattacco cerebrale È stato osservato in coloro che Punteggi dei sintomi dell'insonnia Variava da 1 a 4 e da dalle 5 alle 8 (Numero di sintomi, ndr) Lo riferiscono i ricercatori. Persone che sono venute Da 1 a 4 sintomi Le caratteristiche dei disturbi del sonno erano di aumentare il rischio di ictus 16%. Quelli accumulati Da 5 a 8 sintomi Vide avvicinarsi lo stesso pericolo 51%. L’associazione era più forte tra gli adulti sotto i 50 anni di età. Con l'esistenza Comorbilità (diabete, Pressione alta, malattie cardiache e depressione). “Là Molti trattamenti Quale può Aiutare le persone a migliorare la qualità del sonno, L'autore dello studio ha commentato, il dottor Windemi Sawadogo della Virginia Commonwealth University di Richmond e membro dell'American Academy of Neurology. È possibile identificare i problemi del sonno che portano ad un aumento del rischio di ictus Consentire un trattamento precoce Oppure terapie comportamentali Persone che hanno difficoltà a dormire Può ridurre il rischio di ictus più avanti nella vita.