Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Hautes-Pyrénées: il caso originale della dengue è stato scoperto questo fine settimana ad Andrest

La febbre dengue è una malattia infettiva trasmessa dalle zanzare ai tropici. Un caso autentico, ovvero il paziente non è andato ai tropici, è stato scoperto ad Anderst negli Alti Pirenei.

Le zanzare sono una piaga, le loro punture provocano uno sgradevole prurito, lo sanno tutti, soprattutto nel nostro dipartimento, colonizzato dalla famosa zanzara tigre. Ma alla natura non mancano le idee sbagliate, le zanzare possono trasmettere malattie, come la febbre gialla, la chikungunya, la malaria o il virus Zika. E la febbre dengue che ci preoccupa oggi. Di solito, queste malattie virali vengono raccolte ai tropici.
Ma nel caso appena scoperto, la persona infetta non è stata in un’area in cui questi virus sono comuni. Questo è chiamato il virus originale. Tuttavia, il virus non è arrivato qui come per magia. C’è stata una precedente contaminazione, un’altra persona si è ammalata, trasmessa da una zanzara, probabilmente in un tropico, ed è tornata in Francia, precisamente ad Anderst. “Sì, questo è chiamato un caso importato, è stato scoperto due settimane fa”, afferma Louis Dinterance, sindaco di Anderst. Lì, è stata morsa da una zanzara “sana”, che a sua volta è stata contaminata e ha infettato un residente di Anderst in cui è stata scoperta la malattia. La prima eradicazione delle zanzare, affidata alla ditta specializzata Altopictus, è stata effettuata nella zona dove vivevano i primi contagiati, circa quindici anni fa.

Ottimo controllo delle zanzare

Tuttavia, lo stato di salute delle persone infette non è motivo di preoccupazione secondo l’ARS. Ma ora si tratta di spezzare la catena della contaminazione. Poiché la malattia non si trasmette direttamente da uomo a uomo, fortunatamente è necessario un vettore, la zanzara, e in particolare quella infetta che è stata in grado di trasmettere l’infezione ad altri. Chi sarà morso da altre zanzare sane che diventeranno portatrici della malattia, chi, a sua volta, potrà trasmetterla e così via.

READ  📰 Une réforme de la façon de publier la science pour éviter les abus et tromeries

L’importante, quindi, è spezzare questa catena infernale. “Molto rapidamente, una volta confermato il caso, abbiamo preso la decisione di avviare una nuova operazione di controllo delle zanzare nel villaggio, sempre di Altopictus, per spezzare la catena della contaminazione”, spiega Manon Mordelet, Direttore di ARS 65. “Questa operazione è stata svolto nella notte dalla domenica al lunedì.. Allo stesso tempo, abbiamo distribuito volantini in tutte le cassette postali del villaggio, invitando i residenti a proteggersi dalle zanzare e a consultarsi in caso di sintomi.E poi, giovedì, stiamo conducendo un operazione porta a porta su larga scala con agenti dell’agenzia sanitaria regionale francese e salute pubblica con gli abitanti del villaggio, per ricordare loro le istruzioni di protezione e invitarli a consultarsi in caso di dubbio”.
I funzionari di Altopictus hanno consigliato Luis Dinterance, sindaco di Anderst. Erano felici, erano in grado di elaborare aree desiderabili e potevano entrare nelle case delle persone quando necessario. Ci sarà sicuramente una terza operazione per ripulire il villaggio una volta per tutte. »


Quali sono i sintomi e come ti proteggi?

I sintomi sono in qualche modo simili a quelli dell’influenza, inoltre, la febbre dengue è anche chiamata “influenza tropicale”, che è una temperatura elevata (> 38,5 gradi), dolori articolari e muscolari e mal di testa, che generalmente non sono accompagnati da tosse e difficoltà respiratorie , a differenza dell’influenza “classica”.

In generale, gli effetti sono relativamente lievi, sebbene debilitanti, ma possono portare a complicazioni molto gravi negli anziani o nei soggetti fragili. Poiché l’infezione è trasmessa dalle zanzare, la soluzione ideale è proteggersi dai loro morsi. A tale scopo, ci sono repellenti per insetti e si consiglia anche di indossare abiti larghi e di colore chiaro. E ovviamente la cosa migliore è eliminare la fonte, la zanzara tigre, che sappiamo non è molto mobile, vola solo in un raggio di 150 metri intorno al suo luogo di nascita. In conclusione, tutti i punti di ristagno d’acqua, anche i più piccoli (grondaie, vasi di fiori) sono da evitare per impedirne la riproduzione e la diffusione.

READ  L'astéroïde aux 3 lune | Agence Science-Press