Aprile 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Dopo gli attacchi attribuiti a Israele al consolato iraniano a Damasco, Teheran si trova di fronte a un dilemma strategico

Dopo gli attacchi attribuiti a Israele al consolato iraniano a Damasco, Teheran si trova di fronte a un dilemma strategico

Con un’escalation che sembra una provocazione contro l’Iran, Israele ha inferto un duro colpo all’”asse della resistenza”. Lunedì 1Lui è Ad aprile, attacchi attribuiti ad aerei israeliani hanno distrutto il consolato iraniano a Damasco, la capitale siriana, uccidendo due comandanti della Forza Quds, così come altri cinque membri del ramo della Guardia rivoluzionaria responsabile delle operazioni estere.

Nel cuore di Mezzeh, il quartiere delle ambasciate di Damasco, tutto ciò che rimane è un cumulo di macerie e la porta di un edificio che punta verso… “Sezione consolare dell'Ambasciata iraniana”. Nel tardo pomeriggio di lunedì, gli attacchi aerei hanno completamente distrutto questo edificio situato nel complesso dell'ambasciata iraniana. La rappresentanza diplomatica, decorata con un enorme ritratto di Qasem Soleimani, l'ex comandante della Forza Quds ucciso nel gennaio 2020 in un attacco di droni statunitensi in Iraq, si è chiusa in occasione del 13° giorno di Nowruz, la tradizionale festa che celebra il Capodanno nel calendario persiano.

Denunciando l'attacco alla rappresentanza diplomatica “Una violazione di tutti gli obblighi e accordi internazionali”.Lo ha chiamato il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir Abdollahian “La comunità internazionale” Portare “Risposta seria” Per questo “atti criminali” Che ha attribuito a Israele. Il suo portavoce ha aggiunto che sarà la Repubblica islamica a decidere che tipo di reazione e punizione adottare contro lo Stato ebraico.

Leggi le spiegazioni: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Qual è l’“asse della resistenza” che l’Iran sta promuovendo contro Israele e gli Stati Uniti?

Ha aggiunto: “Prendendo di mira il consolato iraniano a Damasco, che è considerato territorio iraniano secondo il diritto internazionale, Israele sta costringendo l’Iran con il muro. Le regole d’ingaggio del passato sono ormai completamente obsolete. Non rispondere non è più un’opzione per Teheran”.Lo pensa Hamid Reza Azizi, ricercatore presso l'istituto di ricerca Stiftung Wissenschaft und Politik di Berlino.

READ  Il Parlamento europeo e gli Stati membri hanno raggiunto un accordo per vietare l'importazione di prodotti derivanti dalla deforestazione

L’Iran si trova già di fronte a un dilemma. La risposta potrebbe portare a un conflitto aperto con Israele e a una conflagrazione regionale. Questo è lo scenario che Teheran ha cercato di evitare dall’inizio della guerra nella Striscia di Gaza il 7 ottobre 2023, lasciando i suoi alleati nell’“Asse della Resistenza” – gli Hezbollah libanesi, le milizie irachene e gli Houthi yemeniti – attaccare solo lo Stato ebraico. A sostegno del movimento palestinese Hamas. Ma la mancata risposta potrebbe offuscare la reputazione di Teheran all’interno di questo asse e ridurre la sua capacità di deterrenza contro Israele, esponendo così i suoi quadri a ulteriori attacchi.

Ti resta il 59,81% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.