Maggio 16, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

COVID-19: un nuovo tipo di omicron? Quello che sappiamo sul ceppo “BA.2” che può far rivivere la quinta ondata

primario
Le autorità sanitarie hanno dichiarato qualche giorno fa che la Francia ha superato il picco dell’epidemia per la quinta ondata di Covid-19. Tuttavia, la comunità scientifica rileva un rimbalzo dell’inquinamento a breve termine. L’epidemiologo professor Antoine Flaholt evoca la tesi di una nuova alternativa che avrebbe rilanciato il virus nel Paese.

“Abbiamo motivo di essere ottimisti”. Parola di Gabriel Atal, ospite di questo martedì 18 gennaio mattina di CNotizie. Sul fronte Covid-19, il portavoce del governo ha giustificato il suo ottimismo per il lento calo osservato nei reparti di terapia intensiva del Paese, l’osservazione tracciata il giorno prima dal professor Arnaud Fontanet, epidemiologo dell’Istituto Pasteur e membro del Consiglio Scientifico: Picco epidemiologico “superato in Francia”.

Leggi anche:
Grafici. COVID-19: sembra che il picco dell’onda Omicron sia arrivato in Francia, e adesso?

Tuttavia, martedì sera, la Francia ha registrato un numero allarmante di nuovi contagi: 464.769 francesi sono risultati positivi al Covid-19 nelle ultime 24 ore. Negli ultimi sette giorni della Francia Ogni giorno sono stati registrati in media 309.433 nuovi casi di Covid-19 : Il puntatore ricomincia a salire. Allarmante, mentre la comunità scientifica contava su un rapido calo dell’inquinamento.

Un nuovo tipo di Covid-19 in Francia?

Secondo il professor Antoine Flaholt, epidemiologo e direttore dell’Institute for Global Health dell’Università di Ginevra, quest’ultimo rimbalzo dell’inquinamento potrebbe essere causato da un nuovo tipo di Covid-19. Il professore spiega: “Nel Regno Unito il numero dei casi di Covid-19 si dimezza ogni sette giorni. La Francia avrebbe dovuto seguire l’esempio del Regno Unito, con un ritardo di due settimane: non è così. Ed è così. Potrebbe essere La nuova variabile è alla base del recente aumento dei tassi di inquinamento che stiamo osservando.

READ  Ucraina: Washington rifiuta par écrit une exigence-clé de Moscou, mais cherche une "voie diplomatique" - 26/01/2022 alle 22:23

“Subvariante” dell’India

del suo nome variabile.Laurea 2(“BA.1″ per il ceppo originale della variante Omicron), questo ceppo è stato monitorato in India e Singapore. Sembra essere responsabile della continua epidemia in Danimarca. Può diventare la maggioranza in questo paese”, afferma l’epidemiologo. Anche in Belgio è stato scoperto il ceppo “BA.2”. Questa variante di Omicron è anche chiamata “stealth Omicron”, perché questo nuovo ceppo è riuscito a passare sotto il radar del strumenti di sequenziamento utilizzati oggi.

Un’alternativa più contagiosa?

Secondo il professor Flahault, questo è il sublineare Omicron “di cui si dovrebbe parlare presto”: “È una variante che sembra vicina, anche se al momento abbiamo pochi dati sulla sua ferocia o sulla sua capacità di scappare”.

Il professore afferma che questo ceppo non è stato ancora “classificato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come un diverso tipo di preoccupazione”. […] Tuttavia, si ritiene ancora che sia altamente contagioso”.

Quali sono gli scenari in Francia?

Le autorità sanitarie francesi dovrebbero attualmente escludere ogni possibilità di diminuzione dell’inquinamento? “Non sono del tutto sicuro di quali previsioni possiamo fare oggi al culmine della quinta ondata e nella possibilità di un rapido declino. Non siamo in una posizione molto favorevole in Francia per parlare del declino dell’epidemia”. , afferma il professor Antoine Flaholt.

L’epidemiologo conferma anche che il Paese potrebbe assistere a una situazione simile a quanto accaduto il 15 dicembre: “Pensavamo di aver raggiunto l’apice dell’epidemia, ma la variante Omicron ha ri-diffuso il virus. Questa volta è probabile che questo nuovo ceppo ritorni alla contaminazione di nuovo”.